Antonio Romeo passa a Rovigo: Frassinelle se la lega al dito!

A pochi giorni dalla ripresa dell’attività il club rodigino di Serie C deve correre ai ripari e cercare un nuovo responsabile tecnico.
 
di Enrico Daniele
(foto di Deborah Vigna)
La burrasca in polesine sembra essere solo all’inizio.
Non quella meteorologica. No.
Parlo di quella alzata dalla Rugby Rovigo Delta, nell’intento di creare un’unità tra settore senior e giovanile, elemento di attrito culminato con le dimissioni (ndr. ma che siano proprio vere stavolta?) del nr. 1 di via Alfieri, Francesco Zambelli.
Nel rimescolamento di carte in casa rossoblù, al posto dei dimissionari (?) Pedrazzi, Ballo e Farina (che non avevano condiviso il progetto di Zambelli), a Rovigo hanno richiamato Pierpaolo Tellarini, Graziano Ravanelli e Antonio Romeo, quest’ultimo letteralmente “scippandolo” al Rugby Frassinelle, dove aveva l’incarico di Coordinatore Tecnico. Questo dopo aver concordato l’organigramma tecnico con lo stesso Romeo, che ha deciso di accettare la panchina dell’Under 18 rossoblù.
A Frassinelle non sono stati con le mani in mano e, nonostante l’improvvisa decisione di Romeo e, ovviamente non condividendo la sua scelta, individueranno in casa l’alternativa.
L’episodio farà discutere ancora parecchio e il Presidente del Frassinelle, Raffaele Mora, nel comunicato stampa si toglie qualche sassolino dalla scarpa e non le manda a dire alla Rugby Rovigo Delta. “Il Rugby Frassinellechiarisce amaramente Mora nel comunicatoè stato informato dell’interessamento della Rugby Rovigo Delta per il nostro Coordinatore Tecnico dallo stesso Romeo solo alcuni giorni fa e come società ha espresso perplessità su tempi e modi di tale trattativa. Nessuna richiesta è pervenuta al Rugby Frassinelle in merito a questa vicenda dai vertici della Rugby Rovigo Delta. La società ha appreso nei giorni scorsi, dapprima dalla stampa e poi dallo stesso Romeo la felice conclusione della trattativa con il club rodigino.”
Lancia poi una frecciatina a Zambelli che “…venti giorni fa, e dopo molti anni, ha visitato Frassinelle per verificare la possibilità di una collaborazione nel settore giovanile, disponibilità ottenuta senza alcuna difficoltà…” nonostante in passato il club non sia mai stato coinvolto con i progetti di Rovigo (leggi Monselice, Badia, Villadose). E continua rincarando la dose: Passato questo tempo, Frassinelle si è resa conto che i nostri illustri e graditi ospiti, dopo aver dialogato molto amichevolmente e progettato un possibile futuro di collaborazione, se ne sono andati con parte dell’argenteria di casa. Tutto già visto, niente di nuovo. La società Rugby Frassinelle solitamente non conta nulla a parte quando si vengono a raccogliere voti o a scegliere l’argenteria di casa quindi, da questo momento, le porte che tanto amichevolmente abbiamo aperto resteranno altrettanto amichevolmente chiuse.
Come club, siamo sufficientemente autosufficienti da poterci permettere sia le questioni di principio che le amicizie”.

Finita qui l’estate burrascosa in polesine?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *