Test match Medicei vs Petrarca: i commenti del dopo partita

I Medicei, in vantaggio nel primo tempo, sprecano troppo e restano sconfitti in casa 14-35

di Gioia Sperandio
(immagine di Redazione)

Nel secondo test match stagionale il Petrarca bissa il successo ottenuto in casa contro i Campioni d’Italia del Patarò Calvisano.
I Medicei non riescono a “rompere il ghiaccio” nel loro terzo appuntamento con una squadra di Eccellenza, tuttavia i gigliati sono un’ottima squadra e affronteranno il campionato da “matricola” ma con il piglio di una veterana.

Pasquale Presutti, al suo terzo anno da head coach sulla panchina de I Medicei

Nel dopo gara le interviste ai protagonisti, con Pasquale Presutti che si concede per primo.
BRN: “I Medicei hanno saputo tener testa, ancora una volta, ad una squadra come il Petrarca. Quali sono le impressioni rispetto alla partita, cose positive e aspetti da migliorare?”
Presutti: “L’impressione che ho avuto dalla partita è buona, abbiamo giocato un 50/60 minuti ad un buon ritmo e ad un buon livello. Abbiamo subito pochissimo, difesa molto attenta ma poi con l’andare della partita ci siamo persi, soprattutto nei 20 minuti finali abbiamo preso qualche meta di troppo”.
BRN: “Il campionato è ormai alle porte e si comincerà a fare sul serio. Qualche considerazione da fare in vista del nuovo importante impegno?
Presutti: “Come ho sempre detto, noi dovevamo organizzare queste tre amichevoli con squadre di buona levatura (ndr, Fiamme Oro e Viadana le precedenti) oggi col Petrarca era l’ultima. Sappiamo che dobbiamo migliorare e avvicinarci con gradualità all’Eccellenza ma per il 23 settembre saremo sicuramente pronti”.

Andrea Marcato all’esordio come head coach sulla panchina del Petrarca (ph Enrico Daniele)

Dopo Presutti, è la volta di Andrea Marcato, che a 35 anni è alla sua prima esperienza da head coach dopo l’esperienza di due anni come vice di Andrea Cavinato.
BRN: “Il Petrarca è riuscito a vincere, ma ha comunque sofferto nel primo tempo. Quali sono gli aspetti positivi e quelli da rivedere di questa partita?”
Marcato: “Dobbiamo sicuramente migliorare l’approccio al match. In generale, abbiamo fatto due squadre con tutti ragazzi giovani, soprattutto nel primo tempo, sfortunati a giocare con il vento contrario ma hanno reagito bene. Abbiamo lavorato soprattutto in difesa e se la sono cavata bene. Il secondo tempo, con il vento a favore è diventato tutto più facile, ovviamente. Adesso dobbiamo iniziare ad essere più brillanti e a lavorare più di movimento in attacco”.
BRN: “Qualche considerazione, più in generale, in prospettiva dell’imminente campionato?”
Marcato: “Oggi i Medicei hanno dimostrato di essere una squadra difficilissima da affrontare, come quasi tutte quest’anno. Sarà un campionato tosto. Dovremmo giocare ogni partita come se fosse l’ultima, essere umili e fare le cose con calma, passo dopo passo”.

Stefan Basson, assistant coach de I Medicei, ai tempi di Rovigo in un derby con il Petrarca, qui con Federico Conforti (ph Marco Basso)

Nel dopo gara anche Stefan Basson ha rilasciato alla stampa una dichiarazione che riportiamo integralmente dal comunicato stampa de I Medicei:”Oggi è la mia prima esperienza come solo allenatore, è stato bellissimo. Un primo tempo incredibile. Abbiamo avuto degli ottimi primi sessanta minuti di gioco, i ragazzi sono stati bravissimi. Sono molto orgoglioso dei nostri giocatori. Anche il secondo tempo per i primi venti minuti hanno giocato bene, per gli ultimi venti i nostri avversari hanno fatto pesare la loro esperienza. Devo fare i complimenti a Cornelli, il nostro Folau (ndr, Israel Folau estremo dell’Australia). Quando siamo in difficoltà tre contro uno, lui va sempre all’intercetto e fa meta. Bravissimo, mi piace tanto”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *