Le formazioni di Mogliano e Petrarca per la sfida di domani

Marcato: “Troveremo una squadra molto diversa da quella incontrata a Udine
Nel Petrarca esordio in campionato di Bacchin, Lamaro e Filippetto, con Riera che partirà dalla panchina.
Al Quaggia “Mogliano Rugby Night” l’evento-partita curato da Easy Sport Marketing di Gianfranco Beda.

Filippo Filippetto: il suo trasferimento al Petrarca da “permit player alla rovescia” sta creando un caso che riempie un “vuoto” della norma federale.

di Enrico Daniele
(foto di Enrico Daniele)

L’attesa per la gara di domani tra Mogliano e Petrarca (kick off ore 16:00, arbitro Stefano Bolzonella, diretta streaming www.therugbychannel.it), primo derby veneto stagionale, è palpabile.

A Padova in settimana il Petrarca si è preparato minuziosamente, riguardando più volte il match di sabato scorso. Ha lasciato un po’ di amaro in bocca il punto perso per strada, ma Andrea Marcato è fiducioso, nonostante la delusione iniziale, perché la squadra ha prodotto una notevole mole di lavoro, peccando solo di imperfezione nella finalizzazione. “Abbiamo costruito tanto – dichiara Marcato – purtroppo sbagliando qualche dettaglio. Dobbiamo essere più cinici perché sabato abbiamo avuto tantissime occasioni, ma altre volte non sarà così e quindi ci dovremo abituare a sfruttarle tutte”.

Qualche problema il Petrarca ce l’ha con l’infermeria, che sabato ha aperto le porte ad Alberto Benettin (ndr, frattura del naso, stop di almeno un mesetto). Tuttavia “Grazie a Dio siamo in tanti – spiega Marcato – e gli infortunati non hanno problemi gravi. In ogni caso non voglio far giocare chi non è ancora al 100% (ndr, si riferisce ad es. a Michieletto e Favaro), mentre per domani recuperiamo Bacchin”.

Sull’impostazione della partita Marcato non ha dubbi: “Non troveremo la squadra che abbiamo battuto ad Udine – continua il tecnico del Petrarca – Hanno uno staff tecnico di primordine con Dalla Nora, Filippucci e Gatto e sia domenica scorsa che prima in campionato con Viadana avevano ben impressionato. Sono forti ed esperti in mischia, ma amano il gioco aperto usando bene gli spazi. Mi aspetto una gara veloce e quindi adatta anche alle nostre caratteristiche, improntate sulla velocità”.

Un piccolo cambiamento nella formazione indicata nel comunicato stampa: al posto di Joaquìn Riera, che partirà comunque dalla panchina, esordio stagionale dal primo minuto di Enrico Bacchin, al rientro dopo il recupero di una botta al ginocchio in allenamento pre-campionato. Prima assoluta anche per il giovane flanker Michele Lamaro e il pilone destro Filippo Filippetto, il “permit player alla rovescia”, arrivato da Treviso.

Ecco la probabile formazione:15 Menniti-Ippolito; 14 Fadalti, 13 Bacchin, 12 Capraro, 11 Rossi; 10 Rizzi, 9 Francescato; 8 Nostran, 7 Lamaro, 6 Conforti; 5 Saccardo (cap), 4 Cannone; 3 Filippetto, 2 Santamaria, 1 Scarsini. A disposizione: 16 Acosta, 17 Delfino, 18 Vannozzi, 19 Gerosa, 20 Salvetti, 21 Cortellazzo, 22 Riera, 23 Pavan.

A Mogliano fervono i preparativi per la festa “Mogliano Rugby Night”, organizzata dalla Easy Sport Marketing di Gianfranco Beda, dove dopo la gara saranno presentate tutte le squadre del Mogliano e verrà esposto un omaggio a Umberto “Lollo” Levorato.

Riguardo all’impegno agonistico, Federico Dalla Nora chiede alla squadra di esprimere gioco e risultato: “Il derby come sempre è una partita particolare – comunica il tecnico, già giocatore del Petrarca. Affrontiamo il Petrarca che, come le Fiamme Oro, puntano a rimanere in alto ed hanno fatto un pre-stagione sicuramente positivo. Contro di loro non molto tempo fa abbiamo perso di trenta punti, sarà l’occasione per vedere se e quanto abbiamo migliorato. Ci siamo preparati al meglio e la trasferta di Roma, nonostante la sconfitta, ci ha dato consapevolezza che se crediamo in quello che facciamo possiamo mettere in difficoltà chiunque. Sarà una giornata particolare per i nostri colori, l’evento che seguirà la partita servirà a farci arrivare al fischio d’inizio maggiormente stimolati a fare bene. Speriamo che la squadra sappia esprimere un gioco ed un risultato soddisfacente per lo staff e per tutti quelli che ci verranno a sostenere.”

Questa la probabile formazione: 15 Guarducci; 14 Gallimberti, 13 Zanon, 12 Bonifazi, 11 Visentin; 10 Mornas, 9 Endrizzi (Cap.); 8 Padrò, 7 Corazzi, 6 Manni; 5 Maso, 4 Flammini; 3 Connolly, 2 Giazzon, 1 Buonfiglio. A disposizione: 16 Ferraro, 17 Ceccato, 18 Bigoni, 19 Bocchi, 20 Baldino, 21 Gubana, 22 Giabardo A., 23 Giabardo G.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *