Continental Shield: il Petrarca sfiora il colpaccio in Romania, vince solo Rovigo

Il XV padovano cede solo nel finale e torna in Italia con un prezioso punto di bonus
Calvisano cade in Germania, Viadana perde in casa con i portoghesi.
Vince solo Rovigo: al Battaglini contro i georgiani del Batumi

di Enrico Daniele
(immagini di Redazione – foto di copertina dell’ Uff. Stampa Rugby Rovigo Delta)

Primo turno amaro per tutte le italiane impegnate in trasferta nel Continental Shield. Solo la Femi CZ Rovigo, unica tra le quattro a giocare in casa, è riuscita a regolare i forti georgiani del RC Batumi vincendo 31-27. Come si legge nel sito polesinerugby.com, Rovigo fa valere la forza del pacchetto di mischia contro il rugby semplice ma efficace dei georgiani.

Male il Patarò Calvisano sconfitto in Germania dall’ Heidelberger RK 23-19. Massimo Brunello, tecnico dei Campioni d’Italia, è rimasto sorpreso dall’enorme cambiamento della squadra teutonica, rispetto alla scorsa stagione, oggi imbottita da parecchi sudafricani.

Allo Zaffanella inizia male il torneo anche il Viadana Rugby che perde contro gli universitari portoghesi di Lisbona 14-19. Alla squadra di Filippo Frati solo il punto di bonus difensivo, nonostante l’arrembaggio finale dei gialloneri facesse sperare in una vittoria.

Più delle altre italiane, è il Petrarca a recriminare per una vittoria solo sfiorata.
Come si legge dalle pagine del Mattino di Padova, è stato il Petrarca a segnare il passo nel corso del match, marcando meta per primo con Menniti-Ippolito, autore di tutti i punti del Petrarca. Schierato all’apertura, il numero 10 padovano ha anche siglato due drop e tre piazzati che tuttavia non sono stati sufficienti a sconfiggere i forti rumeni che in formazione schieravano 10/15 di giocatori stranieri, tra i quali Helu (nazionale tongano, in meta) e Seniloli (nazionale fijano, in meta). Il sorpasso dei padroni di casa, che hanno fatto valere la loro grande fisicità, è arrivato dai due piazzati dell’estremo Luke Samoa, con il Petrarca in 14 uomini a causa di un cartellino giallo comminato a Rossetto, dal criticato direttore di gara scozzese Linton.

Il Petrarca, che nel prossimo turno casalingo giocherà al Plebiscito il primo derby stagionale contro la Femi CZ Rovigo, torna in Italia con il punto di bonus difensivo, che può valere molto in chiave play-off (ndr, la formula di quest’anno prevede il passaggio al barrage delle prime due qualificate di ogni girone)

Il tabellino del match e le classifiche dei due gironi.
Stadio Dan Paltinisanu, Timisoara
1° giornata European Continental Shield – sabato 14 ottobre 2017
TIMISOARA SARACENS-PETRARCA RUGBY 29-25 (16-19)

Marcatori: pt: 3′ e 8′ cp Samoa, 12′ drop Menniti, 17′ m. Menniti tr. Menniti, 21′ drop Menniti, 25′ cp Samoa, 27′ cp Menniti, 31′ m. Helu tr. Samoa, 40′ cp Menniti; st 8′ m. Seniloa tr. Samoa, 12′ e 20′ cp Menniti, 23′ e 33′ cp Samoa

Timisoara Saracens: Samoa; Helu, Manumua (30’ st Simionescu), Umaga (34’ st Popa), Tangimana; Hunt, Seniloli (23’ st Rupanu); Stewart (34’ st Muresan), Morrison (38’ pt Rus), Doyle; Drenceanu, Poparlan (cap.); Pungea (18’ st Doge), Radoi (18’ st Sabau), Badiu (28’ st Maris).

Petrarca Rugby: Fadalti (37’ st Salvetti); Capraro, Bacchin, Bettin, Rossi; Menniti-Ippolito, Francescato; Michieletto (15’ st Cannone), Nostran, Conforti (18’ st Bernini); Saccardo (cap.), Gerosa; Vannozzi (18’ st Rossetto), Santamaria (28’ st Delfino), Acosta. A disp.: Borean, Cortellazzo, Favaro.

Arbitro: Lloyd Linton (Scozia)
Cartellini gialli: 30’ pt Acosta, 39’ pt Tangimana, 32’ st Rossetto
Punti in classifica: Timisoara Saracens 4, Petrarca Rugby 1

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *