Petrarca Cadetti, vittoria e terzo posto

Bissato il successo di Vicenza: a cadere è il Tarvisium
La vittoria vale il terzo posto in solitaria
Tutti i risultati della quinta giornata e la classifica

di Alberto Mantovani
(foto di Riccardo Callegari – Fotovale)

Il Petrarca Cadetti bissa il successo di domenica scorsa a Vicenza e s’impone alla Guizza sul Ruggers Rugby Tarvisium, al termine di un incontro molto combattuto, dal risultato in discussione sino al fischio finale.

I primi minuti registrano una buona attitudine degli ospiti, che si fanno subito pericolosi e sbloccano il punteggio già al 3’, con un piazzato di Pizzinato. I successivi 25 minuti scorrono senza che si smuova il tabellone: i trevigiani sembrano creare più occasioni, la più ghiotta con Pastrello, che sfiora la linea laterale prima di schiacciare il pallone oltre la linea; i padroni di casa cercano di rispondere ma, complice qualche errore di troppo, non riescono a tenere un ritmo a loro più congeniale. La svolta decisiva del match al 31’: con gli ospiti riversati nei 22 petrarchini, a seguito di un’azione confusa, la palla giunge a Scagnolari, che lascia sul posto il diretto avversario, ne salta un altro ed è di conseguenza libero di involarsi verso la meta avversaria. Un “coast to coast” inarrestabile, che vale all’ala tuttonera il “Man of the match”: Mercanzin non trasforma e il primo tempo si chiude senza che il punteggio cambi ulteriormente (5-3).

Durante il riposo, Rocco Salvan dà la carica giusta ai propri giocatori, che ripartono più determinati, dando prova di creare bel gioco quando i meccanismi girano per il verso giusto. L’iniziativa dei padroni di casa culmina al 47’ quando, con una bella sequenza alla mano, Navarra trova l’angolo giusto, che gli permette di segnare in mezzo ai pali: stavolta è facile la trasformazione per Mercanzin.

Successivamente si torna ad una fase di stallo simile a quella già vista nel primo tempo con gli ospiti che riescono infine ad accorciare le distanze, grazie alla meta in tuffo del pilone Mattiazzi al 65’ (tr Pizzinato). La risposta dei padroni di casa non si fa attendere molto: è Casalini, tre minuti dopo, a raccogliere il calcio di Mercanzin (a scavalcare la difesa) e a schiacciare in meta vicino all’out di sinistra.

Salvan, non pago, chiede ai suoi giocatori di cercare la quarta meta: l’obbiettivo dei tuttoneri, tuttavia, si scontra inevitabilmente con l’orgoglio dei trevigiani, che si fanno pericolosamente sotto con due piazzati di Viotto, al 67’ ed al 70’. La pressione ospite si fa sentire, ma sono i petrarchini a mostrarsi più lucidi e compatti che, infatti, trovano l’auspicata quarta meta, quella del bonus, a 3 minuti dalla fine con Coppo. Meneghetti non trasforma tenendo in vita una flebile speranza di vittoria per i trevigiani, che costringono i padroni di casa a difendere strenuamente il risultato. Le maglie rosse di Craig Green arrivano a varcare i 22 avversari, ma il sig. Gnecchi fischia un tenuto a terra; Meneghetti può così calciare fuori il pallone, chiudendo definitivamente i conti.

Una vittoria convincente, da parte di una squadra senza dubbio maturata nelle ultime giornate, naturale conseguenza di un grande sacrificio da parte del gruppo e di un riuscito adattamento alle dinamiche di un campionato sino a quest’anno ignoto alla stragrande maggioranza dei giovani tuttoneri. Il successo sul Ruggers Rugby Tarvisium fa balzare il Petrarca Cadetti al terzo posto, grazie anche alle sconfitte del Rangers Rugby Vicenza sul campo del Santamargherita Valpolicella (17-13) e dell’Union Rugby FVG in casa contro il Valsugana Rugby Padova (20-46).

Termina così il girone d’andata della prima fase del campionato di Serie A: nel girone 3, il Valsugana Rugby si è dimostrato sinora una corazzata inaffondabile, concedendo poco o nulla alle avversarie. Dopo un inizio non facile, il Petrarca Cadetti ha trovato due vittorie importanti, sia dal punto di vista del morale che dal punto di vista della classifica: in due giornate è passato dall’ultimo al terzo posto ed ha ora nel mirino il secondo posto, attualmente occupato dal Santamargherita Valpolicella. Nondimeno, è altrettanto vero che solo cinque punti separano i tuttoneri dal Ruggers Rugby Tarvisium, attualmente in ultima posizione. Un girone straordinariamente equilibrato, che non mancherà di regalare colpi di scena nelle gare di ritorno e che con ogni probabilità vedrà le squadre giocarsi un posto per la poule Promozione e/o lottare per evitare la poule Retrocessione sino all’ultima giornata.

Il tabellino del match e la classifica aggiornata alla 5a giornata.
Padova, Impianti Sportivi “Memo Geremia” – domenica 29 ottobre 2017
Petrarca Rugby vs Ruggers Rugby Tarvisium 22-16 (5-3)
Marcatori: p.t. 3’ cp. Pizzinato (0-3), 31’ m. Scagnolari (5-3); s.t. 47’ m. Navarra tr. Mercanzin (12-3), 62’ m. Mattiazzi tr. Pizzinato (12-10), 65’ m. Casalini (17-10), 67’ cp. Viotto (17-13), 70’ cp. Viotto (17-16), 77’ m. Coppo (22-16)

Petrarca Rugby: Coppo; Belluzzo, Scagnolari, Del Ry, Casalini; Mercanzin (28’ s.t. Meneghetti), Navarra; Zulian, Capuzzo (21’ s.t. Galante), Simonato; Morona (8’ s.t. Zuin), Sattin (cap); Gutierrez, Cecchinato (11’ s.t. Lazzarotto), Polliero (19’ s.t. Gallocchio).
A disposizione non entrati: Betteto, Bonaiti, D’Incà
Allenatore: Rocco Salvan

Ruggers Rugby Tarvisium: Bisetto; Esposito (2’ s.t. Pesce), Viotto, Bordini, Pastrello; Pizzinato, Spessotto (19’ s.t. Francescato); Lionieri (cap; 31’ s.t. Fuser), Gui (38’ s.t. Crespan), Sala; Sutto, Zuliani (15’ s.t. Marcuz); Balistreri (8’ s.t. Mattiazzi), Zottin (27’ s.t. Scanferlato), Magnoler (36’ s.t. Zuffogrosso).
Allenatore: Craig Green

Arbitro: Gianluca Gnecchi di Brescia
AA1 Piermatteo Sgura (Brescia) AA2 Francesco Pulpo (Milano)
Cartellini: nessuno

Calciatori: Mercanzin (Petrarca Rugby) 1/3; Meneghetti (Petrarca Rugby) 0/1; Pizzinato (Ruggers Rugby Tarvisium) 2/2; Viotto (Ruggers Rugby Tarvisium) 2/2
Note: Pomeriggio nuvoloso con circa 16 gradi. Campo in ottime condizioni. Circa 300 spettatori presenti
Punti conquistati in classifica: Petrarca Rugby 5; Ruggers Rugby Tarvisium 1
Man of the match: Giovanni Scagnolari (Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *