Petrarca Cadetti, netta la vittoria a Udine

Successo mai in discussione per il XV di Rocco Salvan
In classifica, terzo posto a distanza “oltre break” da Vicenza
Tutti i risultati della sesta giornata e la classifica

di Alberto Mantovani
(foto di Marco Basso- Fotovale)
Il Petrarca Cadetti vendica la sconfitta di misura dell’andata e s’impone nettamente sul Rugby Udine Union FVG, continuando la striscia positiva. La terza vittoria consecutiva dei tuttoneri arriva al termine di una piovosa domenica, che ha reso il campo dello stadio “Gerli” terreno di non facile gestione per nessuna delle due squadre.
Il XV di Rocco Salvan scopre finalmente le carte e si propone come seria contendente al passaggio nelle gare della poule promozione.

La cronaca.
I padroni di casa partono bene e sbloccano il punteggio già al 5’, con un calcio di punizione segnato senza troppa difficoltà da Tarantola. Il primo quarto di gara vede i friulani confermarsi squadra concreta e cinica, come dimostrato all’andata, senza però mai riuscire ad oltrepassare le maglie difensive dei tuttoneri. Qualche défaillance disciplinare da parte di quest’ultimi impedisce loro di costruire il proprio gioco come vorrebbero, ma una fase difensiva ottima nel complesso, lascia raramente penetrare i padroni di casa.Udine allunga solo grazie ad un altro piazzato di Tarantola, al 22’, da posizione ancora più centrale del precedente: incredibile a dirsi, saranno gli ultimi punti segnati dai friulani nel corso dell’incontro.

Cosa cambia la partita? Innanzitutto, la mischia ordinata degli ospiti, dopo un paio di schermaglie atte a studiare quella avversaria, sale in cattedra e inizia un predominio che permarrà per quasi tutta la gara. In secondo luogo, i trequarti tuttoneri cominciano a carburare, a portare la partita su ritmi a loro più congeniali, a trovarsi di più, a chiamare le giocate giuste. In questo caso, peraltro, tertium datur: al 25’ il signor Meschini mostra il cartellino giallo al flanker friulano Bagolin, che lascia i propri compagni vulnerabili agli assalti dei padovani. In circostanze tali, i risultati non tardano ad arrivare: è Casalini, al 27’, a raccogliere un calcetto a scavalcare ben calibrato da Mercanzin e a tuffarsi in meta, non lontano dall’out di sinistra; nonostante la non facile posizione, Mercanzin trasforma.

Il Petrarca non allenta la pressione e si attesta stabilmente nei 22 avversari, accumulando vantaggio, prima con un piazzato di Mercanzin al 30’ e poi con la meta di Belluco al 33’ (tr Mercanzin). I padroni di casa, visibilmente spiazzati dall’atteggiamento arrembante dei padovani, non riescono a portare il gioco fuori dalla propria metà campo. I tuttoneri non attendono altro ed allungano ulteriormente con la meta allo scadere dei primi 40’ di Del Ry, successivamente nominato “Man of the match”. La prima frazione di gioco si chiude col punteggio di 6-22.

Un vantaggio apprezzabile, non certo sufficiente, tuttavia, a garantire la sicurezza della vittoria finale per gli il Petrarca, che non mostra nessuna intenzione di cedere alcunché ai friulani. Oggi più di altre domeniche, i Cadetti si dimostrano squadra in piena crescita, se non già matura, preferendo la sicurezza di un piazzato all’alea di una touche: Mercanzin segna due punizioni consecutive (45’ e 48’), garantendo ai tuttoneri un vantaggio relativamente rassicurante (6-28).

Cosa manca? Ma certo, la quarta meta che peraltro non tarda ad arrivare. Al 55’ è D’Incà a schiacciare oltre la linea. Al 62’ Salvan cambia tutta la prima linea, inserendo, oltre a Betteto, i giovani Lazzarotto e Gemelli, quest’ultimo al debutto in Serie A. I nuovi entrati svolgono un ottimo lavoro di contenimento e conservazione del pallone, facendo ben sperare sulla crescita della mischia ordinata dei Cadetti, apparsa più volte in difficoltà a inizio campionato. Al 71’ Del Ry riceve l’ammonizione, ma i compagni sono bravi a tamponare l’inferiorità numerica e a non concedere spazio ai trequarti avversari.

Poco dopo, al 72’, Salvan manda in campo il resto della panchina. Le forze fresche tengono alto il ritmo e non allentano la pressione sulla difesa di Udine. Meneghetti, entrato da poco, finisce sui tabellini grazie ad un piazzato al 78’ che fissa il punteggio finale sul 6-36. Ultima nota da registrare il cartellino giallo comminato alla seconda linea friulana Amura, quasi sul fischio finale del signor Meschini che chiude il sipario su una bella e netta vittoria del Petrarca Cadetti.

Ora il campionato si ferma per tre domeniche: si ritornerà in campo il 3 dicembre.

Nelle altre partite del girone 3, il Santamargherita Valpolicella mantiene la seconda posizione in classifica, grazie alla vittoria interna sul Ruggers Tarvisium (18-0), ma vede ridursi da tre a due punti il proprio vantaggio in classifica sul Petrarca Cadetti. Con ogni probabilità, risulterà decisivo per determinare il secondo posto l’incontro di domenica 3 dicembre p.v. tra le due squadre al “Memo Geremia”. Infine, il Valsugana prevale senza troppi problemi sul Rangers Vicenza (25-7), consolidando un primo posto sempre più in solitaria: i biancorossi conservano il quarto posto.

Il tabellino del match e la classifica aggiornata alla 6a giornata.
Udine (UD), Stadio “Otello Gerli” – domenica 5 novembre 2017
Rugby Udine Union FVG vs Petrarca Rugby 6-36 (6-22)
Marcatori: p.t. 5′ cp. Tarantola (3-0), 22′ cp. Tarantola (6-0), 27′ m. Casalini tr. Mercanzin (6-7), 30′ cp. Mercanzin (6-10), 33′ m. Belluco tr. Mercanzin (6-17), 40′ m. Del Ry (6-22); s.t. 45′ cp. Mercanzin (6-25), 48′ cp. Mercanzin (6-28), 55′ m. D’Incà (6-33), 78′ cp. Meneghetti (6-36).
Rugby Udine Union FVG: Vescovo (11′ p.t. Ciprian); Tarantola, Flynn, Groza, Gerussi; Marconato, Barella (16′ s.t. Zorzetto); Picchietti T., Properzi Curti, Bagolin (28′ s.t. Menegaldo); Macor (cap), Amura; Morosanu, Del Tin (13′ p.t. De Donà), Copetti (23′ s.t. Picchietti R.).
Allenatore: Michael Dwyer
Petrarca Rugby: Coppo; Belluzzo, Belluco (32′ s.t. Covi), Del Ry, Casalini; Mercanzin (32′ s.t. Meneghetti), D’Incà; Capuzzo (32′ s.t. Zulian), Scalvenzi To. (32′ s.t. Galante), Simonato; Zuin, Cerutti (32′ s.t. Scalvenzi Ti.); Cecchinato (22′ s.t. Betteto), Gutierrez Cevallos (22′ s.t. Gemelli), Polliero (22′ s.t. Lazzarotto).
Allenatore: Rocco Salvan
Arbitro: Francesco Meschini di Milano
AA1 Vittorio Favero (Treviso) AA2 Marco Vianello (Treviso)
Cartellini: 25′ p.t. cartellino giallo a Bagolin (Rugby Udine Union FVG), 31′ s.t. cartellino giallo a Del Ry (Petrarca Rugby), 39′ s.t. cartellino giallo a Amura (Rugby Udine Union FVG)
Calciatori: Tarantola (Rugby Udine Union FVG) 2/2; Mercanzin (Petrarca Rugby) 7/9; Meneghetti (Petrarca Rugby) 1/1
Note: Stadio “Gerli” addobbato per l’occasione con bandiere tricolori per celebrare la Festa delle Forze Armate. Giornata piovosa, campo pesante, 100 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Rugby Udine Union FVG 0; Petrarca Rugby 5
Man of the match: Del Ry (Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *