Rugby & Cucina – Ve la ricordate la “Pappa al pomodoro” di Gian Burrasca?

E’ il piatto che ci propone Serena per la sfida di oggi contro I Medicei


di Serena Canuto
(immagine di copertina dal sito www.lacucinaitaliana.it)

“Viva la pappapappa col popopopopopomodro…viva la pappapappa che è un capopolavoro…” Chi di noi ha più di 50 anni se la ricorda ancora. Nella tv in bianco e nero il “Gian Burrasca” interpretato da una giovanissima e brava Rita Pavone cantava il motivetto che tutti i bambini di allora ripetevano come un ossessionato ed inarrestabile refrain a tutte le ore del giorno.

Per la sesta giornata del campionato d’Eccellenza (kik off oggi alle ore 15:00, arbitro il sig. Andrea Piardi) il Petrarca ospiterà in casa i neo promossi fiorentini, Toscana Aeroporti I Medicei ed è a loro che Serena dedica il primo piatto tipico della cucina toscana: la Pappa al pomodoro.
La pappa al pomodoro, è un primo piatto tradizionale della cucina toscana: si tratta di una specie di zuppa a base di pomodoro e pane raffermo.
Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr. di pane toscano raffermo
  • 800 gr. di pomodori maturi o passata di pomodoro
  • 1 l di brodo vegetale
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Per il soffritto (facoltativo):

  • 1/4 di cipolla
  • 1/4 di costa di sedano

Preparazione
Come prima cosa preparate il brodo vegetale e tagliate a tocchetti il pane toscano raffermo.
Se non trovate il pane toscano, usate un tipo di pane poco salato.
Prendete una teglia, ricopritela con carta da forno e sistematevi le fette di pane.
A questo punto, infornatele per qualche minuto dentro al forno preriscaldato a 200°, cottura non ventilata.
Estraeteli dal forno e lasciateli intiepidire.
Poi, sbucciate gli spicchi di aglio e strofinateli energicamente sulle fette di pane.
Se avete scelto di usare i pomodori maturi, procedete lavandoli bene sotto abbondante acqua corrente, praticategli una piccola incisione a croce, e scottateli per pochi minuti in un pentolino con acqua bollente.
Passati pochi minuti scolateli, e proseguite sbucciandoli ed eliminando i semi che troverete all’interno dei pomodori.
Infine, tritateli non troppo grossolanamente con un coltello.
In una padella versate un filo d’olio extravergine d’oliva ed unitevi gli spicchi di aglio che avete usato per insaporire il pane. Accendete quindi la fiamma.
Attendete che l’olio sia caldo ed unite il pane tostato.
La ricetta originale toscana non prevede soffritto, ma nel corso degli anni ha subito varie reinterpretazioni, quindi se volete, potete dare più gusto facendo soffriggere un po’ di cipolla e sedano che avrete opportunamente tritato finemente con un coltello o una mezzaluna, lasciate soffriggere per qualche minuto prima di aggiungere il pane tostato dentro la padella.
Aggiungere il soffritto, vi permetterà di insaporire ulteriormente la vostra pappa al pomodoro.
Unite quindi i pomodori tritati e aggiungete del brodo bollente, ricoprendo totalmente le fette di pane tostato.
Aggiungete il cucchiaino di zucchero.
A vostra discrezione, potete unire del basilico spezzettato con le mani.
Mescolate, salate, pepate e lasciate cuocere a fuoco basso per almeno 40 minuti, aggiungendo di tanto in tanto il brodo caldo rimanente, e continuando a mescolare ogni tanto.
A cottura terminata, spegnete il fornello.
Il risultato finale deve essere una zuppa abbastanza ristretta.
Guarnite con delle foglie di basilico e servite come più preferite: calda, per ristorarvi e scaldarvi durante l’inverno, o a temperatura ambiente o freddo, per rinfrescarvi d’estate.
In entrambi i casi, prima di servire, annaffiate con abbondante olio extravergine d’oliva crudo.
Buon appetito e buon rugby a tutti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *