Non solo Johnny Sexton: Menniti-Ippolito toglie il sorriso a Reggio e salva il Petrarca con un drop allo scadere

La perizia balistica dell’apertura petrarchina, nega una vittoria meritata alla squadra di Roberto Manghi.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Corrado Villarà)
Nel pomeriggio di oggi si sono consumate due “tragedie rugbistiche”.

Allo “Stade de France” nel primo turno del sei Nazioni, dopo un match in assoluto equilibrio, una prodezza da 45 metri di Johnny Sexton all’ 84’ regala la vittoria all’Irlanda sui Blues per 15-13.

Soltanto un’ora prima al “Nando Capra” di Noceto, un drop da 30 metri di Menniti-Ippolito all’80’ gela il sangue nelle vene alla calda tifoseria della Conad Reggio, salvando il Petrarca da una sconfitta che, comunque, nemmeno la squadra di Roberto Manghi meritava.
Il match finisce 28-25 per il team di Andrea Marcato che, a parte il vantaggio iniziale (2’ cp Menniti-Ippolito, 0-3) ha rincorso per tutto il match i diavoli rossoneri.

Una partita nella quale si è vista poca organizzazione di gioco da parte bianconera, molta dagli emiliani che devono recriminare soprattutto per due errori dalla piazzola di Marco Gennari, insolitamente impreciso al piede (oggi 4/7). In vantaggio 22-18, tra il 70’ e il 73’ l’ala rossonera ha mancato due calci su tre da posizioni non impossibili per uno dal piede buono come lui. Il pareggio del Petrarca arriva al 78’: imbeccato da un cross-kick di Menniti-Ippolito sulla tre quarti rossonera, Capraro si fa strada con tre frontini agli avversari schiacciando per la terza meta del Petrarca trasformata da Menniti-Ippolito. Lo show finale dell’apertura petrarchina termina con il drop allo scadere.

Il protagonista di giornata è sicuramente il numero 15 del Petrarca, schierato estremo in partenza, ma che ha dato una svolta al match quando Marcato ha deciso di spostarlo in mediana, arretrando Riera.

Il Petrarca è apparso in difficoltà in difesa (ndr, non prendeva 3 mete dal match contro Calvisano alla 4a) e poco performante sui punti d’incontro, dove si è sentita l’assenza di Cannone e Lamaro. Tanto gioco individuale, ancora molte imperfezioni nelle fasi di trasmissione dell’ovale, falli e qualche nervosismo di troppo. Ad alcuni giocatori manca la continuità: Bacchin rientrava dopo una sosta di due turni; Michieletto fuori da sette; Borean, entrato in sostituzione di Delfino, nell’insolito ruolo di tallonatore. Tutto incide su una prestazione lontana anni luce da quella dell’andata (finita 55-16). Merito anche di Reggio, cresciuto molto nelle ultime giornate, al quale probabilmente è mancata anche un po’ di fortuna.

Le due settimane di sosta serviranno per riorganizzare le idee e mettere dei punti fermi perché dal 17 febbraio non sarà più tempo per esperimenti, si farà sul serio: Calvisano e Fiamme Oro (in casa), e dopo la trasferta a Firenze, il San Donà in casa, Viadana fuori e il derby contro Rovigo all’ultima giornata.

La classifica, per ora, mette sufficientemente al riparo il Petrarca (+12 sulla 5a, +11 sulla 4a) ma la sicurezza non è mai troppa.

Il tabellino del match e la classifica generale.
Noceto (PR), stadio “Nando Capra” – sabato 3 febbraio 2018
Campionato Nazionale Eccellenza, XII giornata
CONAD REGGIO vs PETRARCA RUGBY 25-28 (17-11)

Marcatori: p.t. 2’ cp. Menniti-Ippolito (0-3); 10’ m. Costella tr Gennari (7-3); 23’ m. Benettin (7-8); 26’ m. Panunzi tr Gennari (14-8); 31’ cp Gennari (17-8); 40’ cp. Menniti-Ippolito (17-11). s.t. 46’ m. Devodier (22-11); 58’ m. Trotta tr Menniti-Ippolito (22-18); 70’ cp Gennari (25-18); 78’ m. Capraro tr Menniti-Ippolito (25-25); 80’ drop Menniti-Ippolito (25-28)

Conad Reggio: Farolini (cap); Costella, Paletta, Suniula, Gennari (77’ Ferrarini A.); Rodriguez, Panunzi; Ferrarini F., Rimpelli (62’ Balsemin) (79’ Dell’Acqua), Messori (67’ Mordacci); Du Preez, Devodier (62’ Visagie); Bordonaro (41’ Celona), Manghi, Quaranta.
Allenatore: Roberto Manghi

Petrarca Rugby: Menniti-Ippolito; Capraro, Bacchin (46′ Bettin), Benettin (66’ Fadalti), Rossi (20’-25’ Borean); Riera, Su’a (77’ Francescato); Trotta (73’ Bernini), Nostran (cap.), Conforti; Michieletto (55’ Saccardo), Gerosa; Vannozzi (62′ Filippetto), Delfino (70’ Borean), Acosta (55’ Scarsini).
Allenatore: Andrea Marcato

Arbitro: Stefano Bolzonella (Cuneo)
AA1.: Russo (Milano), AA2.: Laurenti (Bologna)
Quarto Uomo: Poggipolini (Bologna)

Calciatori: Gennari (Conad Reggio) 4/7; Menniti-Ippolito (Petrarca Rugby) 4/7
Cartellini: 17’ giallo a Delfino (Petrarca Rugby)
Note: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Spettatori: circa 350
Punti conquistati in classifica: Conad Reggio 1; Petrarca Rugby 4
Man of the match: Gabriele Messori (Conad Reggio)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *