Cadetti Petrarca: il Valsugana è ancora tabù

Alla squadra di Rocco Salvan non basta aver lottato sino alla fine
La vittoria va al XV di Polla Roux per 19-5
Apprensione per Nicola Benetti, portato via in barella
#nondimentichiamocidilillo: grande la generosità delle tifoserie a favore di Alessandro Battistin
di Enrico Daniele
(foto di Franco Cusinato)

Contro la Cadetti del Petrarca il Valsugana Rugby coglie la sua terza vittoria in altrettante partite in questa stagione sportiva.

Sul terreno appesantito del “Memo Geremia” e con la tribuna colma di pubblico, nonostante un pomeriggio sferzato da un vento siderale, il XV di Polla Roux fa valere la maggior esperienza e fisicità avendo la meglio su un Petrarca “leggero” che avrebbe preferito un terreno di gioco più asciutto. Una gara per molti tratti molto ruvida, carica di agonismo e anche di molta indisciplina, specie da parte degli ospiti, malpunita a nostro modo di vedere dal sig. Chirnoaga, nonostante i due cartellini gialli a Liut e Girardi e al rosso a Lisciani.

Momenti di apprensione per Nicola Benetti uscito in barella dal campo ed immediatamente trasportato in ospedale per una T.A.C., fortunatamente con esito negativo. É lo stesso ex mediano delle Fiamme Oro, dimesso nella serata di ieri, a commentare l’accaduto, raccontando di aver preso un duro colpo fortuito in una fase di gioco precedente, mentre nell’ultima azione il braccio di Navarra lo aveva solo poco più che sfiorato, facendolo cadere a terra cosciente, ma privo di forze. In seguito al ricovero, è scattata la procedura di “concussion” ed il Valsugana dovrà fare a meno del forte giocatore per le 3 settimane previste.

La cronaca della gara registra un maggior possesso e territorialità del Valsugana che ha subito cercato di chiudere nei propri ventidue il Petrarca, costringendolo a capitolare già al 15’ del primo tempo, quando Mamprin schiacciava in meta l’ovale. Benetti trasformava per il 7-0 parziale. Prima frazione di gioco chiusa con la seconda segnatura ospite, stavolta di Girardi che fa valere la sua fisicità. Sul 12-0 si va al riposo.

Alla ripresa del gioco lo spunto d’orgoglio di Zulian che al 45’ marca gli unici 5 punti per un Petrarca che non ha mai mollato la presa. Due minuti prima un placcaggio pericoloso di Liut ai danni di Simonato fa estrarre un cartellino giallo al direttore di gara, contestato nell’occasione, perché apparso troppo magnanimo per un fallo da tutti giudicato molto pericoloso e punibile col rosso. Nonostante l’inferiorità numerica, il Valsugana marca la terza meta dell’incontro con Pivetta, trasformata da Benetti. Al 67’ punita col giallo l’irruenza fallosa di Girardi e al 71’ il rosso a Lisciani, segnalato al direttore di gara dal proprio assistente di linea.

Lo striscione con il claim della raccolta fondi per il sostegno ad Alessandro Battistin (ph Franco Cusinato)

La partita finisce sul 5-19 per gli ospiti che guadagnano 4 punti in classifica utili ad agganciare la seconda posizione divisa con il Verona, sconfitto a sorpresa a Noceto (26-20). Nell’altro match, il Colorno batte nettamente il Valpolicella (38-10) per una classifica che porta i rossi dell’HBS in testa a 11 punti.

Vince la gara di solidarietà il pubblico. Nonostante la giornata fredda è stata notevole la presenza al Memo Geremia e altrettanto generoso il contributo alla raccolta fondi istituita nel segno del #nondimentichiamocidilillo a favore di Alessandro Battistin, ex tecnico delle due squadre. In tribuna presente anche il presidente del Rugby Bassano, Antonio Filippucci, che ha accolto l’invito degli organizzatori a partecipare all’evento di solidarietà

Il campionato si ferma ora per due giornate e riprenderà l’11 marzo prossimo.
Il tabellino del match e la classifica aggiornata.

Padova, Impianti Sportivi Memo Geremia – domenica 18 febbraio 2018
Campionato Serie A – Poule Promozione 2 – terza giornata
Petrarca Rugby vs Valsugana Rugby 5-19 (0-12)
Marcatori: p.t. 15’ m. Mamprin tr. Benetti (0-7); 36’ m. Girardi (0-12); s.t. 5’ m. Zulian (5-12); 21’ m. Pivetta tr. Benetti (5-19)

Petrarca Rugby: Navarra; Belluzzo, Scagnolari, Del Ry (cap.), Casalini (77’ Matteralia); Mercanzin (50’ Gatto), Cortellazzo; Zulian (75’ Galante), Capuzzo, Simonato; Zuin (75’ Cerutti), Sattin; Gutierrez (75’ Betteto), Polliero (39’ Gemelli; 71’ Polliero), Braggié (75’ Lazzarotto).
A disposizione non entrati: Meneghetti
Allenatore: Rocco Salvan

Valsugana Rugby: Mamprin (71’ Rossi); Lisciani, Dell’Antonio, Calderan, Beraldin; Benetti (79’ Sartor), Scapin (52’ Citton); Girardi, Sironi, Rizzo (46’ Ferraresi); Liut (63’ Chimera), Cardo; Paparone (67’ Michielotto), Pivetta (cap.), Sanavia.
A disposizione non entrati: Caporello, Cesaro.
Allenatore: Paul Roux

Arbitro: Gabriel Chirnoaga di Roma
AA1 Cusano (Vicenza) AA2 Vianello (Treviso)

Cartellini: 47’ cartellino giallo a Liut (Valsugana Rugby); 67’ cartellino giallo a Girardi (Valsugana Rugby); 71’ cartellino rosso a Lisciani (Valsugana Rugby)
Calciatori: Benetti (Valsugana Rugby) 2/3; Mercanzin (Petrarca Rugby) 0/1
Note: Cielo coperto, vento forte, temperatura bassa. Campo in buone condizioni. Circa 750 spettatori presenti
Punti conquistati in classifica: Petrarca Rugby 0; Valsugana Rugby 4
Man of the match: Jacopo Pivetta (Valsugana Rugby)

2 commenti
  1. AGOSTINO NALIN dice:

    Innanzitutto grazie per dare a me e a tanti, degli spunti interessanti di lettura su uno sport bellissimo come il rugby. Avendo visto la diretta dell’ incontro, mi scuso se mi permetto di dissentire solo su un paio di punti di questo articolo. Il primo riguarda la pesantezza del terreno di gioco che, avrebbe favorito la compagine ospite. Il secondo punto, sul quale mi trovo in totale disaccordo, riguarda l’ indisciplina sempre della compagine ospite, con tre cartellini, di cui uno rosso, sul quale veramente in tanti non siamo riusciti a trovare giustificazione alcuna…… in ogni caso, rimane sempre solida la convinzione che i giudici in campo sono in tre e, che hanno sempre ragione. Grazie.

  2. Boccaccio Rugby News dice:

    Grazie per il commento. Per ciò che riguarda l’indisciplina e al fatto che in qualche modo sia stata “malpunita” dal direttore di gara, il riferimento è all’episodio del placcaggio pericoloso di Liut a Simonato. A tutti in tribuna è parso un fallo molto pericoloso che poteva essere sanzionato con un “rosso”. A fine gara l’arbitro ha spiegato la motivazione del “giallo”, che rispettiamo, pur non condividendola. Quanto al campo, un terreno di gioco più asciutto avrebbe potuto agevolare la Cadetti del Petrarca, una squadra “leggera”, senza nulla togliere al Valsugana che ha vinto con merito.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *