Il Petrarca tiene il passo delle prime contro le Fiamme Oro

Vittoria senza discussioni 26-7.
Ragusi Man Of The Match, in gran spolvero al rientro dopo lunga assenza e altra ottima prestazione di Fadalti, entrambi in meta due volte.
di Enrico Daniele
(in copertina la prima meta di Simone Ragusi – ph di Franco Cusinato)

Davanti al pubblico di casa un Petrarca in gran giornata batte nettamente le Fiamme Oro 26-7. Anche in doppia inferiorità numerica (giallo a Marchetto e rosso a Vannozzi) la squadra di Andrea Marcato non concede punti all’avversario tenuto a bada per tutto il match. Unica concessione, la meta della bandiera a tempo scaduto e con i 5 punti già intascati. In evidenza tra i bianconeri Simone Ragusi, al rientro dopo una lunga pausa dovuta a piccoli acciacchi, che ha seminato il panico nella difesa avversaria con le sue caratteristiche rasoiate e centrando il bersaglio pesante per ben due volte. Al suo pari Niccolò Fadalti che ha marcato due mete centrando i pali tre volte nelle trasformazioni.

Complessivamente, aldilà dei meriti dei singoli, una prestazione di rilievo per tutti gli uomini in nero, contro un avversario che nonostante la netta sconfitta, non ha mai mollato un attimo la presa. Le Fiamme Oro hanno giocato alla pari del Petrarca, grazie ad un ottimo pacchetto di mischia e destreggiandosi bene anche nelle fasi di gioco aperto dove Bacchetti, Edwardson e Ngaluafe (autore della meta allo scadere) si sono rivelati pericolosi in più di un’occasione.

Unico neo, in una giornata da annotare tra le più positive della stagione petrarchina, il cartellino rosso a Vannozzi, reo secondo l’arbitro Liperini ed il suo assistente di linea Rebuschi, di aver calciato un avversario dopo una fase di mischia chiusa, dove era volato anche qualche pugno. Al Petrarca verrà a mancare un’importante pedina in prima linea, dove qualche problema c’è, visti gli infortuni di Delfino e Santamaria che costringe Marcato a far giocare tallonatore Borean.

Tabellino del match che si sblocca al 20’, dopo molte fasi di studio tra le due rivali che si sono confrontate spesso in mischia chiusa: lo spunto è di Ragusi che dalla propria trequarti innesca una personale azione di rimessa, sgusciando tra gli avversari, per servire poi Francescato e da questi a Fadalti che completa l’opera posando in meta. Immediatamente dopo pericolosa incursione di Bacchetti, fermato in out. Fiamme Oro in 14 al 27’ (giallo a Ngaluafe che schiaffeggia il pallone in mano a Francescato) e Petrarca che approfitta andando in meta con Ragusi che dai propri 10 metri dribbla tutti gli avversari. Primo tempo che si chiude sul 14-0 grazie alle due trasformazioni di Fadalti.

Alla ripresa del gioco, prima inferiorità numerica del Petrarca: Marchetto va in panca puniti, reo di un placcaggio di spalla su Moriconi. Tuttavia, sono ancora i padroni di casa a mettere punti in carniere. Benettin innesca l’azione offensiva partendo dalla propria trequarti inseguito vanamente dagli avversari, palla a Riera che lo affianca fintando il ritorno dell’ovale che invece passa a Nostran e a Fadalti che chiude dietro i pali. Sul 21-0, la doppia inferiorità numerica per il rosso a Vannozzi. L’attenta difesa di casa fa in modo che nulla succeda, nonostante le Fiamme Oro abbiano l’opportunità di avvicinarsi molto alla marcatura. Il match si avvia alla fine col Petrarca che cerca l’affondo e lo trova al 74’ con Ragusi, dopo una serie di percussioni che ha messo in crisi la difesa delle Fiamme Oro. All’80’ la meta di Ngaluafe che trova un bel break dalla propria metà campo.

Match che si chiude sul 26-7 con l’ovazione a Ragusi, Man Of The Match, premiato al termine da Mario Piovan, ex pilone di Fiamme Oro, Petrarca e della Nazionale.

Nelle altre gare vincono sia Calvisano (27-7 contro Viadana) che Rovigo (56-12 in casa della Lazio) e classifica che rimane immutata nella parte alta con le prime tre chiuse in 4 punti. In zona play off allunga la Lafert San Donà (battuto Mogliano 34-23), ora a +7 da Viadana e +8 dalle Fiamme Oro.
Vittoria della Conad Reggio 28-23 sui Medicei.
Il tabellino del match e la classifica aggiornata.
Padova, Stadio “M. Geremia” – sabato 10 marzo 2018
Eccellenza, XIV giornata
Petrarca Rugby vs Fiamme Oro Rugby 26-7 (21-0)
Marcatori: p.t. 20’ m. Fadalti tr. Fadalti (7-0), 37’m. Ragusi tr. Fadalti (17-0), 47’ m. Fadalti tr. Fadalti (21-0); s.t. 74’ m. Ragusi (26-0), 80’m. Ngaluafe tr. Gasparini (26-7).
Petrarca Rugby: Ragusi; Capraro (53’ Rossetto), Benettin (60’ Bacchin), Riera Fadalti (68’ Favaro); Menniti-Ippolito, Francescato (64’ Su’a); Bernini, Nostran, Salvetti; Saccardo (53’ Borean), Michieletto (69’ Bettin); Rossetto (41’ Vannozzi), Marchetto (55’ Saccardo, 56’ Gerosa), Scarsini (50’Acosta).
Allenatore: Andrea Marcato

Fiamme Oro Rugby: Buscema (68’ Gasparini); Ngaluafe, Seno (50’ Quartaroli), Gabbianelli, Bacchetti; Edwardson, Parisotto (60’Calabrese); Cornelli (45 Amenta), Cristiano, Favaro (28’ Amenta, 32’ Favaro); Caffini, Fragnito; Iacob (64’Ceglie), Moriconi (45’ Kudin), Cocivera (45’ Zago).
Allenatore: Gianluca Guidi

Arbitro: Matteo Liperini (Livorno)
AA1 Vincenzo Schipani (Benevento), AA2 Stefano Rebuschi (Rovigo)
Quarto Uomo: Roberto Lazzarini (Rovigo)

Cartellini: 27’ giallo a Ngaluafe (Fiamme Oro Rugby), 44’ giallo a Marchetto (Petrarca Rugby), 52’ rosso a Vannozzi (Petrarca Rugby), 77’giallo a Kudin (Fiamme Oro Rugby)
Calciatori: Fadalti (Petrarca Rugby) 3/3, Menniti Ippolito (Petrarca Rugby) 0/1, Gasparini (Fiamme Oro Rugby) 1/1
Note: osservato un minuto di silenzio in ricordo di Davide Astori, capitano della Fiorentina Calcio prematuramente scomparso in settimana. Cielo nuvoloso con qualche goccia di pioggia, circa 10°. Spettatori 1200 circa.
Punti conquistati in classifica: Petrarca Rugby 5; Fiamme Oro Rugby 0
Man of the Match: Simone Ragusi (Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *