Il Petrarca a Viadana per mantenere il primo posto

Anche se il turno facile è di Calvisano.
Le formazioni annunciate

Federico Conforti, al rientro dopo l’infortunio contro Calvisano e (a dx) Giovanni Scagnolari all’esordio assoluto in Eccellenza dopo essere stato campione d’Italia con l’Under 18 lo scorso anno (ph Enrico Daniele)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Corrado Villarà)

Ultima trasferta stagionale in regular season per il Petrarca, impegnato domani allo “Zaffanella” contro il Viadana Rugby 1970 (kick off ore 16:00, arbitro il sig. Stefano Bolzonella di Cuneo). Il XV di Andrea Marcato, che nell’ultimo turno di campionato ha raggiunto la vetta della classifica in condivisione con Calvisano, affronta la prima delle due insidiose gare riservate dal calendario. Non così per i campioni d’Italia che in questo turno saranno in trasferta contro la Lazio e nel prossimo chiuderanno con Mogliano.

La squadra di Filippo Frati – riconfermato alla guida dei mantovani anche per la prossima stagione – è praticamente tagliata fuori dalla corsa play-off e, pur con qualche importante defezione scenderà in campo determinata a mettere i bastoni tra le ruote al Petrarca (che invece è alla ricerca del punteggio pieno) nonché per salutare degnamente il proprio pubblico dopo una stagione sfortunata per i tanti infortuni.

I precedenti tra le due squadre, dopo il rientro in campionato di Viadana alla conclusione della franchigia Aironi, sono 11 con 7 vittorie del Petrarca e 4 di Viadana. In trasferta il Petrarca ha vinto 3 volte, l’ultima nella scorsa stagione. In questo campionato all’andata era finita 22-20 per il Petrarca.

Il Petrarca a livello di organico, a mio modo di vedere, è la squadra più forte del nostro campionato, perché ha un giusto mix di giocatori giovani e di esperienza, anche internazionale – commenta coach Filippo Fratihanno qualità e quantità, tanti giocatori bravi sia tra gli avanti che tra i trequarti”.

Il tecnico nocetano dovrà fare a meno di Bergonzini squalificato, Caila, Garfagnoli, Grigolon, Wagenpfeil e Ormson infortunati, ed ha annunciato questa probabile formazione con Orlandi capitano e all’ultima gara casalinga (lascerà il rugby a fine stagione): O’Keeffe; Amadasi, Menon, Tizzi, Manu; Biondelli, Bacchi; Denti And., Moreschi, Delnevo; Chiappini, Orlandi (c); Brandolini, Silva, Denti Ant. A disposizione: Ceciliani, Breglia, Ribaldi, Gelati, Anello, Gregorio, Manganiello, Spinelli

Il focus di Andrea Marcato è non perdere la concentrazione, non concedere falli e turnover all’avversario: “Dopo la settimana di pausa – spiega il tecnico padovano – riprendiamo la nostra preparazione ai play off. Giocheremo questa partita come se fosse una semifinale, vogliamo tornare ad essere solidi e in controllo per tutti gli ottanta minuti senza preoccupanti cali mentali come accaduto contro San Donà nell’ultimo turno”.

Fuori per turnover Bacchin, Bernini, Capraro, Michieletto, Salvetti, Favaro; indisponibile Benettin per un risentimento muscolare e Filippetto perché non ancora a posto col ginocchio operato. L’unico dubbio di Marcato nella formazione è l’impiego di Bettin (che in allenamento ha preso una botta) e probabilmente sarà sostituito da Belluco. Un esordiente, campione d’Italia con l’Under 18 nel 2017 e prelevato direttamente dalla Cadetti, destinato a perdere la sua chioma fluente: Giovanni Scagnolari all’ala dal primo minuto.

La probabile formazione del Petrarca: Ragusi; Scagnolari, Riera, Bettin/Belluco, Rossi; Menniti-Ippolito, Su’a; Trotta, Conforti, Lamaro; Saccardo (cap.), Cannone; Rossetto, Delfino, Borean. A disposizione: Acosta, Santamaria, Scarsini, Gerosa, Nostran, Francescato, Rizzi, Fadalti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *