Finale Eccellenza presentata a Palazzo Moroni

Arbitro designato Matteo Liperini.
2.000 i biglietti in prevendita, ma si attendono almeno il doppio degli spettatori.

Andrea Marcato: il tecnico padovano non lascia trasparire alcuna particolare tensioneper la sua prima finale scudetto da neo head coach del Petrarca. La stessa serenità che permea tutto l’ambiente in casa bianconera (ph Enrico Daniele)

di Enrico Daniele
(in copertina foto Enrico Daniele)

Sale la tensione per l’imminente finale del campionato d’Eccellenza, prevista per sabato 19 maggio presso lo Stadio Plebiscito di Padova.
Svelato un primo enigma, ovvero quello dell’arbitro.

Matteo Liperini (ph Corrado Villarà)

Il designatore del C.N.Ar. ha affidato la direzione di gara al fischietto livornese Matteo Liperini, che in carriera aveva diretto anche la finale nel 2016 al Battaglini quando la Femi CZ Rovigo sconfisse Calvisano per conquistare il suo 12° scudetto.
In rete circolava da tempo il nome di Liperini, in ballo con Mitrea che però è stato designato per lo spareggio di Pro 14 tra Ulster ed Ospreys, match valido per l’ingresso alla Champions Cup 2018/19.

In campo assistenti di Liperini saranno AA1 Andrea Piardi (Brescia) e AA2 Vincenzo Schipani (Benevento). Il Quarto Uomo sarà Andrea Laurenti (Bologna), Quinto Uomo Marco Borraccetti (Forlì), Sesto Uomo Giacomo Giovanelli (La Spezia e TMO Stefano Penné (Lodi), quest’ultimo già direttore di gare nella finale scudetto 2011 del Petrarca.
Con Claudio Blessano (altro nome che circolava come possibile per dirigere la finale) Liperini è l’unico ad aver maggiormente arbitrato in stagione Liperini. Infatti, ha diretto 8 gare incontrando sul campo per due volte Calvisano (Rov-Cal 23-20, Cal-FFOO 29-13) e una volta il Petrarca (Pet-FFOO 26-7).

Stamattina, presso la sala Bresciani-Alvarez a Palazzo Moroni la conferenza stampa di presentazione del match, alla presenza dell’Assessore allo Sport Diego Bonavina, del Presidente bianconero Enrico Toffano e di Alessandro Vaccari, Presidente del Patarò Calvisano.

Franco e schietto l’intervento di Bonavina che, senza nascondere imbarazzo, ha dichiarato la sua incondizionata fede bianconera, aprendo poi un simpatico siparietto con Vaccari il quale aveva affermato che Calvisano sarebbe arrivato a Padova la domenica mattina (anziché il sabato).
L’assessore ha poi sottolineato che l’amministrazione comunale si è prodigata e sta lavorando alacremente per rendere il più possibile accogliente il Plebiscito e, soprattutto, il terreno di gioco (nota dolente di uno stadio il più delle volte abbandonato a sé stesso per mancanza di un’attività sportiva continua).

Nel suo intervento, Enrico Toffano non ha mancato di ringraziare le varie amministrazioni che si sono succedute da quando è presidente del Petrarca, per l’aiuto dato al Petrarca in occasione delle partite giocate al Plebiscito ed in generale per il sostegno alla società.
Come spesso accade in questi frangenti, Toffano tocca il tasto dolente della “tifoseria” esprimendo il solito rammarico per la mancanza di appeal tra la città di Padova ed il Petrarca (ma anche del rugby in generale), augurandosi che almeno stavolta la città risponda all’appello.

Dal canto suo, il Presidente Vaccari ha dichiarato che, nonostante Calvisano sia abituata alle finali (n.d.r. 6 finali negli ultimi 10 anni, 5 vinte) quella di sabato sarà una partita dove tutto ripartirà da zero e non conterà ciò che si è fatto prima. Ricorda poi il primo scudetto del Calvisano, vinto proprio al Plebiscito contro la Benetton Treviso nel 2005 (n.d.r. 3 le finali di Calvisano al Plebiscito).

Presente anche Andrea Marcato che, come suo solito, non dimostra nessuna apparente tensione e alle domande dei giornalisti che gli chiedono come sta la squadra risponde che, salvo 2-3 incertezze (che risolverà tra oggi e domani) tutti sono disponibili. Anche capitan Alberto Saccardo concorda col suo tecnico nell’affermare che l’ambiente è sereno, pur conscio dell’importanza del match.

Quanto alla giornata di sabato, la macchina organizzativa si è già mossa per tempo e fervono i preparativi perché tutto funzioni al meglio.
Buona la prevendita che terminerà venerdì 18 maggio alle 12:30 (c/o segreteria del Petrarca Rugby): ad oggi sono stati venduti circa 2.000 biglietti (più di 400 a Calvisano da dove sono previsti in arrivo 4 pullman di tifosi.

La biglietteria al Plebiscito aprirà alle ore 14:00.

É prevista l’apertura dello stand gastronomico con abbondante anticipo rispetto all’inizio del match che sarà alle 17:00.

Per arrivare allo stadio, dato che il parcheggio del Plebiscito è piuttosto limitato e molti posti saranno riservati a tecnici e autorità, è consigliabile utilizzare il parcheggio scambiatore al capolinea nord del tram dal quale arrivare allo stadio in circa 10 minuti a piedi. Alternativa il parcheggio al capolinea sud e con il tram in circa 30 minuti si arriva alla fermata “San Gregorio” a 5 minuti a piedi dal Plebiscito.

Therugbychannel.it riprenderà in diretta streaming il match: telecronisti Andrea Trombini e Antonio Romeo (di Rovigo) mentre Simone Varroto (di Padova) si occuperà delle interviste a bordo campo.

Domani le probabili formazioni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *