Arrivi & Partenze e i “rumors”: Lafert San Donà

Il nuovo tecnico Craig Green punta sulla linea giovane.
di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

Sfumati i play off, sorpassati sul filo di lana dalle Fiamme Oro (corsare a San Donà nello scontro diretto), la Lafert San Donà cambia molto l’assetto a cominciare dal tecnico. Al posto del sudafricano Zane Ansell (accasato a Verona), dal Tarvisium arriva il neozelandese Craig Green che ha come obbiettivo primario ricostruire la squadra, possibilmente puntando su una linea giovane, per un campionato di transizione.

CONFERME
Come tutti i club di Eccellenza, anche la società in riva al Piave affida l’ufficialità ai soli comunicati stampa che, ad oggi, vedono il rinnovo certo dei soli Paul Derbyshire (1986) e Andrea Ceccato (1985), due senatori del gruppo. Indiscrezioni vogliono confermati, tra gli altri, Reeves, Bertetti, Ros, Schiabel, Zanusso L, Dal Sie, Catelan, Pratichetti, Bardella, Falsaperla, Vian GL, Pasqual, Crosato, Bacchin G.

CESSIONI
Ha fatto scalpore, creando un vero e proprio caso con le dimissioni da portavoce delle società di Eccellenza del presidente Alberto Marusso, l’uscita di James Ambrosini perché arrivata con abbondante anticipo rispetto alla fine del campionato, quando i biancocelesti erano in piena corsa per i play off. Destinazione Fiamme Oro per l’apertura ex Benetton Treviso. Nuova squadra anche per il mediano di mischia Marcelin Rorato che, dopo tanti anni a San Donà, si rimette in gioco alla corte di Pasquale Presutti a Firenze. Lasciano anche Michael Van Vuren e Kyle Van Zyl, assorbiti dal Patarò Calvisano, mentre Gianmarco Vian si è accasato a Rovigo.

ARRIVI
Unica certezza sul fronte degli arrivi della 2a linea Michele Sutto (1986). Già campione d’Italia con il Petrarca nel 2011. Dopo il passaggio alle Fiamme Oro, Sutto proviene dal Tarvisium.

RUMORS
La società vorrebbe puntare sui giovani e stanno valutandone un paio sempre dal Tarvisium. Inoltre, grande interesse per il tallonatore classe 1996 Giacomo Nicotera dal Mogliano. Tra i biancocelesti potrebbe rientrare anche il pilone Matteo Zanusso, in uscita dalla Benetton Treviso, appetito però da Calvisano, mentre voci vorrebbero anche il ritorno di un altro ex, il centro Enrico Bacchin. Su quest’ultimo esistono però più di qualche perplessità, viste le due stagioni non felicissime al Petrarca. Dai Campioni d’Italia potrebbe arrivare invece una giovane promessa che a Padova non ha troppo spazio ed ha bisogno di minutaggi per crescere. Si tratta del centro Giovanni Scagnolari (1999), già campione d’Italia nel 2017 con l’Under 18 petrarchina.
Dubbi sulle riconferme di Jaco Erasmus che avrebbe un posto da tecnico alla Tarvisium, oltre che un contratto di lavoro full-time. Gino Lupini pare destinato a seguire Rorato ai Medicei e le sirene chiamerebbero Bogdan Iovu a Colorno. Difficili le riconferme dei sudafricani Wessels e Bauer.
Chiaramente venendo a mancare Erasmus e Wessels, San Donà è alla ricerca di seconde linee, ma anche di un pilone destro dall’estero (NZL) o dalla serie A.
In forse anche la permanenza di Filippo Giusti che potrebbe addirittura smettere di giocare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *