Arrivi & Partenze e i “rumors”: Verona Rugby

Qualcosa si muove in riva all’Adige.
Il colpo potrebbe essere Matteo Pratichetti dalle Zebre.

Raffaella Vittadello, padovana presidente del Verona Rugby, imprenditrice col marito nel settore del marmo. Ha preso in mano il timone dal CUS Verona un paio d’anni fa ed il suo progetto di un nuovo stadio è in fase di completamento (ph dal sito della testata L’Adige)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

All’inizio della scorsa stagione noi del BRN l’avevamo data per favorita e così è stato. Il Verona Rugby ha confermato i pronostici aggiudicandosi lo storico passaggio in Eccellenza (dopo 55 anni) alla pari del Valsugana Rugby, sconfitto però nella finale scudetto dagli “antracite” che possono fregiarsi quindi anche del titolo di Campioni d’Italia di Serie A 2017-18.

Una società, quella veronese, dalle grandi ambizioni, guidata da una delle poche donne presidente, la padovanissima Raffaella Vittadello, che solo un paio d’anni fa ha preso le redini del comando dal CUS. A Verona è in fase di ultimazione il nuovo stadio (che si dice essere uno degli impianti più belli in Italia) e le premesse ci sono tutte perché Verona diventi sin da subito una delle protagoniste del massimo campionato.

Si riparte dalla conferma del titolare della panchina, Antonio Zanichelli che, tuttavia, dovrà essere affiancato da un nome nuovo, vista l’indisponibilità del suo assistant Paolo Borsatto.

CONFERME
A Verona si sono preoccupati immediatamente di tenersi stretti i pezzi pregiati. Confermate per la prossima stagione le presenze della 2 linea Jeff Montauriol, (esperto e grande conoscitore della rimessa laterale); quella di Ruben Riccioli, 3 linea classe 1992; conferme anche per i due irlandesi del gruppo, l’estremo Conor Gaston (classe 1990) e l’apertura James McKinney (classe 1991). In via di definizione anche gli altri contratti.

CESSIONI
Ancora presto per le cessioni (non ci sono conferme ufficiali dal club). E’ probabile che qualcuno scelga altre strade, magari per motivi di lavoro o studio, considerato che il salto di categoria comporta un maggior impegno di tempo.

ARRIVI
Nessuna conferma ufficiale ma tante voci ufficiose. Verona opera spesso in sintonia con il Petrarca e dai Campioni d’Italia in carica potrebbero arrivare alcune pedine utili.

RUMORS
Il nome più prestigioso, sicuramente nel mirino del Verona, è quello di Matteo Pratichetti, centro classe 1985 in uscita dalle Zebre. Pratichetti ha un curriculum di tutto rispetto (Capitolina, Calvisano, Viadana, Aironi) comprese 25 presenze con la Nazionale Maggiore condite da 5 mete.

Dicevamo della collaborazione col Petrarca: capitano del Verona è Marco Artuso, figlio del DG bianconero Giuseppe che si è visto spesso in riva all’Adige ed è stato compagno di Borsatto nel Petrarca anni ’80. Dalla squadra del Santo potrebbero arrivare tre rinforzi: si fanno i nomi di Vincenzo Delfino (tallonatore classe 1988), Jacopo Salvetti (2 linea, 1993) attualmente impegnato con la Nazionale Seven, Giacomo Bernini (terza centro, 1989).

Altro giocatore che interessa al Verona è Michele Mortali (apertura, 1990) attualmente in forza al Calvisano.

Altre indiscrezioni parlano dell’arrivo del pilone cileno classe 1996 Vittorio Lastra Masotti nientemeno che dal Valsugana Rugby, ma anche di Matteo Zanusso (pilone, 1993) in uscita dalla Benetton Treviso.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *