Arrivi & Partenze e i “rumors”: 10 innesti nelle Fiamme Oro

James Ambrosini da San Donà, il passaggio che ha fatto più discutere.
In rete la “solita” diatriba sul presunto professionismo delle Fiamme Oro.

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

Il XV della Polizia di Stato, nella stagione appena conclusa arrivato per la seconda volta ai play-off, ha annunciato l’arrivo di 10 nuovi giocatori nella già ampia rosa a disposizione di Gianluca Guidi, sulla panchina cremisi per il secondo anno.

In rete, come spesso accade ogni anno nella fase di mercato, riaffiora l’eterna diatriba sul (presunto) professionismo delle Fiamme Oro.

Giudizi favorevoli e contrari si equivalgono, tuttavia una cosa è certa: le Fiamme Oro non vincono uno scudetto dal lontano 1968 (il quarto della loro storia) ed erano “professionisti” anche allora in un campionato di dilettanti. Nelle ultime stagioni hanno vinto solo un Trofeo Eccellenza (2014) che, per la formula adottata nel torneo, vale quel che vale.

A nostro parere ci si potrebbe lamentare se fosse una squadra “pigliatutto”, cosa che, per ora, non è. Perciò, tanti auguri alle Fiamme Oro perché lo possano diventare presto: nel frattempo la FIR, o la nascente (?) Lega, si faccia carico di fare chiarezza in tal senso, anche se, teoricamente, i giocatori delle Fiamme Oro sono prima di tutto poliziotti. Infatti, come gli altri atleti facenti parte del Gruppo Sportivo delle FFOO, sono inquadrati nel ruolo degli agenti ed assistenti della Polizia di Stato e durante la pausa estiva, pur breve, i giocatori diventano a tutti gli effetti dei poliziotti, anche se difficilmente vedremo i vari Amenta, Quartaroli, Buscema seduti su una volante a pattugliare le strade: semplicemente assolveranno ad altri incarichi.

CONFERME
Sostanzialmente i giocatori sono tutti riconfermati, ad eccezione di quelli ceduti alle due franchigie e di quelli che hanno chiesto il trasferimento in sede diversa dalla Caserma Gelsomini. I nomi non sono ancora stati ufficializzati, se non quelli di Simone Favaro e Adriano Daniele che da questa stagione entrano a far parte degli “effettivi” nel XV della Polizia di Stato.

CESSIONI
Luca Roden rientra al Valsugana dopo una sola stagione tra i poliziotti. Note le cessioni di Giovanni Licata (che praticamente non ha mai giocato con le Fiamme Oro essendo un permit player alla Zebre) e di Giuseppe Di Stefano alla Benetton Treviso.

ARRIVI
Quello che ha fatto più discutere è senz’altro l’arrivo (si dice che l’accordo sia stato preso ancora a gennaio) come esterno di James Ambrosini, l’apertura italo australiana la scorsa stagione in forza alla Lafert San Donà e prima alla Benetton Treviso. Un passaggio che ha determinato le ire del Presidente biancazzurro Alberto Marusso, con relative dimissioni da portavoce della nascente (?) Lega delle società di Eccellenza.

Altri nove gli ingressi tra i cremisi, dopo il concorso: su tutti quello di Alessandro Vannozzi, pilone romano classe 1990, fresco di scudetto col Petrarca. Con lui quattro giocatori dall’Accademia Federale Ivan Francescato: Giovanni d’Onofrio (ala, 1998), Leonardo Mariottini (pilone sinistro, 1999), Matteo Nocera (pilone destro, 1999) e Alessandro Forcucci (centro, 1998). Da Rovigo arriva Andrea De Marchi (3 linea, 1992), con trascorsi in Pro 14 con la Benetton Treviso; da Calvisano Ugo d’Onofrio (2 line, 1995); da Viadana l’utility back Michelangelo Biondelli (1998) e per finire, da Mogliano il mediano di mischia Lorenzo Masato (1996).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *