Arrivi & Partenze e i “rumors”: Rovigo punta sui “millennial”

Tanti i giovani aggregati alla squadra, ma arriva anche l’esperto Halvorsen (ex Mogliano) e Nibert (ex Colorno).
Rientra anche Cicchinelli dopo un anno alla Lazio, con Diego Antl.

di Enrico Daniele
(in copertina Halvorsen e Nibert)

Quasi del tutto delineato il roster della Femi CZ Rovigo (si chiamerà ancora così la prossima stagione?) con una panchina dove adesso gli head coach saranno ufficialmente due: Umberto Casellato, infatti, affiancherà alla pari Joe McDonnell dopo averlo supportato nella scorsa stagione quando il tecnico trevigiano era diviso tra l’incarico di Director Of Rugby a Colorno e assistant a Rovigo.

Manca ancora qualche tassello in una rosa che per ora conta 35 elementi con l’innesto di molti giovani dalla Under18 e dalla Cadetti rossoblù. Come successe al Petrarca del “dopo Presutti”, l’intento della società di via Alfieri è ufficialmente quello di abbassare l’età media della squadra, anche se il motivo principale potrebbe essere una riduzione sensibile del budget a disposizione.

 
CONFERME
Diciannove i giocatori confermati della scorsa stagione con Guido Barion senatore del gruppo con i suoi 32 anni. In rosa anche i centri Joe Van Niekerk e Dennis Majstorovic (1989), i più “anziani” tra i riconfermati. Davide Vecchini, Thomas Parolo e Francesco Modena i più giovani (1999)

CESSIONI
Il rinnovamento dei bersaglieri per la prossima stagione era partito con la non riconferma di ben 14 giocatori, tra i quali il capitano Edoardo Ruffolo accasatosi a Viadana. Anche Samuele Ortis passa in Pro14 alle Zebre, Andrea De Marchi alle Fiamme Oro e Perry Parker andrà in Francia a Digione in Federal 1. Altre partenze: Biffi a Firenze, Boggiani a Noceto. Balboni a Viadana, Muccignat a Reggio, Barani a Piacenza e Cincotto a Mogliano. Rientro in patria per Robertson-Weepu. Non confermati Pasini (probabile rientro a Piacenza), Jordan (Verona?), e Zanini (Medicei?).

ARRIVI
Tanti i giovani aggregati dalla Under18 (che da quest’anno ritorna sotto la gestione della Monti Rovigo dopo un braccio di ferro tra la stessa società guidata da Attilio Roversi e la Rugby Rovigo Delta di Nicola Azzi) e dalla Cadetti (che farà parte di un progetto di franchigia con il Badia, nell’intento di farla diventare la seconda squadra rossoblù): Merlo (1998), Lugato, Tellarini, Roncon, Borin e Visentin (tutti millennial nati nel 2000).

Tuttavia, gli acquisti di spicco sono il terza linea sudafricano classe 1988 Thorleif Halvorsen, volto noto dell’Eccellenza perché ex giocatore di Mogliano e San Donà. Da Colorno, con gli auspici di Casellato, altro volto noto (ex permit alle Zebre) Julien Nibert, 2a linea francese classe 1993 già dello Stade Française (5 presenze in Challenge Cup). Dai rossi di Parma, annunciato da tempo, anche Matteo Canali, pilone del 1998. Dopo un anno alla Lazio, rientra anche Gabriele Cicchinelli (1990, 3a linea), accompagnato da Diego Antl, utility back argentino classe 1990. Da Mogliano arriva il giovane centro 1998 Andrea De Masi e da San Donà scende a Rovigo Gianmarco Vian, 3a linea del 1993. Tre i ragazzi pescati dall’Accademia Federale Ivan Francescato: Gianmarco Piva (m. mischia, 1999), Michele Mantovani (2a linea, 1998) e Nicolò Pomaro (pilone classe 1998).

RUMORS
Secondo le indiscrezioni, dovrebbero mancare ancora quattro innesti (due avanti e due trequarti) con la possibilità che uno tra questi sia il quarto giocatore straniero.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *