I Campioni d’Italia ai blocchi di partenza: oggi il primo raduno del Petrarca Rugby

C’è curiosità per conoscere i volti nuovi.
La convocazione alle 16:30 al “Memo Geremia”.

A sinistra Alessandro Banzato, nuovo Presidente del Petrarca Rugby, con Enrico Toffano, suo grande amico ed ex Presidente. Con loro alla guida il Petrarca ha conquistato due scudetti nel 2011 e nel 2018 (ph Corrado Villarà)

di Enrico Daniele
(in copertina e nel servizio foto di Corrado Villarà)

Messo in archivio il 19 maggio, i Campioni d’Italia del Petrarca Rugby iniziano oggi ufficialmente la preparazione per difendere il “drapeau” scucito dalle maglie del Patarò Calvisano, l’ultimo avversario della scorsa stagione.

La prima grande novità è il cambio al timone di comando, lasciato da Enrico Toffano (2 gli scudetti sotto la sua guida) ad Alessandro Banzato, da sempre a fianco dell’ex presidente bianconero.
Quella di Andrea Marcato sarà un Petrarca cambiato meno rispetto agli anni scorsi (squadra che vince non si cambia) e, a parte la dolorosa partenza del “Frecciarossi”, metaman della scorsa stagione, poche pedine di rilievo hanno lasciato la casacca bianconera.

Piuttosto, l’attesa è per conoscere i volti nuovi del roster. Alcuni più noti, come Michele Rizzo (1982) che torna all’ovile per chiudere la carriera dopo una grande esperienza in Inghilterra con i Leicester Tigers, o come Nicola Grigolon (1994, ex Valsugana) che tuttavia non sarà subito disponibile perché in recupero da infortunio. Anche il tallonatore Tommaso Cugini (1994), annunciato ufficialmente sabato scorso, è giocatore noto per aver maturato esperienza nel massimo campionato italiano con la casacca della Lazio.

Curiosità quindi per Michele Mancini Parri, pilone della Nazionale Under 20; Ludovico Manni, terza linea proveniente da Mogliano; Luca Zini, mediano d’apertura di cui si parla un gran bene e destinato sotto l’ala protettrice di Andrea Menniti Ippolito; tutti giovani classe 1998.
Si attende la conferma ufficiale dell’arrivo di Alexandre Wrubl, seconda linea 1998 di scuola bresciana.

Non saranno del Petrarca Giovanni Scagnolari e Federico Pavan, due giovani mandati a maturare a Mogliano, mentre oltre al già citato Simone Rossi, non vestiranno più la casacca bianconera Alessandro Vannozzi, Enrico Bacchin, Giacomo Bernini, Vincenzo Delfino, Jacopo Salvetti, che il Petrarca ritroverà comunque da avversari in campionato. Chiude la carriera Filippo Filippetto (fisio nello staff della Benetton) ed esce di scena anche Jacopo Morona, alle prese con un problema alla spalla non ancora definitivamente risolto.

Da oggi si fa sul serio: primi test fisici e poi la dura preparazione per il campionato che inizierà nel weekend del 15 e 16 settembre e chiuderà con la finale il 18 maggio 2019. Di nuovo avrà anche il nome: via la vecchia e discussa denominazione “Eccellenza”, ora si chiamerà Top 12.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *