Preseason Top12: è tempo di test match per i Campioni d’Italia

Sarà la neo promossa Verona Rugby ad ospitare l’Argos Petrarca Rugby nella prima uscita stagionale.
Marcato: “I ragazzi nuovi si sono subito integrati bene e sembrano con noi da molto più tempo”
Rumors: sembra fatta anche per Andrea De Masi che non si è accordato con Rovigo.

Andrea Marcato (a sx) con Augusto Allori, suo assistant per gli avanti. Il tecnico padovano è arrivato al successo alla prima conduzione da head coach sulla panchina del Petrarca (ph Enrico Daniele)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine dal sito Verona Rugby)

É tempo di test match preseason anche per i Campioni d’Italia. Infatti, dopo Fiamme Oro, Medicei e Rovigo, che hanno già aperto le “danze ovali” con due gare venerdì e sabato scorso, anche l’ Argos Petrarca Rugby di coach Andrea Marcato romperà gli indugi sabato sfidando la neo promossa Verona Rugby nel Centro Sportivo di Parona, via della Diga 6 (kick off ore 18:00).

Il match, inizialmente previsto alla Guizza, sarà giocato nel vecchio impianto della società scaligera prima del definitivo passaggio nel nuovo e moderno centro sportivo di via San Marco, che sarà inaugurato il 1° settembre.

A poco meno di un mese dall’inizio del campionato, ed alla quarta settimana di potenziamento con poca palla in mano, il nuovo Petrarca si svelerà quindi ai tifosi nella sua nuova veste. Essenziali, ma mirati e di sostanza, i nuovi innesti nel roster bianconero: Tommaso Cugini (dalla Lazio), Davide Goldin (dalle giovanili), Nicola Grigolon (da Viadana), Michele Mancini Parri (da I Medicei), Lodovico Manni (dal Mogliano), Luca Zini (dal Cus Genova) e Michele Rizzo, che è ritornato alla base dopo le esperienze a Treviso e a Londra con i Leicester Tigers.  Dall’altra parte della barricata, molti gli ex: a Furia, Soffiato, Zago, D’AgostinoNeethling e Artuso (già protagonisti con Verona della promozione nel Top12) quest’anno si sono aggiunti BerniniDelfino e Salvetti (quest’ultimo in prestito). Una sfida tra molti volti noti, quindi, con i padroni di casa dei quali si fa un gran parlare, giudicati dagli addetti ai lavori come una delle possibili rivelazioni del campionato.

La formula del match non è ancora stata concordata tra i due tecnici, ma Andrea Marcato (che a breve contatterà Antonio Zanichelli) ritiene probabile si giochino 3 tempi da 20 minuti con cambi liberi.

Dal punto di vista degli indisponibili, Marcato ci conferma che la preparazione non è mai stata a ranghi completi: sono sempre mancati i 5 permit (Lamaro, Cannone, Mancini Parri, Manni e Borean) che lo saranno anche per le prossime settimane, oltre a Goldin (impegnato con la Nazionale Under 20). Per sabato è probabile manchino alcuni giocatori lievemente infortunati e, sicuramente, non saranno del match Fadalti e Grigolon, disponibili solo dopo l’inizio del campionato.

Abbiamo chiesto a Marcato le prime impressioni su queste prime settimane di lavoro e sui nuovi arrivati: “Sono molto contento di come abbiamo iniziato la preparazione – ci dice il tecnico padovano – i ragazzi sono arrivati tutti molto preparati fisicamente e stanno lavorando sodo ogni giorno. I nuovi si sono subito integrati bene e sembrano con noi da molto più tempo”.

Tra quest’ultimi il meno conosciuto ai più è Luca Zini, sostituto di Antonio Rizzi e possibile “alter ego” di Menniti Ippolito all’apertura: “Luca è un ragazzo molto giovane – afferma Marcato – ma con la professionalità di un giocatore adulto. Ha grandi doti fisiche, molto solido in difesa ed ama attaccare la linea. È un’ottima alternativa a Menniti Ippolito, ma potrà essere schierato anche in altri ruoli”.

Non ci resta altro che aspettare dunque sabato per il primo assaggio col terreno di gioco del Campioni d’Italia.

Rumors
Sul fronte degli arrivi sembra fatta per Andrea De Masi che non ha trovato l’accordo con Rovigo. Attualmente, il trequarti centro ex Mogliano, è tra i permit player alla Benetton Treviso.

A sx Luca Zini, promettente mediano d’apertura arrivato a Padova dal CUS Genova. A dx Andrea De Masi, centro ex Mogliano, che non ha trovato l’accordo con Rovigo e potrebbe accasarsi al Petrarca.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *