Preseason Top12: Petrarca, secondo test match a Reggio

Sabato 25 contro Valorugby Emilia al Mirabello.
Marcato: “Sono contento della prova contro Verona, con Reggio sarà un altro test importante”.
Manghi: “Abbiamo impostato la pre-season contro squadre di alto livello per testare a che punto siamo”.

Un’immagine del test match vinto dal Petrarca sabato 18 agosto contro Verona (ph Corrado Villarà)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

Secondo test match pre-season per l’Argos Petrarca Rugby dopo la buona prestazione di sabato scorso a Verona (1-5 le mete). Alla prima uscita con la palla in mano, dopo quattro settimane di lavoro sul potenziamento, gli uomini di Andrea Marcato avevano mostrato molta attitudine al gioco e una buona forma fisica. Sabato saranno nuovamente in trasferta, stavolta a Reggio Emilia contro il Valorugby Emilia (ex Conad Reggio – Stadio Mirabello, kick off ore 18:30).

Concordata la formula del match con il coach dei diavoli rossoneri Roberto Manghi: si giocheranno due tempi da 40’ con water break ai 20’ e cambi liberi.

Tra i Campioni d’Italia sarà l’occasione di vedere in campo Tommaso Cugini e Niccolò Cannone (non presenti sabato scorso). Assenti giustificati per la convocazione con la Nazionale Seven Luca Zini ed Andrea Trotta.

Il Valorugby Emilia, alla prima uscita stagionale, potrà valutare i nuovi arrivati in prima linea: il pilone argentino Marcos Schiappapietra (1991), il sudafricano Nico Du Plessis (1993) e Matteo Muccignat (ex Femi CZ Rovigo), ma anche l’apertura libanese ex Worchester, Karim Jammal (1988), il mediano di mischia ex Medicei, Emilio Fusco (1997) e il terza linea ex FFOO, Lorenzo Favaro (1992). Nel roster rossonero anche una giovane terza linea brasiliana, Hudson Ferretti (1999), oltre ai soliti noti (Farolini, Panunzi, Manghi, Rodriguez, Rimpelli, Paletta) con Marco Gennari (miglior marcatore dello scorso campionato con 169 punti). Un roster ancora “work in progress”, che attualmente conta 33 elementi con una età media piuttosto bassa (23,30) a conferma del progetto voluto dal presidente del nuovo corso emiliano, l’imprenditore “cow boy” Enrico Grassi.

Il roster quasi al completo del Valorugby Emilia che sabato affronterà i Campioni d’Italia dell’Argos Petrarca Rugby (ph Uff. Stampa Valorugby Emilia)

Ecco le dichiarazioni dei due tecnici.

Tante le cose positive viste da Andrea Marcato sabato scorso, che è contento della prova dei tanti ragazzi giovani. È il nostro secondo impegno e vogliamo fare un ulteriore passo avanti nella nostra preparazione – ci dice il tecnico dei Campioni d’Italia – Loro sono alla prima uscita ma ci aspettiamo una prova molto fisica. È una squadra cresciuta tantissimo nel corso della stagione scorsa, lo staff tecnico è rimasto uguale. Sono convinto che sarà un match molto interessante per valutare il nostro stato attuale”.

Dal canto suo Roberto Manghi dichiara di aver impostato le amichevoli pre-campionato contro squadre di alto livello per capire a che punto stanno con la preparazione. “Mancano tre settimane, stiamo ancora plasmando la squadra che però ha basi solide – afferma il tecnico emiliano – Ripartiamo dall’ottimo finale di stagione scorsa con lo zoccolo duro dei vari Farolini, Panunzi, Manghi, Gennari, Rimpelli, Paletta. Abbiamo potenziato la prima linea con due nuovi piloni destri e la terza linea. In più sono curioso di vedere all’opera i tanti nostri giovani che abbiamo deciso di lanciare in prima squadra. Ci sono tutti gli ingredienti e i presupposti per disputare una buona stagione”.

Come sabato scorso, al seguito del Petrarca è previsto un buon numero di tifosi.

Ancora Marcato: “Troveremo il centrale del Memo Geremia solo alla quarta di campionato, ma è anche vero che le prime 2 partite le giocheremo al Plebiscito, campo che l’anno scorso ci ha dato grandi soddisfazioni. Per quanto ci riguarda il terreno di gioco non sarà mai un alibi…ed in più spero che anche questo anno il nostro 16º uomo possano essere i nostri tifosi”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *