Preseason Top12: buona anche la seconda per il Petrarca, Valorugby sconfitto 10-21

Partita ruvida, non bella e con un pizzico di tensione in più.
Cartellino giallo a Cannone e Quaranta.
Vincono anche Rovigo, Calvisano e Medicei.

L’ultima meta dell’incontro marcata da Alberto Costella (ph Daniel Cau)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

L’ Argos Petrarca Rugby vince anche il secondo test match pre-season (disputato sulla lunghezza di due tempi da 40’ con water break ai 20’)  contro il Valorugby Emilia giocato al campo Crocetta Canalina di Reggio. Gli uomini di Andrea Marcato si sono imposti 21-10 ma la squadra di casa ha dimostrato di saper tener testa ai Campioni d’Italia, confermandosi team solido in difesa e che sa rendersi pericoloso anche in fase offensiva.

In vantaggio per prima con Richard Paletta (meta al 2’ non trasformata) abile a raccogliere una palla alta calciata da Luciano Rodriguez e mancata alla presa di Tommaso Coppo, la squadra allenata da Roberto Manghi ha provato altre volte a raddoppiare nei primi 15’. Il Petrarca però ha ribaltato il fronte del gioco riversandosi nei 22 avversari, tuttavia non riuscendo a finalizzare le tante occasioni create per l’opposizione solida della difesa avversaria e per alcune imprecisioni alla mano. Solo poco prima dello scadere, al 33’, trova la meta con Francesco Favaro (tr Menniti-Ippolito) lesto a schiacciare sulla bandierina di sinistra una palla rapida uscita da un raggruppamento sotto l’acca avversaria.

Il primo tempo si chiudeva con una azzuffata di troppo, dopo un paio di episodi simili in precedenza e altrettanti richiami, che ha costretto la sig.ra Clara Munarini, direttore di gara, a mandare in panca puniti sia Cannone che Quaranta.

Alla ripresa del gioco, la solita girandola delle sostituzioni. Riera, uno dei subentrati, si mette subito in luce con una azione penetrante dalla metà campo, palla per il giovane Broggin e meta di quest’ultimo, trasformata da Menniti-Ippolito. Al 17’ da una rimessa laterale, l’ovale esce per Enrico Francescato che buca la difesa di casa e marca la terza meta, trasformata da Alberto Benettin.

Qualche minuto dopo un break di Rodriguez non trova adeguato sostegno ma al 22’ è Alberto Costella a bucare la difesa del Petrarca posando la palla sulla bandierina di destra. Gennari manda fuori la trasformazione e la gara finisce sul punteggio di 10-21 con il Petrarca stabilmente nei 22 avversari.

Tante le imprecisioni e gli errori alla mano da parte di entrambe le squadre, qualche nervosismo di troppo, specie nel primo tempo, e ancora tanti dettagli da sistemare. Petrarca già in buona condizione fisica, Valorugby (al primo contatto vero con la palla) solido specie nel pacchetto degli avanti.

Prossimo impegno del Petrarca al Torneo degli Angeli sabato 1 settembre contro Lafert San Donà.

Nelle altre gare: vittoria della Femi CZ Rovigo 33-31 sulle Fiamme Oro e del Patarò Calvisano a Mogliano, 41-0, entrambe giocate ieri.
Oggi allo Zaffanella, vittoria de I Medicei 28-17 contro Viadana e al Pacifici pareggio 10-10 della Lafert San Donà contro Verona Rugby.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *