Serie A: intervista a Rocco Salvan, tecnico della Cadetti del Petrarca

Un campionato con una nuova formula.

A destra Federico Conforti, che affiancherà Rocco Salvan nella panchina della squadra Cadetti del Petrarca. A sx il preparatore atletico, Fabio Michielon (ph dal sito Argos Petrarca Rugby)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

Il campionato di Serie A al via il prossimo 14 ottobre, cambia formula. Trenta squadre, anziché 24 come le passate edizioni. Ripescata all’ultimo momento, per la mancata iscrizione dell’Aquila Rugby Club, la Società Amatori Rugby Alghero. Due le promozioni nel Top12, mentre le retrocessioni saranno quattro.

La formula prevede tre gironi all’italiana formati da 10 squadre, composti su base territoriale e meritocratica, con gare di andata e ritorno.
Le prime classificate di ogni girone si qualificano automaticamente ai play off, insieme alla vincitrice del turno di barrage tra le tre seconde classificate, con partite di sola andata.
Le vincenti del doppio turno di semifinale saranno matematicamente promosse nel Top12 e disputeranno la finale per l’aggiudicazione del titolo di Campione d’Italia Serie A nella finale del 9 giugno 2019.
Retrocederanno in Serie B le squadre classificate al 10° posto di ogni girone e la peggio classificata dei play out cui parteciperanno le squadre arrivate al nono posto.

La squadra Cadetti del Petrarca è inserita nel Girone 2 con Junior Rugby Brescia, Rugby Colorno, Rugby Noceto, Rangers Vicenza, Valpolicella Rugby, Ruggers Tarvisium, Rugby Paese, Rugby Udine Union FVG e Amatori Badia (qui clicca qui per il calendario completo delle gare)

Abbiamo intervistato Rocco Salvan, tecnico dell’Argos Petrarca Rugby Cadetti (clicca qui per la video intervista completa)

BRN: Ripartite da quel 29 aprile quando a Noceto avete vinto l’ultima gara della Poule Promozione.
Salvan: Abbiamo finito bene una stagione positiva. È stata una stagione dura, impegnativa, dove abbiamo sentito parecchio il salto di categoria, ma che ha riservato anche delle soddisfazioni. Grazie soprattutto all’apporto di alcuni giocatori della prima squadra che ci hanno dato una mano, specie nella prima parte della stagione

BRN: Quest’anno la formula è cambiata. Niente fase preliminare territoriale, ma solo tre gironi di 10 squadre. Si arriva alla fine tutti d’un fiato.
Salvan: Sì quest’anno il campionato è diverso. La formula non mi dispiace, ricalca quella del Top12. Ripartiamo con gli obiettivi dell’anno scorso, ovvero quello di completare la formazione dei ragazzi che poi potrebbero salire di categoria. Noi siamo inseriti nel girone lombardo-veneto dove Colorno e Noceto sembrano le squadre più attrezzate al momento. Colorno in particolare deve riscattare la scorsa stagione, deludente viste le premesse che la volevano come una delle favorite.

BRN: Rispetto alla squadra della scorsa stagione, quest’anno avete perso giocatori? E quanti nuovi ragazzi avete?
Salvan: Abbiamo una squadra molto giovane (20 ragazzi tra il 1998 e 1999), 21 anni e tre mesi di media. Il più anziano in rosa è del 1991. Quanto alle partenze rispetto la scorsa stagione, qualcuno è passato in pianta stabile nella rosa del Top12 (ndr: Cortellazzo, Navarra, Coppo) e altri, ahimè, hanno cambiato casacca (ndr: Scagnolari e Pavan, approdati a Mogliano). Ad ogni modo abbiamo una rosa piuttosto ampia, in grado di affrontare bene la nuova sfida che ci attende. Con la prima squadra attueremo come sempre una stretta sinergia per avere uno stesso linguaggio nei confronti dei giocatori che saliranno o scenderanno dalla prima squadra.

BRN: Non sarai solo alla guida della squadra. Ci presenti il tuo staff?
Salvan: La novità più importante quest’anno è l’arrivo di Federico Conforti ad allenare con me, che sostituisce Giovanni Maistri (ndr: passato alla Under18). Per quanto attiene il settore tecnico sarà ancora con noi il preparatore atletico Fabio Michielon, il fisioterapista Roberto Biasio. Come dirigenti, oltre al Team Manager Giovanni Arena, ci sarà il Dirigente Accompagnatore Giampaolo Meneghetti e, new entry dalla Under 18, Nicola Gatto che si occuperà anche dalle riprese video.

A sinistra il Team Manager della squadra Cadetti del Petrarca, Giovanni Arena. A destra il Dirigente Accompagnatore, Giampaolo Meneghetti. Al centro Paolo Cortellazzo, mediano di mischia in rosa con la prima squadra (ph Fotovale)

BRN: A che punto siete con la preparazione?
Salvan: Siamo a buon punto, abbiamo già giocato 2 amichevoli, vinte sia contro Varese che contro la Capitolina. Sabato prossimo abbiamo un test con Vicenza e la settimana prossima con il CUS Padova. I ragazzi sono molto disponibili a lavorare e siamo più avanti come preparazione rispetto alla scorsa stagione.

Il 14 ottobre la Cadetti del Petrarca esordirà nel nuovo campionato all’Argos Arena presso gli Impianti “Memo Geremia” della Guizza contro il Rugby Paese.

Roberto Biasio, fisioterapista della squadra Cadetti del Petrarca.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *