Top12: Valsugana perde ma ne fa quattro al Valorugby

Cade Calvisano al Pacifici.
Fiamme Oro di misura sui Medicei, Rovigo a fatica contro Mogliano.
Verona inaugura il Payanini Center con una vittoria.
Domani il posticipo Rugby Viadana e Argos Petrarca Rugby.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Daniel Cau)

La terza giornata del Top12 è terminata da poco. In attesa del posticipo di domani tra Rugby Viadana 1970 e Argos Petrarca Rugby, si gode il primato in classifica il Valorugby Emilia che al Plebiscito di Padova fa suo il match contro il Valsugana Rugby battuto 42-26. Cade a San Donà il Patarò Calvisano, sconfitto dalla Lafert 17-14. Il XV di Brunello scivola al secondo posto provvisorio.
Fatica più del dovuto la Femi CZ Rovigo: davanti al proprio pubblico vince 19-15 contro Mogliano.
Prima vittoria in campionato della matricola Verona Rugby che non poteva inaugurare al meglio il Payanini Center: Lazio sconfitta 27-7 e primi cinque punti incamerati in classifica per la squadra di Antonio Zanichelli.
Cadono, pur di misura, anche I Medicei a Roma nel match contro le Fiamme Oro che vincono 15-14. Terzo posto provvisorio per gli uomini di Gianluca Guidi, penultimo per quelli di Pasquale Presutti.

La classifica provvisoria vede oggi in testa il Valorugby Emilia a 19 punti, seguito al secondo dal Patarò Calvisano con 11 punti. Terzo posto provvisorio per l’Argos Petrarca Rugby a 9 punti, parimerito con la Femi CZ Rovigo. Sesto posto per la Lafert San Donà con 8 punti. Rugby Viadana al settimo provvisorio con 6 punti. Mogliano, Verona e Lazio a 5 punti. Penultimo posto per I Medicei a 2 punti. Ultimo il Valsugana Rugby a 1 punto.

VALSUGANA RUGBY vs VALORUGBY EMILIA 26-42 (7-22)
Giornata estiva allo Stadio del Plebiscito di Padova dove di fronte ad un pubblico che non superava le 200 unità, il Valsugana Rugby ha perso la sua terza gara in campionato contro il Valorugby Emilia 26-42.
Gara condotta per tutto il primo tempo dagli ospiti che hanno fatto valere la maggior esperienza e una condizione fisica superiore. Subito in meta al 7’ con Costella che schiacciava l’ovale alla base del palo di destra (tr Gennari), gli emiliani raddoppiano con Ngaluafe dopo una palombella di Rodriguez al 23’. Trasforma Farolini perché Gennari era fuori per un giallo (in avanti volontario). In precedenza, veniva annullata una meta allo stesso Ngaluafe che aveva pestato la linea dell’out. Al 27’ la terza meta degli ospiti è di Mirko Amenta, uscito palla in mano da una mischia sui 5 metri. Sul 19-0 per gli emiliani la reazione del Valsugana con una bella penetrazione di Beraldin sulla fascia di sinistra ed un “in avanti” ospite. Dalla mischia successiva la meta di Calderan in terza fase, trasformata da Roden per il 7-19. Al 36’ il piazzato di Gennari chiude le marcature del primo tempo e le squadre vanno al riposo sul 7-22 per il Valorugby.

Nel secondo tempo gli emiliani cercano e trovano la quarta meta, quella del bonus con Mordacci (uno tra i migliori degli ospiti) già al 3’. Gennari calcia tra i pali la trasformazione del 7-29 e poi al 9’ mette dentro anche il piazzato del 7-32. Con il risultato acquisito si attende la reazione dei padroni di casa che arriva puntualmente: è il giovane Turcato che al 18’ trova un bel break nella difesa emiliana troppo aperta e posa l’ovale alla base del palo. Roden trasforma facilmente (14-32). Il XV di Manghi in questa fase è un po’ disunito, tuttavia prima Balsemin, in meta al 22’, e poi una punizione di Gennari (Man Of The Match) allargano la forbice del risultato sino al 14-42 del massimo vantaggio.

Il Valsugana è sotto di 30 punti, ma non si scoraggia. Anzi, il XV di Polla Roux dimostra aggressività e carattere. È importante per gli astorini trovare anche il punto di bonus difensivo in un campionato che ne manda due in Serie A. Perciò, complice anche il risultato ampiamente acquisito dal Valorugby, prima Tomaselli e poi Beraldin cercano e trovano le due mete che regalano al Valsugana il primo punto della stagione. Roden centra il palo nella prima trasformazione, ma indovina la seconda, fissando il risultato finale sul 26-42.

È soddisfatto, aldilà della sconfitta, il tecnico biancoceleste Polla Roux: “Non è con queste squadre che dobbiamo cercare la vittoria. Purtroppo, sabato scorso a Mogliano la gara era alla nostra portata, ma qualcosa è andato male in prima linea. Oggi, invece, abbiamo saputo lottare fino alla fine e guadagnarci il punto di bonus che fa tanto morale in vista dei prossimi impegni. Dobbiamo continuare il nostro percorso così, cercando di non mollare mai”.

Buoni progressi anche dal punto di vita della disciplina: dopo i sei cartellini gialli nelle prime due gare, oggi nessuno del Valsugana è stato punito.

Naturalmente contento anche il tecnico degli emiliani, Roberto Manghi: ”Siamo primi in classifica, ma non ci penso troppo. Sarà contento sicuramente il nostro presidente, ma noi i conti li facciamo a Natale. Oggi il Valsugana ha sofferto un po’ la nostra fisicità, poi nel finale è venuto fuori anche per un nostro naturale calo di tensione”.

Il tabellino del match.
Padova – Stadio “Plebiscito” – sabato 29 settembre 2018
TOP 12 III giornata
Valsugana Rugby Padova vs Valorugby Emilia 26 – 42  ( 7 – 22)

Marcatori: pt. 7’ m. Costella tr. Gennari (0-7); 22’ m. Ngaulafe tr. Farolini (0-14); 27’ m. Amenta(0-19); 31’ m. Calderan (7-19); c.p. Gennari (7-22); s.t. 42’ m. Mordacci tr. Gennari (7-29); 49’ c.p. Gennari (7-32); 20’ m. Turcato tr. Roden (14-32); 25’ m. Balsemin tr. Gennari (14-39); 70’ cp. Gennari (14-42); 77’ m. Tomaselli (19-42), 39’ m. Beraldin tr. Roden (26-42)

Valsugana Rugby Padova: Rossi (73’ Sartor); Lisciani; Beraldin (cap); Calderan (35’ Dell’Antonio), Rigutti (60’ Tomaselli); Roden; Scapin R.; Maso, Caldon; Baldelli (42’ Sturaro); Albertarrio; Scapin M. (44’ Turcato); Barducci (60’ Trevisan); Shipp (56’ Cesaro); Swanepoel (5’ Michielotto),
A disposizione non entrati: nessuno.
Allenatore: Polla Roux

Valorugby Emilia: Ngaulafe; Costella, Paletta, Farolini (Cap), Gennari; Rodriguez (65’ Jammal), Fusco (52’ Fontana); Amenta (57’ Messori), Favaro (42’ Dell’Acqua), Mordacci; Du Preez (42’ Rimpelli), Balsemin; Du Plessis (52’ Bordonaro), Manghi (52’ Gatti), Muccignat (52’ Quaranta).
A disposizione non entrati: nessuno
Allenatore: Roberto Manghi.

Arbitro: sig. Andrea Piardi (Brescia)
AA1 Federico Vedovelli (Sondrio), AA2 Stefano Roscini (Milano)
Quarto Uomo: Riccardo Salafia (Milano)

Cartellini: 12’ giallo Gennari (Valorugby Emilia);
Calciatori: Gennari 6/7; Farolini 1/1; Roden 3/4;
Note: 800 spettatori circa, giornata soleggiata, campo in buone condizioni.
Punti conquistati in classifica: Valsugana Rugby Padova 1 – Valorugby Emilia 5
Man of the Match: Marco Gennari (Valorugby Emilia)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *