Argos Petrarca Rugby all’esordio in casa contro Verona

Prima gara alla Guizza nell’Argos Arena.
Nuovo make-up per il campo uno del “Memo Geremia”
Terzo tempo speciale per “Lillo” con raccolta fondi e asta di maglie da gioco donate da Michele Rizzo. Ospite d’onore Simone Rossi.
Le formazioni annunciate.

Jacopo Salvetti, a destra nella foto, tre stagioni al Petrarca, ora in prestito al Verona Rugby. Domani capitano nella sfida contro l’Argos Petrarca Rugby (ph dal profilo facebook del giocatore)

di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Redazione)

Si prepara al primo vero esordio stagionale l’Argos Petrarca Rugby. Sì, perché il derby contro Rovigo si è giocato al Plebiscito, mentre domani contro Verona (kick off ore 16:00, arbitro il sig. Riccardo Angelucci di Livorno) il XV di Marcato si presenterà ufficialmente al “Memo Geremia” che, per cinque stagioni, assumerà il “gladiatorio” appellativo di “Argos Arena”. Cambia il nome e si rifà completamente il look il campo 1 della Guizza. Nuovo make-up dove spiccano le colorazioni gialle e nere del “title sponsor”. Nuovissima la cabina stampa e l’impianto di diffusione sonora. Mancherà ancora lo schermo luminoso definitivo e i due ledwall laterali in quanto non sono ancora ultimati i lavori di interramento dei cavi. Niente paura: la società campione d’Italia ha provveduto ad installare lo schermo provvisorio già visto al Plebiscito.

Tutto pronto quindi per un match che chiude la prima parte del campionato Top 12. I prossimi due turni saranno dedicati alla Coppa Italia e alla Continental Shield, dove i Campioni d’Italia affronteranno ancora Rovigo e una selezione Belga.

Ospiti dei bianconeri, i Campioni d’Italia 2018 della Serie A, il Verona Rugby dei tanti ex. Reduci dalla loro prima vittoria ottenuta all’esordio nel nuovissimo “Payanini Center”, la squadra di Zanichelli si è allontanata dal fondo classifica ed ora occupa la nona posizione con 5 punti. “Contro i Campioni d’Italia ci aspetta un match di sacrificio – dice Zanichelli – ma credo che questo gruppo si apronto ad affrontare qualsiasi sfida”.

Il tecnico degli scaligeri porta a Padova ben sette giocatori che hanno indossato la casacca bianconera, capitanati da Jacopo Salvetti, a significare lo spirito agonistico che dovrà animare la partita di domani. Ecco la formazione annunciata (in neretto gli ex): Mortali; Buondonno, Pavan, Quintieri, Conor; McKinney, Soffiato; Zanini, Artuso, Salvetti©; Groenwald, Montauriol; Cittadini, Delfino, Furia. A disposizione: Silvestri, Lastra Masotti, D’Agostino, Signore, Zago, Di Tota, Zanon, Cruciani.

Andrea Marcato adotterà un buon turn over per il match di domani, tenendo a riposo i vari Gerosa, Lamaro, Francescato, Santamaria e Coppo, oltre a non poter disporre di Fadalti e Michieletto. Ancora fuori Menniti-Ippolito che sta uscendo da un periodo con problemi intestinali e Nostran in protocollo concussion. Partirà dalla panchina, invece, Nicola Grigolon che ha recuperato l’infortunio subito nello scorso campionato quando era a Viadana. Dal primo minuto in campo Favaro, schierato all’ala, e Su’a.

“Sabato finalmente giochiamo al Centro Geremia, nella nuova Argos Arena – dice Marcato – con l’augurio che tanti tifosi vengano per stare vicino alla squadra. Incontriamo Verona che arriva dalla prima convincente vittoria in Top12. Arriverà a Padova con tanto entusiasmo e senza pressioni ed avrà dalla sua la voglia di ben figurare dei tanti ragazzi che hanno giocato in passato nel Petrarca. Dal canto nostro vogliamo chiudere al meglio quest’ultima partita prima dei 2 turni europei. Contro Verona vogliamo consolidare il nostro trend difensivo, ma essere sensibilmente più efficaci in attacco e più disciplinati. Il nostro focus sarà sul mantenimento del possesso e la capacità di attaccare con fluidità utilizzando una buona sinergia tra avanti e trequarti”.

Ecco la probabile formazione per il Verona: Ragusi; Favaro, Riera, Bettin, Capraro; Benettin, Su’a; Trotta, Manni, Conforti©; Ortega, Cannone; Rossetto, Cugini, Borean. A disp.: Braggiè, Marchetto, Scarsini, Gerosa, Grigolon, Cortellazzo, Zini, De Masi.

Al temine del match il Terzo tempo speciale per “Lillo” organizzato dal Boccaccio Rugby News, I Petrarchi Old Rugby e la Club house Petrarca per dare il via ad una nuova raccolta fondi a sostegno di Alessandro Battistin, affetto da SLA. Prima e dopo il match ci sarà un apposito gazebo ove poter donare il proprio contributo alla raccolta e durante il terzo tempo, allietato dal dj set di Anthony Murphy DJ, verranno messe all’asta due maglie da gioco (Nazionale Azzurra e Leicester Tigers) donate da Michele Rizzo. Ospite d’onore Simone Rossi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *