Serie A: Argos Petrarca Cadetti partenza ad handicap

La matricola Rugby Paese vince all’Argos Arena 23-17.
Colorno e Noceto, pronostici azzeccati.
Bene anche Valpolicella, seconda in classifica.
di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Franco Cusinato)

Partenza ad handicap per l’Argos Petrarca Cadetti nella prima giornata del campionato di Serie A.

Il XV allenato da Rocco Salvan incappa in una sconfitta davanti al proprio pubblico per opera della matricola Rugby Paese, dimostratasi solida ed efficace in attacco.
E dire che erano i padroni di casa ad avere la prima opportunità di muovere il tabellino ma Venturini cicca la trasformazione di un agevole calcio piazzato al 4’.

Tuttavia, il Petrarca sembra non risentire psicologicamente dell’errore e prontamente si riscatta andando in meta al 16’ con D’Incà, dopo che Caione aveva sfruttato un pasticcio difensivo in ricezione di Paese. Stavolta Venturini centra i pali (7-0). Brutto colpo per Andrea Gatto al 20’ in uno scontro fortuito in presa aerea con D’Incà, fortunatamente senza grosse conseguenze.

Al 21’ fallo in mischia del Petrarca e occasione per Paese che dalla piazzola va a punti con Agnoletto (7-3). Al 32’ uno spunto personale di D’Incà sull’out di destra porta dentro i 22 avversari il Petrarca. Caione è bravo a bucare la difesa ospite e schiacciare per la seconda meta. Da posizione molto angolata, Venturini non centra la trasformazione (12-3. Al 36’ un altro calcio di punizione di Agnoletto mette fine allo score del primo temo che finisce 12-6.

Nella ripresa ospiti in inferiorità numerica (giallo a Canova) ma la meta di Agnoletto che si invola quasi indisturbato sull’out di destra restringe a -1 la forbice del risultato (12-11). Appena il tempo di ritornare in parità numerica, che la sig.ra Munarini spedisce in panca puniti Bot e poco dopo Polliero. Con le squadre in 14 è ancora Paese a rendersi pericoloso e a marcare un’altra meta. È sempre Agnoletto a trovarsi in superiorità numerica dopo una mischia nei 22 petrarchini ad infilarsi in meta. Sua anche la trasformazione del sorpasso ospite (12-18). Il Petrarca cerca di riportarsi in attacco, ma lo fa con fatica e con qualche idea confusa. La stanchezza si fa sentire e manca la lucidità necessaria per tenere il pallino del gioco. Al 73’ da un raggruppamento dopo una rimessa laterale, finalmente la marcatura di Braggié riapre la partita. Benvenuti non trasforma ma ora il Petrarca è a -1 (17-18). Ultimi minuti concitati, con interruzioni del gioco per alcuni giocatori infortunati. Agnoletto fallisce il calcio piazzato che potrebbe chiudere l’incontro, ma a tempo ampiamente scaduto è Paese a chiudere le marcature con la meta di Geromel.

Finisce 17-23 e Agnoletto eletto Man of The Match.

Parte in salita il cammino dell’Argos Petrarca Cadetti in questo nuovo campionato. È mancata la lucidità, con in più qualche meccanismo ancora in rodaggio. Alcuni infortuni, pur non gravissimi, hanno segnato il ritmo di gara e alla fine hanno pesato anche sul rendimento. A nostro avviso buone le prestazioni di D’Incà, Broggin, Zuin e Caione.
Prossimo appuntamento, domenica 21° Noceto.
Il tabellino del match.
Padova, domenica 14 ottobre 2018
ARGOS ARENA Impianti Sportivi Memo Geremia
Argos Petrarca Rugby vs Rugby Paese 17-23 (12-6)
 
Marcatori: p.t. 16’ m. D’Incà tr Venturini (7-0); 21’ cp Agnoletto (7-3); 32’ m. Caione (12-3): cp Agnoletto (12-6); s.t. 45’ m. Agnoletto (12-11); 63’ m. Agnoletto tr Agnoletto (12-18); 73’ m. Braggié (17-18); 82’ m. Geromel (17-23).
Argos Petrarca Rugby: D’Incà; Caione, Venturini (77’ Bonaiti), Broggin, Belluzzo; Mercanzin (60’ Benvenuti), Gatto (34’ Navarra); Alagna (77’ Capuzzo), Zulian, Simonato; Zuin (61’ Bogo), Sattin©; Ceolin (41’ Polliero), Gutierrez, Lazzarotto (41’ Braggié).
A disposizione non entrati: Arena.
Allenatore: Rocco Salvan

Rugby Paese: Furlan; Tonon (76’ Vlad), Visentin (83’ Bosco), Geromel, Agnoletto; Zanatta (69’ Stella, 74’ Zanatta), De Rovere; Serrotti, Di Pietro (43’ Lazzaron), Manzan; Xhafa; Boffo; Zara, Canova (52’ Bot), Cenedese (76’ Ceban).
A disposizione non entrati: Piaser.
Allenatore: Manuel Bergamo

Arbitro: Clara Munarini (Parma)
AA1: Matteo Giacomini Zaniol (Treviso)
AA2: Massimo Brescacin (Treviso)

Cartellini:42’ giallo Canova (Rugby Paese); 55’ giallo Bot (Rugby Paese); 61’ giallo Polliero (Argos Petrarca Rugby);
Calciatori: Venturini 1/3 (Argos Petrarca Rugby); Benvenuti 0/1 (Argos Petrarca Rugby); Agnoletto 3/6 (Rugby Paese)
Note: Pomeriggio caldo e soleggiato, temperatura circa 24°, terreno in perfette condizioni. Circa 650 spettatori presenti.
Prima del match osservato un minuto di silenzio in ricordo di Alessandro Battistin, ex giocatore e allenatore del Petrarca, scomparso ieri all’età di 52 anni.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Rugby 1; Rugby Paese 4
Man of the match: Flavio Agnoletto (Rugby Paese)

Confermano le previsioni della vigilia sia il Colorno, che in casa ha sommerso la Rugby Udine sotto una valanga di 8 mete e 50 punti a 20, e Noceto che fa suo il match di Vicenza 30-13.

Fatica il Tarvisium ad avere la meglio in casa sul Borsari Badia che conduceva sino a un minuto dal termine, prima della meta di Bordini che regalava la vittoria ai padroni di casa (17-15).

Fa un boccone del Junior Bresca il Valpolicella che torna a Verona con un netto 36-3 e un secondo posto nella generale.

La classifica della prima giornata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *