Argos Petrarca Rugby, Barbarians belgi domati a Bruxelles

Match mai in discussione vinto dal Petrarca seppur con molti falli.
L’ultima meta allo scadere per il punto di bonus d’attacco ed il primato in classifica.
Nella poule A il Kawasaki Robot Calvisano vince in casa contro le Fiamme Oro 35-20
di Enrico Daniele
(in copertina immagine di Franco Cusinato)
Successo dell’Argos Petrarca Rugby nella incognita trasferta belga contro i Barbarians, sconfitti al Nelson Mandela Stadium 31-12.

Un match mai in discussione con la squadra di Marcato sempre ampiamente in vantaggio – il lato positivo – ma tanti i falli concessi agli avversari (100% al piede per De Moffarts), qualche sofferenza in chiusa, troppi errori di handling e scarsa disciplina con due cartellini gialli – il lato negativo.

In classifica generale, l’Argos comanda la propria poule con 8 punti, seguita da Rovigo a 2 (che oggi riposava) e zero punti per i belgi.
Incontro di ritorno coi Barbarians all’Argos Arena l’8 dicembre prossimo in occasione del terzo turno.

La cronaca.
Nelson Mandela Stadium con poche presenze complessive, tra le quali anche una piccola rappresentanza delle Ombre Nere, terreno in erba sintetica e giornata di sole. Parte subito avanti il Petrarca che al 6’ trova uno spunto sull’out di destra con De Masi. Il fallo costa il cartellino giallo a Jaupart dei Barbarians che in inferiorità numerica subiscono la meta di Su’a che trova un varco tra le maglie della difesa avversaria. Trasforma Menniti-Ippolito (0-7).

Accorcia le distanze la squadra di casa. De Moffarts dalla piazzola centra i pali da una punizione concessa per un ingresso laterale del Petrarca (3-7).
Al 17’ in un’azione d’attacco con in evidenza Grigolon, il Petrarca perde palla ma mantiene la pressione sugli avversari.
Al 23’ fallo dei belgi (placcatore non rotola) e calcio di punizione dalla 3/4 campo centrato per Menniti-Ippolito (3-10).
Al 30’ da una rimessa laterale sulla sinistra, il Petrarca muove palla esplorando tutto il campo portandosi ad un passo dalla linea di meta. Due minuti dopo da una mischia sui 5 metri dei Barbarians, palla fuori per Capraro che si fionda in meta. Menniti-Ippolito centra la trasformazione (3-17). Allo scadere un placcaggio alto costa al Petrarca la punizione trasformata da De Moffarts che chiude lo score del primo tempo (6-17).

La ripresa vede ancora il Petrarca attaccare e andare in meta al 50’ con Conforti, dopo percussione di Trotta e Gerosa. Menniti-Ippolito trasforma (6-24).
Inferiorità numerica per il Petrarca al 53’ per il giallo a Mancini-Parri (placcaggio di spalla). Al 58’ fallo di tenuto a terra di Saccardo e punizione di De Moffarts (9-24). Fasi di gioco piuttosto confuse senza grandi azioni, interrotto dai tanti errori sin quasi al termine. Padroni di casa mai veramente pericolosi, Petrarca molto impreciso in fase d’attacco. Al 75’ ancora un calcio piazzato di De Moffarts restringe la forbice del risultato (12-24) prima della meta del Petrarca, marcata allo scadere da Acosta con tutto il pack in sostegno. Menniti-Ippolito fa centro per il suo 100% al piede (5/5).
Con la quarta meta arriva anche il punto di bonus che conferma l’Argos Petrarca al comando della propria poule con 8 punti.

Il tabellino del match.
Bruxelles, Nelson Mandela Stadium – sabato 20 ottobre 2018
Continental Shield, secondo turno
Belgian Rugby Barbarians XV vs Argos Petrarca Rugby 12-31 (6-17)

Marcatori: p.t. 7’ m. Su’a tr Menniti-Ippolito (0-7); 15’ cp. De Moffarts (3-7); 23’ cp. Menniti-Ippolito (3-10); 32’ m. Capraro tr Menniti-Ippolito (3-17); 40’ cp. De Moffarts (6-17); s.t. 51’ m. Conforti tr Menniti-Ippolito (6-24); 58’ cp De Moffarts (9-24); 75’ cp. De Moffarts (12-24); 80’ m. Acosta tr Menniti-Ippolito (12-31)

Belgian Rugby Barbarians XV: Vassart; Leduc, De Moffarts, Debatty, Jaupart; Vermote, Moortgat; Temmerman, Yoko, Gheyssens; Verschekden, Moelants; Pinte, Dienst©, Avidzba. A disposizione: Cuffolo, Vankeerbeghen, Van den Broeke, Abrahms, Lecloux, Roobaert, Semiond, Mehrez.

Argos Petrarca Rugby: Ragusi (42’ Zini); Capraro (75’ Belluco), Bettin, Riera, De Masi; Menniti-Ippolito, Su’a (65’ Cortellazzo); Grigolon (42’ Lamaro), Trotta (65’ Manni), Conforti; Gerosa, Saccardo©; Mancini Parri (63’ Braggié), Cugini (63’ Marchetto), Borean (50’ Acosta).
Allenatore: Andrea Marcato

Arbitro: sig. Nika Amashukeli (GEO)
AA1 Abulashvili Sba (GEO)
AA2 Chanuyvadze Irakli (GEO)
Quarto Uomo: Maxime Burlet (BEL)
Quinto Uomo: Philippe Lenne (BEL)
Cartellini: 5’ giallo Jaupart (Barbarians); 53’ giallo Mancini-Parri (Argos Petrarca); 79’ Zini (Argos Petrarca).

Calciatori: Menniti-Ippolito 5/5 (Argos Petrarca); De Moffarts 4/4 (Barbarians)
Punti conquistati in classifica: Belgium Rugby Barbarians XV 0; Argos Petrarca Rugby 5.

Nell’altro match della poule A, vittoria del Kawasaki Robot Calvisano sulle Fiamme Oro 35-20, dopo un primo tempo finito 29-3.

Si riscatta con una vittoria il Calvisano dopo la sconfitta subita in campionato quindici giorni fa per opera dei poliziotti. Vittoria che conferma i calvini in testa al proprio girone con 9 punti. RC Locomotive Tbilisi e Fiamme Oro zero.

Il tabellino del match.
Pata Stadium, Calvisano – sabato 20 ottobre 2018
Continental Shield seconda giornata
Kawasaki Robot Calvisano – Fiamme Oro Rugby 35-20 (29-3)

Marcatori: p.t. 4’ c.p. Ambrosini (0-3); 5’ m. Panceyra Garrido t. Lane (7-3); 13’ m. Bruno t. Lane (14-3); 21’ m. Van Zyl (19-3); 27’ c.p. Lane (22-3); 33’ m. Panceyra Garrido t. Lane (29-3) s.t. 41’ m.p. Fiamme Oro Rugby (29-10); 42’ c.p. Lane (32-10); 59’ m. D’Onofrio U. (32-15); 62’ c.p. Lane (35-15); 79’ m. Favaro (35-20)

Kawasaki Robot Calvisano: Van Zyl; Bruno (56’ Balocchi); Panceyra Garrido; Pescetto; Susio; Lane (64’ De Santis); Casilio (31’ Semenzato); Vunisa; Zdrilich (41’ Archetti); Martani; Andreotti (cap.); Cavalieri (59’ Venditti); Biancotti (59’ Gavrilita); Manfredi (59’ Luccardi); Fischetti (71’ Morelli).
Allenatore: Massimo Brunello

Fiamme Oro Rugby: Biondelli; D’Onofrio G.; Gabbianelli (35’ Massaro); Forcucci; Bacchetti (67’ Nocera; 76′ Gasparini); Ambrosini; Marinaro (72’ Masato); De Marchi; Cristiano (cap.); Bianchi (42’ Mc Carthy); Caffini; D’Onofrio U. (42’ Favaro); Nocera (56’ Iacob); Moriconi (41’ Kudin); Zago (72’ Iovenitti).
Allenatore: Gianluca Guidi

Arbitro: Inigo Atorrasagasti (SPA)
AA1 David Castro (SPA)
AA2 Eki Fanlo (SPA)
Quarto Uomo: Francesco Russo (Milano)
Quinto Uomo: Matteo Angelo Locatelli (Bergamo)
Cartellini: 30’ giallo D’Onofrio U. (Fiamme Oro Rugby); 49’ giallo Vunisa (Rugby Calvisano); 65’ giallo Iacob (Fiamme Oro Rugby); 70’ giallo Susio (Rugby Calvisano)

Calciatori: Lane (Kawasaki Robot Calvisano) 7/8; Ambrosini (Fiamme Oro) 2/3
Note: giornata calda, 24° circa, campo asciutto. Circa 500 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Kawasaki Robot Calvisano 5; Fiamme Oro 0
Man of the Match: Sam Lane (Kawasaki Robot Calvisano)

La classifica delle due poule.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *