Il Petrarca per infiammare l’Argos Arena

Domenica serve una prestazione piena.
Ampio turnover con Lamaro e Cannone permit player a Treviso.
Marcato: “L’importante è vincere, il resto viene dopo”
Le formazioni.

La meta di Marco Capraro nell’andata della scorsa stagione. Domenica turno di riposo per l’ala bellunese (ph Franco Cusinato)

di Enrico Daniele
(in copertina foto di Marco Basso – Fotovale)

Tornano all’ Argos Arena per la seconda volta in questa stagione i Campioni d’Italia. Dopo l’imegnativo turno esterno a San Donà, che ha sancito la 19a gara positiva, il XV di Andrea Marcato ritrova l’erba amica ed il calore del proprio pubblico domenica pomeriggio contro la SS Lazio Rugby 1927 (kick off ore 15:00, dirige il sig. Federico Boraso di Rovigo con gli assistenti AA1 Simone Boaretto e AA2 Matteo Giacomini Zaniol. Quarto uomo: Lorenzo Bruno).

Cinque gare e cinque vittorie il ruolino di marcia del Petrarca, 21 punti in classifica, due in più delle Fiamme Oro e quattro dal Calvisano. Due sole le mete subite (contro Viadana e Verona), 13 quelle all’attivo; 106 punti realizzati e solo 38 subiti. Quindi, miglior difesa, ma in attacco i bianconeri stanno dietro al Valorugby (144), Calvisano (137), Fiamme Oro (128), Mogliano (109). Appena due in più di Viadana (104) che in classifica occupa la settima posizione a -10 dai padovani.

Ecco allora che l’occasione di domenica è propizia per rimpinguare il carniere che sino ad ora è l’unico punto, con la disciplina (5 gialli), che ampi margini di miglioramento.
L’Argos ha incamerato i 5 punti solo alla prima con il Valsugana e la scorsa stagione, all’esordio in casa, proprio la Lazio negò il punto di bonus ai bianconeri. Doppia motivazione per infiammare l’Arena per dare a “Cesare quel che è di Cesare”, ovvero ampia soddisfazione al pubblico di casa.

Gli avversari navigano nelle parti basse della classifica (10° posto, 9 punti, 3 sconfitte e 2 vittorie ed una differenza pf/ps di -76) e a Padova l’ultimo risultato utile fu nella ss. 2014/15 (la “stagione orribilis”, ultima dell’era Moretti/Salvan) alla 17a giornata: finì 27-28 ed il Petrarca era da un pezzo tagliato fuori dai play off.
Completamente diversi gli scenari attuali, col Petrarca che deve difendere imbattibilità e primato.
Ecco cosa ci ha detto Marcato nell’intervista di oggi.

BRN: “Il Petrarca torna per la seconda volta in stagione all’Argos Arena dopo la gara contro Verona. Domenica tocca alla Lazio. Che partita dobbiamo aspettarci?”
MARCATO: “Un match che sulla carta potrebbe valere i 5 punti, ma la Lazio è squadra con un pack molto solido e nel gioco aperto i loro trequarti amano correre con la palla in mano. Il nostro obiettivo primario è vincere, mantenendo l’imbattibilità. Poi tutto il resto”.

BRN: “Le Fiamme Oro si sono fatte sotto, Calvisano è in netta ripresa, Rovigo sembra in crisi. Chi delle tre in questo momento valuti essere la più pericolosa?”
MARCATO: “Sicuramente Calvisano. L’ingresso di Sam Lane ha cambiato nettamente gli equilibri in campo e da allora non hanno più perso. Poi vedo le Fiamme Oro. Rovigo effettivamente, mi sembra stia passando un momento difficile”.

BRN: “Veniamo alla gara di domani. Nella formazione annunciata si nota un certo turnover. Chi sono gli indisponibili e chi invece sono fuori per scelta tecnica?”
MARCATO: “Lamaro e Cannone saranno a Treviso come permit (ndr: il primo titolare, il secondo potrebbe esordire nel corso del match). Rispetto a domenica scorsa abbiamo recuperato Scarsini e Mancini Parri. Braggié e Navarra andranno a dare una mano alla Cadetti (ndr: impegnativa trasferta col Valpolicella). Michieletto, operato da una decina di giorni, cammina già senza aiuto delle stampelle. Spero di averlo per gennaio. Goldin si allena senza contatto, ma dalla prossima settimana dovrebbe ritornare disponibile (ndr: problemi alla spalla), così come Fadalti che pare aver recuperato definitivamente. Benettin ha ancora qualche fastidio alla caviglia e preferisco tenerlo a riposo. Agli altri abbiamo concesso un po’ di riposo”.

Ecco quindi la probabile formazione che scenderà in campo domenica: Menniti-Ippolito; Favaro, Riera, Belluco, Coppo; Zini, Francescato; Grigolon, Manni, Nostran©; Ortega, Gerosa; Scarsini, Cugini, Rizzo. A disposizione: Acosta, Marchetto, Mancini Parri/Borean, Saccardo, Trotta, Cortellazzo/Ragusi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *