Top12: filotto dell’Argos Petrarca, Valsugana clamoroso primo successo stagionale contro Viadana

Doppia vittoria delle padovane.
Rovigo d’orgoglio a Calvisano.
Ordinaria amministrazione per Valorugby e Fiamme Oro.
I risultati e la classifica.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Continua inarrestabile la marcia dei Campioni d’Italia che oggi hanno infilato l’ottavo successo stagionale sul campo del Mogliano Rugby, sconfitto 27-21. Gli uomini di Andrea Marcato si confermano leader della classifica generale con 34 punti prima della sosta del campionato, dopo la quale riceveranno all’Argos Arena il Valorugby.

Gli emiliani al Crocetta Canalina hanno risolto al meglio la pratica Lazio, sconfitto con un netto 54-10 mantenendo così il passo del Petrarca.

Dopo il duo di testa, rispuntano le Fiamme Oro alle quali sono bastati poco più di 20 minuti per raggiungere l’obiettivo. A fine gara il Verona esce da Ponte Galeria con una sonora sconfitta, 68-14. Con la vittoria i cremisi si attestano al terzo posto scavalcando sia Mogliano che il Kawasaki Robot Calvisano.

Il XV di Massimo Brunello incappa nella quarta sconfitta stagionale nella gara che ha caratterizzato le ultimi stagioni del massimo campionato grazie ad una grande prova di carattere dei bersaglieri di Umberto Casellato. Assolutamente estraneo alle recenti vicende societarie che hanno portato alle dimissioni di tutto il CDA, i rossoblù rifilano ai vicecampioni d’Italia un bel 27-20 che li porta a pari punti dei bresciani.

Strappa una vittoria in trasferta anche la Lafert San Donà che a Firenze fa suo il match contro I Medicei battuti 24-20. Dopo una gara combattuta punto a punto, risolutiva la meta in over time dei veneziani.

Chiude il tabellone dell’ottava giornata la gara al Plebiscito di Padova che ha visto trionfare per la prima volta in questa stagione il Valsugana Rugby sul Viadana, sconfitto 20-14. Una vittoria importante per il XV di Polla Roux che interrompe la corsa ai play off dei mantovani, fa sì che i biancocelesti abbandonino l’ultimo posto in classifica (ora occupato dal Verona) e mettano nel mirino la Lazio, lontana ora solo 3 lunghezze.

Il prossimo weekend sosta del campionato per la sfida dell’Italia contro gli All Black’s nell’ultimo test match autunnale all’Olimpico.

Giornata di sole e tribuna del Quaggia esaurita per il match tra il Mogliano Rugby 1969 e l’Argos Petrarca Rugby. Una gara molto sentita da entrambe le squadre per mille motivazioni. Non ultima la classifica con i Campioni d’Italia primi e i trevigiani sorprendentemente al terzo posto. Ma anche perché c’era il confronto tra gli allenatori dei due club e i tanti ex inseriti nei XV delle rispettive squadre.

Parte subito a mille il Mogliano che va in meta dopo appena 4 minuti con l’ex Giovanni Scagnolari, giovane giocatore del vivaio petrarchino con il quale si era laureato campione d’Italia Under18 nel 2017 e dato in prestito per questa stagione al club trevigiano assieme a Federico Pavan. Scagnolari raccoglie l’ovale nei propri 22 (in ritardo il passaggio di Menniti Ippolito all’ex Trotta) e si fionda in meta vanamente inseguito rima da Cugini e poi dall’ ex de Masi. Jackman trasforma. È lo stesso mediano d’apertura neozelandese qualche minuto più tardi ad intercettare un passaggio di De Masi indirizzato a Ragusi. Grubber ancora per Scagnolari che con un calcio manda l’ovale ad incocciare il palo di destra, poi fortunatamente preda del Petrarca.

Ci pensa Riera a rimettere le cose a posto al 9’: ben imbeccato da De Masi (altro ex) che aveva eluso con alcune finte un paio di avversari, il centro argentino mette a segno il suo quarto sigillo stagionale. Menniti Ippolito arrotonda dalla piazzola e si riparte dalla parità 7-7. Ancora un piazzato del nr 10 del Petrarca dalla metà campo al 14’ apre la forbice del risultato e al 16’ è un delizioso cross-kick dell’apertura padovana raccolto al volo da De Masi con Ragusi perfetto all’appuntamento che si fionda in meta eludendo prima Jackman e poi evitando il doppio placcaggio degli avversari. Azione fotocopia qualche minuto dopo: iniziativa in penetrazione di Riera ed ottima intesa con Ragusi che riceve palla e si lancia in meta, fermato però dall’arbitro Piardi che vede un passaggio in avanti. Le immagini smentiranno l’arbitro bresciano.
Al 30’ occasione per il Mogliano di accorciare, ma Jackman dalla piazzola incoccia il palo e il primo tempo si chiude con il Petrarca in vantaggio 15-7.

La seconda frazione di gioco si apre ancora con un piazzato fallito da Jackman (fallo in mischia chiusa del Petrarca) e da un cartellino giallo a Scagnolari per un in avanti volontario. Il Petrarca approfitta della superiorità numerica per andare a segno per la terza volta. La meta è di Manni (altro ex) che al 51’ approfitta di un errore alla mano di Jackman sulla metà campo, intercetta il pallone, sfugge ad un avversario e schiaccia l’ovale oltre la linea. Devono passare altri dodici minuti prima di vedere cambiare lo score. Gubana batte una veloce sulla metà campo e serve benissimo Gallimberti che sfila Ragusi per la seconda meta dei padroni di casa, trasformata poi da Jackman. Sul 14-20 Mogliano riapre virtualmente il match quando mancano circa 15’ dal termine del match. Tuttavia, è il Petrarca che prova a chiudere la partita. Ragusi trova un bel break sulla metà campo e prima di venire laccato dall’avversario pennella un cross-kick per Coppo che sfugge ad un placcaggio alto di Guarducci e schiaccia l’ovale per la meta del bonus. Precisa la trasformazione di Menniti-Ippolito e Petrarca che raggiunge l’obbiettivo. Manni viene eletto Man Of The Match e allo scadere è Guarducci a sorprendere la difesa aperta del Petrarca e schiacciare in meta per il punto di bonus difensivo. Jackman arrotonda il punteggio finale sul 21-27 per il Petrarca.

Lodovico Manni, uno dei tanti ex del match di oggi: una meta per lui e il Man Of The Match (ph Franco Cusinato)

A fine gara Andrea Marcato ha elogiato la mischia del Mogliano che ha messo a dura prova il pack del Petrarca. “Sapevamo che il Mogliano era una squadra tosta con la migliore mischia del campionato. Mi dispiace solo per le tre mete subite, ne avevamo prese quattro in tutto il campionato. Sono felice anche per Giovanni Scagnolari che quest’anno ha fatto una scelta di opportunità, un po’ chiuso da Riera ha scelto di venire qui a Mogliano. Speriamo di averlo con noi il prossimo anno”. Anche Salvatore Costanzo è contento della prestazione dei suoi:” La nostra giovane che sta cercando di mostrare le proprie capacità. Abbiamo sprecato qualche occasione, nonostante una prova di carattere. Gli errori li abbiamo pagati tutti e analizzeremo il match per correggerli. Ad ogni modo il nostro obiettivo è la salvezza ed il nostro cammino sin qui è buono. A metà stagione tireremo una linea e vedremo a che punto siamo”.
Il tabellino del match e la classifica aggiornata.

Mogliano Veneto – Stadio “Maurizio Quaggia” – domenica 18 novembre 2018
Top 12, VIII giornata
MOGLIANO RUGBY 1969 vs ARGOS PETRARCA RUGBY 21 – 27 (7-15)

Marcatori: pt. 4′ m. Scagnolari tr. Jackman (7-0); 9′ m. Riera tr. Menniti Ippolito (7-7); 15′ cp Menniti Ippolito (7-10); 16′ m. Ragusi (7-15);
st.: 53′ m. Manni (7-20); 67′ m. Gallimberti tr Jackman (14-20); 69′ m. Coppo tr. Menniti-Ippolito (14-27), 79 m. Guarducci, tr. Jackman (21-27)

MOGLIANO RUGBY 1969: Da Re (26′ D’Anna); Gallimberti, Scagnolari, Zanatta (66′ Facchini), Guarducci; Jackman, Gubana (79′ Fabi); Bocchi (56′ Toai Key), Corazzi (Cap.), Finotto (78′ Vizzotto); Delorenzi, Caila; Michelini (78′ Cincotto), Ferraro (68′ Carraretto), Buonfiglio (78′ Di Roberto)
Allenatore: Salvatore Costanzo

ARGOS PETRARCA RUGBY: Ragusi (74′ Navarra); Capraro (62′ Coppo), Bettin, Riera, De Masi; Menniti Ippolito (cap.), Su’a (69′ Cortellazzo); Trotta (74′ Goldin), Manni, Conforti (64′ Saccardo); Gerosa, Ortega; Scarsini (43′ Rossetto), Cugini (51′ Santamaria), Acosta (51′ Borean)
Allenatore: Andrea Marcato

Arbitro: Andrea Piardi (Brescia)
AA1 Gianluca Gnecchi (Brescia), AA2 Filippo Vinci (Rovigo)
Quarto Uomo: Massimo Brescacin (Treviso)
Cartellini: 51′ Scagnolari (Mogliano)
Calciatori: Jackman 3/5 (Mogliano Rugby 1969); Menniti Ippolito 4/5 (Argos Petrarca Rugby)
Note: Pomeriggio freddo ma soleggiato, terreno di gioco in buone condizioni, circa 800 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 1; Argos Petrarca Rugby 5
Man of the match: Lodovico Manni (Argos Petrarca Rugby)   

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *