L’Argos Petrarca vince, ma non fa più paura

Costretto a rincorrere anche il Valsugana nel derby.
Continua a suon di mete la marcia della Femi CZ Rovigo oggi arrivata sino in cima.
Bene il Kawasaki R. Calvisano a Mogliano.
Valorugby in over time su I Medicei.
Rialza la testa la Lafert contro Viadana.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Nella prima giornata del girone di ritorno del Top12 tutte le squadre hanno fatto punti con la sola eccezione di Verona e Mogliano, uniche a rimanere a secco. Anche la Lazio prende un punto, nonostante la pesante sconfitta subita in casa contro la Femi Cz Rovigo, sempre più positiva in queste ultime giornate.

E un punto, meritatissimo ed importantissimo ai fini della salvezza, lo porta a casa anche il Valsugana Rugby nel derby stracittadino contro l’Argos Petrarca. Il XV di Polla Roux si conferma squadra che lotta sempre, sino alla fine. Oggi addirittura in vantaggio 10-0 già nella prima mezzora (meta di Lisciani, trasformazione e calcio di Roden) e anche alla fine del primo tempo, chiuso con una meta del capitano Jacopo Pivetta (alla sua ottava marcatura personale) con l’Argos in 14 per l’espulsione temporanea di Saccardo.

I campioni d’Italia, costretti a rincorrere gli avversari, mettono la parola fine al match solo al 72’ con la marcatura di Gerosa (entrato al 50’ in sostituzione di Goldin) ma continuano a mostrare cenni di cedimento, vuoi per una conclamata carenza di giocatori (oggi abbiamo contato 14 indisponibili su una rosa di 38 giocatori), vuoi per le irrisolte questioni in mischia. Il reparto degli avanti bianconeri è senza dubbio il più penalizzato dagli infortuni e anche dopo l’esonero di Allori le cose non sembrano essere migliorate. A stringere i denti il solito Federico Conforti, oggi Man of the Match, e qualche altro.

C’è da sperare che sia solo una questione di tempo.

La crisi degli avanti, mette in chiara difficoltà anche la linea arretrata oggi apparsa opaca. L’assenza di Riera si è fatta sentire: un giocatore fondamentale nell’economia della squadra, tenuto a riposo da Marcato per la prima volta in questa stagione dopo 15 match e 1.171’ minuti giocati. E anche quella di Coppo (il più prolifico in fatto di mete: 8 tra campionato e coppa), fuori per lo stesso motivo. Senza valutazione l’esordio di Angelo Leaupepe: troppo pochi i minuti giocati, poche o nulle le palle a disposizione.

Nonostante questo, il Petrarca continua ad avere la miglior difesa (150 punti subiti), tuttavia in attacco è al livello di Mogliano (240 punti fatti) che però in graduatoria è dietro ai bianconeri di 18 lunghezze. Mantiene la testa della classifica, anche se oggi davanti al Petrarca c’è la Femi CZ che ha l’attacco più prolifico del campionato e la miglior differenza punti (+170, 371 punti fatti contro 201 subiti). Il XV di Casellato sarà il prossimo avversario dell’Argos, nella replica a campi invertiti, del derby di coppa di una quindici giorni fa, perso in casa e che è costata l’eliminazione dal torneo, uno degli obiettivi dichiarati a inizio stagione.

Si gioca domenica 3 febbraio, perché sabato inizia il Sei Nazioni con l’Italia impegnata ad Edimburgo contro la Scozia.
Il tabellino del match e la classifica aggiornata.

Padova, Argos Arena – Imp. Sp. Memo Geremia – Sabato 26.01.2019
TOP12, XII GIORNATA
Argos Petrarca Rugby v Valsugana Rugby Padova   24 – 17 (14-17)

Marcatori: p.t. 6’ m. Lisciani tr. Roden (0-7), 20’ c.p. Roden (0-10), 30’ m. Zini tr. Fadalti (7-10), 31’ m. Cannone tr. Fadalti (14-10), 40’ m. Pivetta tr. Roden (14-17); s.t. 53’ c.p. Menniti-Ippolito (17-17), 72’ m. Gerosa tr. Menniti-Ippolito (24-17)

Argos Petrarca Rugby: Menniti-Ippolito; De Masi, Benettin (73’ Favaro), Bettin, Fadalti (50’ Leaupepe); Zini, Francescato (60’ Su’a); Trotta, Goldin (50’ Gerosa), Conforti; Cannone, Saccardo (cap); Mancini Parri, Santamaria (69’ Marchetto), Rizzo (60’ Braggié).
A disposizione non entrati: Scarsini, Sattin
All. Andrea Marcato

Valsugana Rugby Padova: Paluello; Lisciani, Dell’Antonio A., Kurimudu; Roden (73’ Sartor), Citton (60’ Benetti); Girardi (62’ Ferraresi), Liut (73’ Scapin M.), Sturaro (75’ Gritti); Sironi, Turcato, Swanepoel, Pivetta (cap) (73’ Giulian), Michielotto (69’ Varise).
A disposizione non entrati: Paparone.
All. Polla Roux

Arb. Manuel Bottino (Roma)
AA1: Simone Boaretto (Rovigo) AA2: Giorgio Sgardiolo (Rovigo)
Quarto Uomo: Ferdinando Cusano (Verona)
Cartellini: al 40’ giallo a Saccardo (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Fadalti (Argos Petrarca Rugby) 2/3, Menniti-Ippolito (Argos Petrarca Rugby) 2/2; Roden (Valsugana Rugby Padova) 3/3
Note: giornata fredda, cielo parzialmente coperto, temperatura circa 5 gradi, terreno in perfette condizioni. Presenti 900 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Rugby 4; Valsugana Rugby Padova 1
Man of the Match: Federico Conforti (Argos Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *