Serie A: L’Argos Petrarca Cadetti ferma la capolista Noceto

Gara veloce e divertente quella del XV di Rocco Salvan che ora è terzo in classifica.
Gregorio Alagna meta e Man Of The Match.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)
È terminata nel pomeriggio di oggi l’undicesima giornata del campionato di Serie A maschile.

La Cadetti dell’Argos Petrarca ha inflitto la prima sconfitta stagionale al Rugby Noceto, battuto all’Argos Arena 19-7. Con la vittoria di oggi il XV di Rocco Salvan fa un doppio balzo nella generale e si attesta in terza posizione, dietro a Noceto e Colorno che in casa ha strapazzato il Borsari Badia vincendo 57-14. La concomitante sconfitta del Valpolicella in casa del Tarvisium (39-10) e la vittoria di Paese a Vicenza (26-25) ha fatto scivolare dietro al Petrarca sia i polesani che i veronesi. In fondo alla graduatoria, ancora una sconfitta casalinga per Brescia che ha ceduto la posta a Udine per 19-3.
Ora il campionato effettuerà una lunga sosta. Si riprenderà a giocare il 17 febbraio.

Alla Guizza, la capolista Noceto era attesa con qualche apprensione, visto il ruolino di marcia intonso (10 vittorie in 10 gare), tuttavia la Cadetti del Petrarca voleva vendicare la sconfitta subita all’andata quando i bianconeri erano riusciti a tenere sotto scacco gli emiliani per buona parte dell’incontro, alla fine perdendo ma conquistando il doppio bonus per le 4 mete marcate.

Il match iniziava in salita per i padroni di casa, subito in inferiorità numerica per un giallo a Zuin al 9’. Forse un po’ affrettato il giudizio del direttore di gara, il sig. Matteo Franco di Pordenone. In quattordici il Petrarca resiste bene agli urti pesanti del pacchetto di mischia avversario, difendendo senza subire falli. Al 21’ l’arbitro riequilibra i conti, spedendo in panca puniti Greco e, contrariamente agli ospiti, il Petrarca mette subito a frutto il vantaggio andando in meta con Simonato che buca le maglie allargate della difesa nocetana e con un doppio tuffo riesce ad allungarsi oltre la linea. Benvenuti non trasforma.

La risposta del Noceto arriva poco dopo da una maul avanzante che la difesa del Petrarca non riesce ad arginare. È l’esperto Boggiani a calare l’ovale, mentre Ferrarini trasforma e porta avanti Noceto 5-7.

La partita è equilibrata, veloce e piacevole. Al 30’ Trambaiolo trova spazio sull’out di sinistra ma si fa rubare la palla da Pagliarini, ma è il preludio della seconda meta padovana che arriva la 32’. Dagli sviluppi di una rimessa laterale sotto le tribune, il Petrarca muove al largo dalla parte opposta dove dopo una percussione di Zuin si forma il raggruppamento. Lesto, Gatto scodella per l’avanzante Alagna che trova la diagonale giusta per finire in mezzo ai pali con capriola finale. Sul 12-7 si va al riposo.

Al rientro le due squadre continuano ad affrontarsi con ritmi molto sostenuti, tuttavia sono i giocatori di Noceto a risentire di più della fatica. Per contro il Petrarca fa leva su una maggior freschezza e cattiveria agonistica, concedendo pochissimi spazi agli avversari. Al 60’ la terza marcatura dei padroni di casa è frutto di una cavalcata di Mattia D’Incà. L’estremo bellunese raccoglie un rinvio di Ferrarini e dalla linea dei propri 10 metri sfodera una delle sue armi migliori, sfrecciando lungolinea esibendo un paio di cambi di passo che lasciano di sasso gli avversari. Benvenuti centra la trasformazione ed il Petrarca è ora avanti 19-7. Al 66’ altro cartellino giallo per il Petrarca: è Zulian a dover lasciare il campo ma gli ospiti non sanno ancora approfittare del vantaggio numerico e l’incontro si avvia alla conclusione con il risultato immutato.

Gara bella, giocata a ritmi piuttosto alti, con il Petrarca che ha saputo tenere a bada un avversario dotato di maggior peso ed esperienza. Noceto ha patito la dinamicità e la freschezza atletica dei bianconeri, ottimi in difesa e capaci di attaccare e colpire ai fianchi gli avversari, negando agli ospiti anche il punto di bonus. Ottima la prestazione di tutta la squadra: su tutti Gregorio Alagna, eletto all’unanimità dai giornalisti in tribuna Man Of The Match.

Adesso tre settimane di pausa ma, per non rompere i ritmi di gara, in mezzo un incontro internazionale per i Cadetti contro una squadra argentina nella prima settimana di febbraio.
Il tabellino del match e la classifica aggiornata.

Padova, Argos Arena – Imp. Sp. Memo Geremia – Domenica 27.01.2019
SERIE A girone 2, XI GIORNATA
Argos Petrarca Rugby v Rugby Noceto FC   19 – 7 (12-7)

Marcatori: p.t. 6’ m. Simonato (5-0), 20’ m. Boggiani tr Ferrarini (5-7), 32’ m. Alagna tr. Benvenuti (12-7); s.t. 60’ m. D’Incà tr. Benvenuti (19-7)

Argos Petrarca Rugby: D’Incà; Bonaiti, Venturini, Broggin, Zulian; Benvenuti, Gatto; Trambaiolo F. (59’ Minazzato), Alagna, Simonato; Zuin (78’ Bogo), Sattin (cap); Polliero (56’ Ceolin), Gutierrez, Lazzarotto (49’ Armenia).
A disposizione non entrati: Arena, Magon, Meneghetti, Matteralia.
All. Rocco Salvan

Rugby Noceto FC: Pagliarini; Passera, Greco, Gabelli (64’ Garulli), Savina; Ferrarini, Frati; Boccalini, Pagliari, Serafini; Bonfiglio (56’ Mazzoni), Boggiani, Galliano, Ferro (cap), Lanzano (41’ Alberti).
A disposizione non entrati: Marcoleoni, Negri, Berghenti, Albertini, Ghiretti.
All. Marco Frati/Gian Marco Pulli

Arb. Matteo Franco (Pordenone)
AA1: Andrea Laurenti (Bologna) AA2: Alessandro Strullato (Padova)
Cartellini: al 9’ giallo a Zuin (Argos Petrarca Rugby); al 21’ giallo a Greco (Rugby Noceto FC); al 66’ giallo a Zulian (Argos Petrarca Rugby).
Calciatori: Benvenuti (Argos Petrarca Rugby) 2/3; Ferrarini (Rugby Noceto FC) 1/1.
Note: giornata fredda, cielo coperto con leggera pioggia, temperatura circa 6 gradi, terreno in buone condizioni. Presenti 250 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Rugby 4; Rugby Noceto FC 0.
Man of the Match: Gregorio Alagna (Argos Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *