Argos Petrarca, se ci sei batti un colpo!

Domani contro Viadana serve un segnale forte.
Le formazioni annunciate.

Andrea Trotta, Man of The Match nell’incontro di andata allo Zaffanella. Sua l’imbeccata a Nostran in occasione della prima meta ma soprattutto la “schiaffeggiata” all’ovale nell’ultima rimessa laterale di Viadana che poteva risultare fatale (ph Redazione BRN)

di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Il 13 e il 17 non hanno portato fortuna all’Argos Petrarca. Ci riferiamo alla tredicesima giornata e ai punti presi nel Derby d’Italia dagli uomini di Marcato. Lasciata alle spalle la gara del Battaglini, i bianconeri si sono rituffati al lavoro a testa bassa per preparare la sfida di domani, quando all’Argos Arena degli Impianti Memo Geremia arriverà il Viadana di Filippo Frati e Plinio Sciamanna.

Scivolata in un sol colpo dalla prima alla quarta posizione e superata dalle dirette avversarie per le semifinali scudetto, il Petrarca ha il compito primario di tenere a bada due cose: la sfortuna che anche domenica le si è accanita contro (per Rossetto è stagione finita: si dovrà operare alla spalla; fermo anche Braggié per una contrattura muscolare) e le Fiamme Oro che stanno dietro al Petrarca di sole quattro lunghezze.
L’occasione propizia per invertire un trend sfavorevole, Saccardo & C. ce l’hanno domani contro Viadana che in classifica ha venti punti in meno del Petrarca.

All’andata il match allo Zaffanella era stato piuttosto equilibrato (13-19 per il Petrarca) con la meta iniziale di Tizzi e un buon testa a testa al piede tra Ragusi e Ormson. Equilibri rotti poi dalla meta di Nostran e i calci di Ragusi. Era il 30 settembre ed il Petrarca aveva i ranghi al completo.
Domani di quel XV non saranno del match Capraro, Marchetto, Nostran, Ortega, e Borean, oltre ad Acosta (quest’ultimi squalificati).

Il Viadana è reduce da una vittoria contro la Lazio, maturata nei minuti finali grazie a due mete dell’ultimo arrivato in casa giallonera, l’ala irlandese Dwayne Corcoran, un elemento da tenere in assoluta considerazione visto come ha risolto un match che fino al 76’ era in mano alla Lazio.

Affrontiamo il Viadana – dichiara Andrea Marcatoreduce da una buona vittoria contro la Lazio. La squadra di Frati e Sciamanna è molto fisica, ben organizzata e vanta giocatori di grandi leadership come Orsom, Ferrarini, Pavan e Ruffolo. I nostri ragazzi hanno preparato il match molto bene questa settimana, lavorando duramente in campo e con applicazione nello studio dell’avversario in aula. Vogliamo tornare a fare un rugby efficace fatto di possesso e gran difesa, tornare un po’ alle basi per ritrovare fiducia nei nostri sistemi”.

Per scaramanzia, Andrea Marcato non ha rilasciato la solita video intervista. Tuttavia, trovate qui quella a capitan Saccardo con Nicola Grigolon, un ex ancora infortunato.

Le defezioni in prima linea hanno costretto Marcato a pescare nella squadra Cadetti (che riposa in questo weekend) e dopo il recupero di Scarsini che partirà dal primo minuto, in panchina il tecnico bianconero ha portato Gianmaria Polliero, eventuale sostituto nel ruolo di pilone destro. Rientra anche Conforti. Dietro torna Ragusi nel ruolo di estremo dal primo minuto, con Menniti Ippolito che si riprende la maglia del regista.

Ecco la formazione annunciata del Petrarca: 15 Ragusi; 14 Leaupepe, 13 Riera, 12 Bettin, 11 Coppo; 10 Menniti Ippolito, 9 Su’a; 8 Trotta, 7 Lamaro, 6 Conforti; 5 Gerosa, 4 Saccardo (cap.); 3 Mancini Parri, 2 Cugini, 1 Scarsini. A disp.: 16 Rizzo, 17 Santamaria, 18 Polliero, 19 Cannone, 20 Francescato, 21 Manni, 22 Benettin, 23 De Masi.

Sul fronte opposto, il commento di Filippo Frati, head coach del Viadana: “Andremo a Padova con la voglia di dare consistenza sia alla prestazione che al risultato ottenuto domenica scorsa contro la Lazio consapevoli che sarà una partita difficilissima, contro un avversario che non concederà sconti davanti ai propri tifosi”. I nostri avversari sono in emergenza nel reparto delle prime linee, per stessa ammissione del loro coach Marcato; di contro noi stiamo giocando molto bene in mischia chiusa, siamo molto confidenti e speriamo che proprio questa fase di gioco possa contribuire positivamente sul risultato finale della partita”.

Questa la formazione annunciata dal tecnico nocetano: 15 Apperley; 14 Spinelli, 13 Menon, 12 Ormson (cap.), 11 Corcoran; 10 Di Marco, 9 Gregorio; 8 Ghigo, 7 Ferrarini, 6 Ruffolo; 5 Chiappini, 4 Gelati; 3 Garfagnoli, 2 Silva, 1 Denti Ant.
A disposizione: 16 Ribaldi, 17 Breglia, 18 Novindi, 19 Guillemain, 20 Moreschi, 21 Bacchi, 22 Pavan, 23 Tupou.
Non disponibili per infortunio: Amadasi, Brandolini, Bronzini, Denti And., Devodier, Manganiello, Tizzi.

Kick off alle 15,00, dirigerà il match all’Argos Arena il sig. Emanuele Tomò di Roma, coadiuvato dagli assistenti AA1 Elia Rizzo (Ferrara), AA2 Gianmarco Toneatto (Udine); Quarto Uomo: Matteo Giacomini Zaniol (Treviso).

Diretta testuale nella app della FIR e streaming sul canale You Tube.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *