Top12, le carte si rimescolano, ma cambia poco.

Virtualmente, ora in testa c’è Calvisano.
Verona fa il colpaccio contro la Lazio.
Medicei: altra grande cade sotto i colpi dei gigliati.
Argos Petrarca: di buono c’è la vittoria, ma perde altri due pezzi per strada.
Tutti i risultati e la classifica.

di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Ancora un rimescolamento di carte, sia in alto che in basso alla classifica generale, ma a guardar bene poco è cambiato.

Il sunto della XIV giornata del Top 12 giocata oggi, infatti, si può riassumere in poche righe: la “virtuale” prima posizione del Kawasaki R. Calvisano che ha strapazzato malamente la Lafert San Donà, battuta 61-14, la faticosa vittoria nel derby veneto della Femi Cz Rovigo contro Mogliano 25-17, e quella del Valorugby Emilia che, sul neutro di Parma, ha a sua volta messo sotto il Valsugana Rugby 38-7.
Dietro alle tre, tutte a 53 punti, i campioni d’Italia. Il XV di Marcato vince il match contro Viadana 17-6 ma, oltre a perdere un punto sulle rivali, cosa ben più grave, lascia sul campo altri due giocatori: prima Mancini Parri, che si infortuna in riscaldamento (pestone di un compagno alla mano sinistra con sospetta frattura); poi Lamaro, che rimane a terra allo scadere del primo tempo e sarà costretto ad uscire in barella (distorsione al ginocchio). Per entrambi in settimana i riscontri degli esami diranno l’esatta entità dei danni.
Il colpo grosso lo fa il Verona che torna da Roma con una vittoria importantissima nello scontro diretto con la Lazio, sconfitta 35-31. Gli scaligeri lasciano la zona rossa in balia del Valsugana e dei romani, rispettivamente quattro e cinque punti dietro gli antracite.
Bella anche la vittoria dei Medicei contro le Fiamme Oro, sconfitte a Firenze 27-21. Il XV di Presutti, dopo Rovigo e Petrarca, fa cadere un’altra grande e continua la risalita in classifica, allungando su Mogliano, ora a nove lunghezze dai toscani, sesti a 35 punti. Si morderanno le dita i gigliati per le partite perse in casa con squadre maggiormente alla loro portata.

Parte a razzo l’Argos Petrarca nel match alla Guizza. Come successe al Rovigo la scorsa settimana, stavolta sono gli uomini di Marcato a lasciare di stucco i gialloneri di Frati, messi sotto al secondo minuto da una fucilata di Angelo Leaupepe che raccoglie l’ovale da una ruck al centro dei 22 gialloneri e scatta sotto i pali per la sua prima meta italiana. Menniti-Ippolito trasforma un facile calcio e Petrarca avanti 7-0.

La partita sembra in discesa per i padroni di casa, ma dopo la marcatura sarà il Viadana a tenere sotto scacco per parecchio tempo il Petrarca che si salva con la solita difesa rocciosa, tuttavia concedendo una serie infinita di falli. Allora Ormson decide calciare tra i pali il primo calcio piazzato a disposizione concesso da Tomò al 31’ per un fallo in ruck del Petrarca. Non lo sbaglia il capitano argentino e porta i suoi sotto il break: 7-3.

Un altro lampo di Leaupepe scuote il torpore della tifoseria di casa: è Riera ad accendere la miccia al 34’ ben servito da Menniti Ippolito al centro dei 22 di Viadana. La diagonale dell’argentino trova Ragusi in appoggio sulla sua destra e l’estremo milanese allunga a sua volta per il giovane australiano sul lungolinea libero di schiacciare la seconda meta personale. Menniti-Ippolito trasforma per il 14-3. La prima frazione si chiude con un drop dell’apertura padovana dalla linea dei 10 metri che porta il risultato sul 17-3, ma Michele Lamaro rimane dolorante a terra e lascerà il campo in barella per una distorsione al ginocchio destro, sostituito da Manni alla ripresa del gioco. Prima ancora dell’inizio, durante il riscaldamento, un “pestone amico” alla mano sinistra di Mancini Parri, costringerà il pilone aretino a cedere la maglia di titolare a Michele Rizzo. Altre due importanti pedine che verranno a mancare al Petrarca.

La seconda frazione di gioco ha poco da raccontare: le due squadre si affrontano in un battibecco infruttuoso e piuttosto noioso, con molti errori da ambo le parti e con decisioni arbitrali che Marcato avrà modo di sottolineare negativamente a fine partita. Gli unici punti nel tabellino arrivano dal piede di Ormson che mette tra i pali la sua seconda punizione di giornata. Per il resto c’è poco da dire. Il Petrarca non sfrutta nemmeno una superiorità numerica per il giallo a Moreschi al 51’ e allo scadere una piccola zuffa costa il giallo anche a Chiappini e a Conforti, uno dei migliori in campo per il Petrarca. La cravatta di Man Of The Match va però a Leaupepe per aver scaldato il pubblico in due occasioni. Per il resto la gara è stata simile alla giornata: grigia e umida, come non si vorrebbero mai.

I quattro punti in classifica e la vittoria dei Medicei, per ora allontana il pericolo cremisi dal Petrarca: le Fiamme Oro adesso sono a sette punti.
Il tabellino del match e la classifica generale.

Padova, Argos Arena – Imp. Sportivi Memo Geremia – Domenica 10.02.2019
TOP12, XIV GIORNATA
Argos Petrarca Rugby v Rugby Viadana 1970   17 – 6 (17-3)

Marcatori: p.t. 2’ m. Leaupepe tr Menniti-Ippolito (7-0); 31’ c.p. Ormson (7-3), 34’ m. Leaupepe tr Menniti-Ippolito (14-3), 40’ drop Menniti-Ippolito (17-3); s.t. 46’c.p. Ormson (17-6)

Argos Petrarca Rugby: Ragusi (73’ Benettin); Leaupepe, Bettin, Riera, Coppo (51’ De Masi); Menniti-Ippolito, Su’a (70’ Francescato); Trotta, Lamaro (41’ Manni), Conforti; Gerosa (47’ Cannone), Saccardo (cap.); Scarsini (76’ Polliero), Cugini (70’ Santamaria), Rizzo.
A disposizione non entrati: Braggié
All. Andrea Marcato

Rugby Viadana 1970: Apperley; Spinelli, Menon, Ormson (cap.), Corcoran (51’ Giovannini); Di Marco (65’ Pavan G.), Gregorio (59’ Ribaldi); Ferrarini, Moreschi, Ruffolo (61’ Tupou), Chiappini, Gelati (65’ Guillemain), Garfagnoli (56’ Breglia), Silva (59’ Bacchi), Denti Ant. (56’ Novindi)
All. Filippo Frati

Arb. Emanuele Tomò (Roma)
AA1: Elia Rizzo (Ferrara) AA2: Gianmarco Toneatto (Udine)
Quarto Uomo: Matteo Giacomini Zaniol (Treviso)
Cartellini: al 51’ giallo a Moreschi (Rugby Viadana 1970), al 79’ giallo a Chiappini (Rugby Viadana 1970), al 79’ giallo a Conforti (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Menniti-Ippolito (Argos Petrarca Rugby) 2/2, Ormson (Rugby Viadana 1970) 2/2
Note: giornata umida e fredda, circa 3 gradi, vento assente e leggera pioggia, terreno in perfette condizioni. Presenti 650 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Rugby 4; Rugby Viadana 1970 0
Man of the Match: Angelo Leaupepe (Argos Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *