Cinquina a Verona: ora l’Argos Petrarca c’è!

Il XV di Marcato ritrova fiducia e gioco.
Altra doppietta di Leaupepe e ottimo esordio di Galetto.
Calvisano corsaro a Roma, mantiene la testa con Rovigo che ha battuto il Valorugby.
Il Valsugana cade nella trappola dei Medicei.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Nella quarta giornata del girone di ritorno l’Argos Petrarca ritrova fiducia in sé stessa e anche il bel gioco. Il XV di Andrea Marcato rifila una indiscutibile cinquina alla matricola Verona Rugby

che al Payanini Center, di fronte ad un migliaio di persone, dà solo l’impressione di poter resistere ma alla fine è costretta a cedere l’intera posta piena ai campioni d’Italia in carica, che vincono con un netto 36-8.

Il successo bianconero è merito di un ritrovato appeal con l’ovale, gestito in maniera ordinata e concreta, limitando i falli.  Ottima la prova del pacchetto di mischia, che non ha mai patito quella avversaria, più pesante, e bell’ esordio di Diego Galetto in seconda linea, che ha mostrato di avere subito confidenza con i meccanismi della squadra ed ha sfoderato ottime doti di placcatore. “Solite” prestazioni sopra la media di Cannone, Conforti e Trotta. Bene i giovani Manni e Mancini Parri. Prestazione all’altezza per la linea dei trequarti che ha fatto vedere tante pregevoli azioni. Incontenibile Angelo Leaupepe sulla fascia, due mete anche ieri. Impressiona il fisico strutturato e la velocità di progressione del giovane australiano di origini neozelandesi, devastante negli impatti con l’avversario. Ne sanno qualcosa Zanon e Mc Kinney, usciti scossi dopo i contatti con l’ala del Petrarca. Ragusi, Menniti-Ippolito e Benettin, tutti in meta, hanno dato vivacità al reparto arretrato, mentre sorprende anche lo stesso Fadalti l’attribuzione del Man Of The Match a fine gara: buona senz’altro la gara del riccioluto giocatore trevigiano, ma probabilmente la cravatta FIR se la sarebbe meritata qualche altro compagno, senza per questo nulla togliere.

Sorpreso anche Menniti-Ippolito per un cartellino giallo frutto di un “antigioco” secondo il sig. Matteo Liperini, per l’occasione apparso non al meglio della forma nella direzione del match.

Per gli avversari, bella prova di Jacopo Salvetti e degli altri ex, soprattutto D’Agostino e Delfino che hanno provato a mettere in difficoltà la mischia petrarchina. Poco convincente, a nostro parere, la seconda linea tongana Ulufonua. A “fine corsa” Pavan. Troppo esile McKinney per resistere agli impatti con gli avversari. Mortali il solo a tener banco, dietro, con l’esperienza.

Sorrisi e soddisfazione da parte petrarchina, che finalmente prendono anche il punto di bonus, mancato contro gli scaligeri all’andata all’Argos Arena, attestandosi al terzo posto in classifica, davanti al Valorugby, caduto al Battaglini. In testa il Kawasaki R. Calvisano che nell’anticipo di sabato ha vinto in casa delle Fiamme Oro per 31-13 e seconda, solo per differenza punti, la Femi CZ Rovigo che ha battuto gli emiliani per 30-21. Si allontana la zona play off per i poliziotti, ora a -11. Sconfitta casalinga per il Valsugana Rugby. Al Plebiscito finisce 23-13 per I Medicei. Perdono anche Mogliano a Viadana, 24-22 e la Lazio di misura al Pacifici contro San Donà, 21-19.

Il prossimo weekend sosta del campionato che riprenderà il 2 e 3 marzo prossimo con la sedicesima giornata.
Il tabellino del match al Payanini Center e la classifica aggiornata.

Verona, Payanini Center – Domenica 17 Febbraio 2019
TOP12, XV giornata
Verona Rugby vs Argos Petrarca Rugby 8-36 (3-10)

Marcatori: p.t. 15’ p. Menniti-Ippolito (0-3), 28’ m. Benettin tr. Menniti-Ippolito (0-10), 40 c.p. Mortali (3-10); s.t. 41’ m Ragusi tr. Fadalti (3-17), 46’ m. Leaupepe tr. Fadalti (3-24), 55’ m. Menniti-Ippolito tr. Menniti-Ippolito (3-31), 60’ m. Rossi (8-31), 69’ m. Leaupepe (8-36)

Verona Rugby: Mortali; Zanon (58’ Geronazzo), Pavan R. (62’ Contri), Quintieri, Cruciani T.; McKinney, Cruciani M.; Bernini (58’ Zago), Salvetti©, Zanini (56’ Rossi); Groenewald, Ulufonua (65’ Signore); Cittadini (62’ Greef), Delfino (56’ Silvestri), D’Agostino (41’ Furia)
Allenatore: Grant Doorey

Argos Petrarca Rugby: Ragusi (56’ De Masi); Leaupepe, Benettin, Riera, Fadalti; Mennitti-Ippolito© (70’ Zini), Su’a (65’ Francescato); Trotta, Manni (47’ Goldin), Conforti; Cannone, Galetto (38’-40’, 58’ Gerosa); Mancini Parri (52’ Scarsini), Cugini (58’ Santamaria), Rizzo (62’ Braggie’)
Allenatore: Andrea Marcato

Arbitro: Matteo Liperini (Livorno)
AA1: Riccardo Angelucci (Livorno) AA2: Simone Boaretto (Rovigo)
Quarto Uomo: Matteo Giacomini Zaniol (Treviso)
Cartellini: 35′ giallo a Menniti Ippolito (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Mortali (Verona Rugby) 1/2   Menniti-Ippolito (Argos Petrarca Rugby) 3/5, Fadalti (Argos Petrarca Rugby) 2/3

Note: giornata soleggiata con circa 15 gradi e vento assente, terreno in perfette condizioni. Spettatori: 1000
Punti conquistati in classifica: Verona Rugby 0; Argos Petrarca Rugby 5
Man of the of the Match: Niccolò Fadalti (Argos Petrarca Rugby)

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *