L’Argos incerottato disintegra il Mogliano

Vittoria secca: 58-0 nonostante le tante assenze.
Ottima la prova dei giovani Braggié, Broggin e Goldin (con meta).
Colpaccio del Calvisano a Rovigo.
A fondo classifica non cambia nulla: perdono tutte.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Un Argos Petrarca falcidiato dagli infortuni e con alcuni giocatori malconci in campo a stringere i denti, disintegra letteralmente il Mogliano, battuto 58-0.
Gara tutta a senso unico, con gli ingressi di Mogliano nei 22 dei Campioni d’Italia che si contano sulle dita di una mano.

Sette le marcature (7’ e 53’ Capraro – Man Of The Match-, 26’ Trotta, 32’ Belluco, 56’ Cortellazzo, 26’ Goldin, 74’ Leaupepe) come mai successo in questa stagione per il XV di Andrea Marcato che un qualche sospeso con la fortuna ce l’aveva, colmato in parte ieri con una prestazione da incorniciare.

A cominciare da quella dei giovani, tra i quali si è distinto in prima linea Giacomo Braggié: 80’ minuti pieni dove ha tenuto botta prima a Michelini e poi a Cincotto.

Esordio brillante nel ruolo di primo centro anche per Marco Broggin che ha affrontato la sua prima gara in Top 12 come se avesse sempre giocato nella categoria. Broggin, che farà 21 anni a luglio, è arrivato quest’anno al Petrarca proveniente dal Roccia Rubano sinora era sempre stato impiegato con la Cadetti di Rocco Salvan. Rompe il ghiaccio con la meta anche Davide Goldin, fresco di rientro dagli impegni al Sei Nazioni con la Nazionale U20: non ancora ventenne (li compirà a gennaio prossimo) anche ieri ha dimostrato di poter giocare alla pari con i più esperti nel Top 12. Buona anche la prova di Zini che ha migliorato la sua prestazione, probabilmente anche a causa di una minor pressione rispetto alla gara contro Calvisano.

Ben poca cosa il Mogliano visto ieri all’Argos Arena, almeno rispetto a quello di inizio stagione quando veniva dato come sorpresa. Una squadra che ha costruito poco e dove l’assenza di Jackman in cabina di regia si è fatta sentire. Anche gli avanti, temuti alla vigilia, in mischia chiusa non hanno impensierito più di tanto i padroni di casa.

Con la vittoria (e il concomitante successo del Valorugby) l’Argos mantiene la quarta posizione a distanza invariata dalle Fiamme Oro, quinte a undici lunghezze (a fondo articolo il tabellino del match e la classifica aggiornata).

Il colpaccio, ieri, lo ha fatto il Calvisano che ha espugnato il Battaglini, vincendo contro la Femi CZ per 35-24. Il XV di Brunello scavalca Rovigo e si prende il primo posto in classifica, mentre il Valorugby, che ha avuto la meglio a Roma contro la Lazio, resta in terza posizione.
Tutte sconfitte le squadre di fondo classifica che mantengono invariate le posizioni.

Il Top 12 si ferma nel prossimo weekend per dare spazio alla finale di Coppa Italia e riprenderà il 6 (o 7) aprile e vedrà impegnato l’Argos nello scontro diretto a Reggio contro il Valorugby.

Padova, Argos Arena – Imp. Sportivi Memo Geremia – Sabato 23.03.2019

TOP12, XIX giornata
Argos Petrarca Rugby v Mogliano rugby 1969 58-0 (32-0)

Marcatori: p.t.: 5’ c.p. Fadalti (3-0), 7’m. Capraro tr. Fadalti (10-0), 18’c.p. Fadalti (13-0), 25’ m. Trotta tr. Fadalti (20-0), 29’ m. Galetto (25-0), 32’ m. Belluco tr. Fadalti (32-0); s.t. 53’ m. Capraro tr. Fadalti (39-0), 56’ m. Cortellazzo tr. Zini (46-0), 65’ m. Goldin tr. Zini (53-0), 73’ m. Leaupepe (58-0)

Argos Petrarca Rugby: Fadalti (53’ Leaupepe); Capraro, Belluco, Broggin, Coppo; Zini, Su’a (41’ Cortellazzo); Trotta (53’ Michieletto), Conforti (46’ Goldin), Saccardo (cap) (73’ Cannone); Cannone (53’ Gerosa), Galetto; Scarsini (45’ Mancini Parri, 60’ Trejo), Santamaria (46’ Marchetto), Braggié.
Allenatore: Andrea Marcato

Mogliano Rugby 1969: Faulds; Pavan, Guarducci, Zanatta (67’ Gallimberti), Facchini (57’ D’Anna); Da Re, Fabi (64’ Gubana), Toai Key, Corazzi (cap), Finotto (64’ Vizzotto), De Lorenzi, Caila (64’ Carraretto), Michelini (64’ Cincotto), Ferraro (64’ Di Roberto), Buonfiglio (64’ Ceccato).
Allenatore: Andrea Cavinato

Arbitro: Manuel Bottino (Roma)
AA1: Stefano Bolzonella (Cuneo), AA2: Marco Panin (Rovigo)
Quarto Uomo: Roberto Lazzarini (Rovigo)
Calciatori: Fadalti (Argos Petrarca Rugby) 6/7; Zini (Argos Petrarca Rugby) 2/3
Note: giornata primaverile e soleggiata, temperatura circa 18 gradi, vento assente, terreno in perfette condizioni. Presenti 800 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Rugby 5; Mogliano Rugby 1969 0
Man of the Match: Marco Capraro (Argos Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *