Amarcord Petrarca: Ginkgo day, ricordando il 7° e l’8° scudetto

Sabato 6 aprile verranno apposte altre due targhe nel “Giardino degli Scudetti”

Il Petrarca davanti alla tribuna “Lanzoni” del Battaglini dopo una strepitosa vittoria per 13-7. Era il 27 marzo 1983 e a fine stagione quel Petrarca si aggiudicherà l’ottavo scudetto della sua storia (ph dall’archivio del Petrarca Rugby)

di Enrico Daniele
(foto dall’archivio del Petrarca Rugby)

Nella sua storia, che ormai passa i settanta anni di vita, il Petrarca Rugby ha conquistato 13 titoli nazionali, l’ultimo dei quali nella scorsa stagione agonistica.
Per iniziativa di un gruppo di vecchi petrarchi (ex giocatori del Petrarca Rugby), tre anni fa è nata l’idea di ricordare i successi della squadra. A fianco della tensostruttura, donata da I Petrarchi al Centro Sportivo, è stata creata una aiuola con al centro piantumato un ginkgo biloba, un albero forte e robusto destinato a vivere oltre il millennio, attorno al quale, ogni primo sabato di aprile, vengono installate le targhe ricordo degli scudetti conquistati dal Petrarca.

Sabato 6 aprile verranno apposte altre due targhe per festeggiare il 7° scudetto (1979/80) e l’8° (1983/84). Alla cerimonia saranno presenti molti giocatori della rosa di quelle due annate vittoriose, ma anche molti artefici dei primi sei scudetti.

L’intento del comitato organizzatore, oltre che a ricordare i successi, mira a richiamare al Centro Sportivo tutti gli scudettati, sia gli abituali frequentatori degli impianti, oltre a quelli che si sono allontanati dal Petrarca dopo aver smesso di giocare.

Il “Giardino degli Scudetti”, come viene chiamato il sito, è uno stimolo per le attuali e future generazioni petrarchine che hanno il privilegio di indossare la maglia del Petrarca, uno dei club più prestigiosi in Italia. Parafrasando uno dei gesti tecnici del rugby, dove la palla si passa all’indietro: “Guardare al passato per prendere slancio per il futuro”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *