Top12: ora c’è anche la matematica certezza, l’Argos Petrarca ai play off

Sconfitti I Medicei 26-20 e play off acquisiti matematicamente.
Il Valsugana Rugby è la prima a salutare il Top12.
Colpo di coda della Lazio che vince il derby contro le Fiamme Oro.
Risultati e classifica.

di Enrico Daniele
(in copertina foto di Franco Cusinato)

Nella 21a giornata del Top 12 emessi i primi verdetti ufficiali.

DISCORSO PLAY OFF CHIUSO
Definita la griglia play off con la matematica certezza acquisita dall’Argos Petrarca e dal Valorugby Emilia, entrambe vittoriose con 5 punti rispettivamente contro I Medicei e contro Mogliano. Servirà l’ultima giornata per definire gli accoppiamenti delle semifinali.

VALSUGANA, ADDIO TOP12
Giornata amara per il Valsugana Rugby che è la prima a salutare il Top 12 dopo una sola stagione. Fatale la sconfitta subita dal XV padovano in quel di San Donà e il concomitante colpo di coda della Lazio che fa suo il derby della Capitale contro le Fiamme Oro. Triplo effetto quello ottenuto dal club più antico d’Italia: sorpasso in classifica sul Valsugana, discorso salvezza rinviato agli ultimi ottanta minuti da giocare proprio contro gli astorini e matematica esclusione dei poliziotti dalle semifinali.

Prossimo turno che si rivela fondamentale in chiave salvezza: Verona è davanti alla Lazio di 4 punti e negli scontri diretti gli scaligeri hanno vinto entrambe le volte. Perciò una vittoria della Lazio con 5 punti sabato prossimo a Padova (contro la retrocessa Valsugana), potrebbero non bastare se Verona tornasse dallo Zaffanella con almeno un punto. E tutto potrebbe essere ulteriormente condizionato dall’accoglimento del ricorso presentato dalla Lazio contro la penalizzazione di 4 punti per l’illecito commesso proprio nella gara casalinga contro il Verona il 10 febbraio scorso.

ARGOS PETRARCA v TOSCANA A. I MEDICEI 26-20
A Padova l’Argos Petrarca vince il confronto con I Medicei e mette al sicuro il posto nelle semifinali. In campo i due allenatori degli ultimi scudetti petrarchini.  Andrea Marcato ricambia a Pasquale Presutti lo sgambetto subito all’andata quando al Ruffino i gigliati inflissero la seconda sconfitta consecutiva stagionale ai Campioni d’Italia che disputarono la peggior gara in questo campionato per ammissione dello stesso Marcato.

Anche oggi non è stato semplice per l’Argos avere la meglio sui Medicei, squadra che ha tenuto testa ai padroni di casa sino alla fine, capace di ostacolare sistematicamente la costruzione del gioco bianconero. Petrarca che ha fatto della rimessa laterale (imperioso nelle touche oggi il Man Of The Match Andrea Trotta) e della maul avanzante le sue armi migliori, lavorando bene anche in chiusa. Erano gli ospiti ad aprire le marcature già al 2’ grazie ad un piazzato di Newton (0-3). La difesa gigliata, tuttavia, si trova impreparata qualche minuto dopo quando Coppo va a bersaglio grosso in bandierina e Menniti-Ippolito arrotonda da posizione angolatissima (7-3). Ancora Newton punisce l’Argos falloso dalla piazzola (7-6) e poco dopo resta in inferiorità numerica per il giallo a De Marchi, punito da Boraso per ripetuti falli in mischia. Gerosa ne approfitta immediatamente per festeggiare i suoi 100 caps in campionato, marcando la seconda meta del Petrarca con un deciso sfondamento della barriera toscana. Il piede di Menniti-Ippolito fa il resto e forbice che si allarga oltre break (14-6). Doppio infortunio: prima è Boccardo ad uscire temporaneamente, sostituito da Schiavon, e poi è Zini, colpito in maniera involontaria alla testa che lascerà il campo in barella. Al suo posto Ragusi. Assetto del Petrarca che si modifica, con Menniti-Ippolito in mediana e l’estroso milanese ad estremo. Al rientro è però Boccardo a sopire gli ardori del Petrarca: Goldin si trova fuori posizione in difesa ed il padovano di scuola CUS ne approfitta per marcare la prima meta gigliata. Newton si conferma cecchino pressoché infallibile e riporta i suoi ad un tiro dal Petrarca (14-13). Il dominio nelle rimesse laterali e nei drive e del Petrarca si concretizza con la meta di Scarsini, nei minuti di recupero del primo tempo, che manda tutti al riposo sul 19-13 per i padroni di casa.

Girandola di sostituzioni all’inizio della ripresa. Cominciano prima gli ospiti che cambiano gli uomini di prima linea, seguiti da quelli del Petrarca che oppone forze fresche. Il giallo a Minto al 51’ complica di nuovo i piani del XV di Presutti che subisce la quarta meta. È Leaupepe al 57’ a portare l’ovale dietro i pali con la consueta facilità di penetrazione, chiudendo di fatto il match. I cinque punti acquisiti mettono al sicuro il discorso play off, ma il Petrarca deve ancora fare i conti con la reazione ospite cui sta stretto il 26-13 del tabellino. Mancano ancora 23 minuti al termine della gara durante i quali gli uomini di Presutti impegnano la difesa del Petrarca che alla fine deve cedere all’ennesimo tentativo di sfondamento. È Cacciagrano, l’uomo più pesante degli avanti biancorossi entrato in sostituzione di Minto al 64’, a posare l’ovale in area di meta con l’apporto del pack e a chiudere lo score portando a casa il meritato punto di bonus difensivo che ha fatto storcere il naso a Marcato, non del tutto soddisfatto a fine gara.

Ma ora i pensieri sono già proiettati a sabato prossimo per definire gli accoppiamenti delle semifinali. Tutto è ancora possibile con una classifica che vede primo il Calvisano a +3 dal Rovigo e col Petrarca e Reggio a -5. Le Fiamme Oro, tagliate fuori dai play off, ospiteranno l’Argos Petrarca, il Valorugby riceverà al Mirabello il Kawasaki Robot Calvisano, con la Femi Cz Rovigo che potrebbe andare sul velluto al Battaglini contro un San Donà che non deve dire più nulla al campionato.

Il tabellino del match e la classifica generale ad una giornata dal temine della stagione regolare.
Padova, Argos Arena – Imp. Sportivi Memo Geremia – Sabato 13.04.2019
TOP12, XXI GIORNATA
Argos Petrarca Padova v Toscana Aeroporti I Medicei   26-20 (19-13)

Marcatori: p.t. 2’ cp. Newton (0-3), 6’ m. Coppo tr. Menniti-Ippolito (7-3), 17’ cp. Newton (7-6), 22’ m. Gerosa tr. Menniti-Ippolito (14-6), 36’ m. Boccardo tr. Newton (14-13), 40+1 m. Scarsini (19-13); s.t. 57’ m. Leaupepe tr. Menniti-Ippolito (26-13), 80’+4 m. Cacciagrano tr. Newton (26-20)

Argos Petrarca Rugby: Menniti-Ippolito; Capraro, Leaupepe, De Masi (59’ Favaro), Coppo; Zini (26’ Ragusi, 60’ Su’a, 71’ De Masi), Francescato; Trotta, Conforti (60’ Grigolon), Goldin; Gerosa (54’ Michieletto), Saccardo (cap); Scarsini (54’ Rizzo), Marchetto (44’ Cugini), Borean (54’Mancini Parri).
All. Andrea Marcato

Toscana A. I Medicei: Cornelli; Biffi, Rodwell, Cerioni (cap) (59’ Mattoccia), L. Lubian; Newton, Esteki (56’ Rorato); Greef, Boccardo (25’ Schiavon, 31’ Boccardo), Chianucci; Grobler (41’ Brancoli), Minto (64’ Cacciagrano); Montivero (51’ Schiavon), Giovanchelli (64’ Broglia), A. De Marchi (51’ Battisti).
All. Pasquale Presutti

Arb. Federico Boraso (Rovigo)
AA1: Simone Boaretto (Rovigo) AA2: Giorgio Sgardiolo (Rovigo)
Quarto Uomo: Alessandro Strullato (Padova)
Cartellini: al 21’ giallo a De Marchi (Toscana Aeroporti I Medicei), al 51’ giallo a Minto (Toscana Aeroporti I Medicei)
Calciatori: Menniti-Ippolito (Argos Petrarca Padova) 3/4, Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 4/4
Note: cielo parzialmente coperto, leggera brezza trasversale al campo. Temperatura circa 12 gradi, vento assente. Terreno in perfette condizioni. Osservato un minuto di silenzio in memoria di Massimo Liberti della tifoseria delle Ombre Nere, scomparso improvvisamente la scorsa settimana, e di Giorgio Graziati, figura storica del Petrarca della prima ora, perito a seguito di un investimento stradale. Presenti circa 900 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Padova 5; Toscana Aeroporti I Medicei 1
Man of the Match: Andrea Trotta (Argos Petrarca Padova)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *