Continental Shield: Rovigo e Calvisano per un posto in Europa…o forse no

Al Battaglini la gara di ritorno domani alle 15,00.
In palio un posto nella Challenge Cup del prossimo anno, ma potrebbe andarci una franchigia del Top12.
di Enrico Daniele
(in copertina foto di Giampaolo Donzelli)

Sabato 20, vigilia pasquale al Battaglini tra la Femi CZ Rovigo e il Kawasaki Robot Calvisano per la sfida di ritorno della Continental Shield che mette in palio un posto nella Challenge Cup del prossimo anno.

Tuttavia, circola voce che né Calvisano né Rovigo parteciperanno alla prossima Challenge perché la FIR potrebbe decidere di mandarci una franchigia composta dai migliori giocatori del Top12. Era stato lo stesso numero uno FIR a dirlo in uno degli ultimi consigli federali, con disappunto soprattutto da parte rodigina. Ma è noto a tutti che il livello della Challenge è notevolmente più alto rispetto a quello del Top12 e per l’eventuale partecipante è quasi certo che, oltre ai costi, rischierebbe di rimetterci anche la faccia.

Ad ogni modo, volendo parlare di franchigia, la domanda sorge spontanea: “Ma non c’era già la Nazionale Emergenti? Che fine ha fatto?”
E ancora: “Chi deciderà quali giocatori ne faranno parte? Con che criteri verranno scelti? Le società sarebbero d’accordo?”…via dicendo.
Domande che ad oggi non trovano risposte, anche se dal cilindro della FIR non si sa mai possa improvvisamente spuntare la soluzione.

Tornando al match di sabato, resta scontato che ad entrambe le squadre interessi qualificarsi, vuoi per il prestigio, vuoi per il compenso riservato alla vincitrice che non sarà in granché (40.000 euro), ma male non fa.
Per Rovigo la partenza sarà ad handicap in quanto il primo round, giocato al Pata Stadium il 30 marzo scorso, era andato al Calvisano (29-13) che può quindi amministrare un discreto vantaggio (16 punti).
Dalle formazioni annunciate, nessun risparmio per entrambe le squadre che schiereranno il meglio a disposizione, dichiarando apertamente battaglia.

Ecco i due XV dipartenza (kick off ore 15,00 – arbitra il sig. Christophe Riedly della federazione inglese – diretta streaming su www.therugbychannel.it).

FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi; Mantelli, Chillon; Halvorsen, Lubian, Vian; Ferro (cap.), Cicchinelli; D’Amico, Momberg, Brugnara.
A disposizione: Rossi, Vecchini, Pomaro, Nibert, Parolo, Piva, Visentin, Borin.
Allenatore: Umberto Casellato

Kawasaki Robot Calvisano: Van Zyl; Bruno, Facundo-Panceyra, Lucchin, Balocchi; Pescetto, Casilio; Koffi, Martani, Casolari; Venditti, Andreotti (cap); Biancotti, Morelli, Fischetti.
A disposizione: Luccardi, Brarda, Leso; Cavalieri, Manfredi, Semenzato, Bordoli, De Santis.
Allenatore: Massimo Brunello

Nell’altra finale, i russi dell’Enisei STM dovranno cercare di ribaltare il risultato dell’andata contro il Timisoara Saracens che in casa aveva vinto 20-18.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *