Peroni Top12 spareggio play out: al 78’ la Lazio condanna il Verona alla retrocessione

Al Plebiscito vittoria di misura dei romani, 16-14
Il Verona spreca tantissimo e torna in serie A come il Valsugana.
di Enrico Daniele
(in copertina foto Franco Cusinato)

Un calcio piazzato di Bonifazi al 78’ consente la permanenza nel Peroni Top 12 alla SS Lazio e condanna alla retrocessione il Verona Rugby. Dopo una sola stagione, gli scaligeri raggiungono l’altra matricola, già retrocessa, Valsugana Rugby.

Un match dai ritmi molto lenti quello giocato al Plebiscito di Padova, di fronte ad un pubblico di circa 2.000 persone, molte delle quali arrivate da Roma.
Sembrava quasi che nessuna delle due squadre volesse prendere l’iniziativa, tuttavia dopo il pareggio iniziale per i calci piazzati di Mortali al 2’ e di Bonifazi all’8’, è Guardiano a rompere gli equilibri del match che trova lo spunto giusto dopo una serie di pick & go della Lazio nei 22 veronesi. Bonifazi arrotonda per il massimo vantaggio della Lazio.

Prima del termine laziali in inferiorità numerica per un giallo a Duca per placcaggio pericoloso e veronesi che perdono Zanini (infortunio alla spalla).

Alla ripresa del gioco aumenta la pressione del Verona che cerca di riagguantare il risultato, trovandosi più volte in superiorità numerica al largo, senza tuttavia sfruttare le occasioni favorevoli. Provvidenziale la meta di Pavan al 45’ che buca di forza la difesa e riporta sotto gli antracite (10-8) ma cinque minuti più tardi Bonifazi riapre la forbice del risultato con un piazzato. Sul 13-8, Doorey gioca la carta Navarra. L’ex del Petrarca sostituisce Soffiato (altro ex bianconero) e il gioco del Verona prende ritmo e nonostante i tanti errori riescono a passare in vantaggio con due piazzati di Mortali al 63’ e al 74’. Sull’ 11-13 Buondonno ha una svista madornale quando non si avvede del compagno libero di andare in meta lungolinea e preferisce l’azione personale. Poteva essere il colpo del k.o. ed è invece al Lazio a mettere la parola fine sul match con l’ultimo calcio piazzato di Bonifazi al 78’ che regala vittoria e salvezza ai romani.

Fuori dal campo momenti di tensione tra la dirigenza veronese e qualche tifoso laziale, mentre in campo la gioia dei vincitori si contrappone all’amarezza degli sconfitti che, a ragion veduta, hanno avuto le migliori occasioni del match senza sfruttarle ed in stagione avevano avuto la meglio in entrambe le gare.
Merito anche degli uomini di Montella, più concreti e meno fallosi.
Il tabellino del match.

Padova, “Stadio Plebiscito” – Sabato 11 maggio 2019
Playout Peroni TOP 12
S.S. Lazio Rugby 1927 v Verona Rugby 16-14 (10-3)

Marcatori: p.t.  2’ cp Mortali (0-3), 8’ cp Bonifazi (3-3), 23’ m. Guardiano tr Bonifazi (10-3) s.t. 45’ m. Pavan (10-8), 50’ cp Bonifazi (13-8), 63’ cp Mortali  (13-11), 74’ cp Mortali (13-14), 78’ cp Bonifazi (16-14)

S.S Lazio Rugby 1927: Bonifazi; Guardiano,  Coronel, Lo Sasso; Di Giulio (40’ Teresi); Ceballos, Bonavolontà D.; Duca; Filippucci (cap), Pagotto (60’ Ercolani); Malan, Giancarlini; Chalonec (65’ Bolzoni), Baruffaldi, Cafaro (45’ Amendola)
all. Montella

Verona Rugby: Mortali; Buondonno, Pavan, Quintieri; Cruciani, Mckinney; Soffiato (58’ Navarra) ; Zanini (37’ Signore- 63’ Signore);  Rossi, Riccioli; Bernini (65’ Spinelli), Salvetti; Cittadini (65’ Furia), Silvestri (75’ Delfino), D’Agostino
All. Doorey

Arb.: Mitrea (Udine)
Cartellini: Al 36’ giallo a Duca (S.S. Lazio Rugby 1927)
Calciatori: Mortali (Verona Rugby) 3/4, Bonifazi (S.S. Lazio Rugby 1927) 4/4
Note: giornata nuvolosa a Padova. Presenti circa 2000 spettatori
Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 4, Verona Rugby 1
Man of the Match: Gianmarco Duca (S.S. Lazio Rugby 1927)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *