L’Argos Petrarca è Campione d’Italia Juniores 2019

Sconfitto il Toscana A. I Medicei 21-8.

Il gruppo dell’Argos Petrarca Campione d’Italia 2019 (ph Franco Cusinato)

di Enrico Daniele
(in copertina foto Ufficio Stampa Petrarca Rugby)

L’Argos Petrarca Rugby Under 18 si è laureato Campione d’Italia Juniores 2019, bissando il successo di due anni fa. Sul campo della Canalina a Reggio Emilia, i ragazzi allenati da Giovanni Maistri (con gli assistant Michele Rizzo, Simone Ragusi e Stefano Parladori) hanno sconfitto i pari età del Toscana A. I Medicei per 21-8.

L’Argos Petrarca corona così una stagione iniziata in crescendo, partita dopo partita, vincendo 15 gare della fase territoriale, pareggiandone una e subendo due sole sconfitte. Arrivata seconda, dietro alla Benetton Treviso per un solo punto, ha affrontato e sconfitto il Nordival Rovato nel barrage per passare alla fase nazionale. Qui, una sola sconfitta, a Calvisano domenica scorsa, quando Longhin & C. avevano già intascato in anticipo il biglietto per la finale dopo aver sconfitto l’ASR Milano al “Plebiscito”. Tuttavia, il capolavoro lo avevano fatto nelle due gare contro l’avversario più temibile, la Benetton Treviso, annientata in casa ed in trasferta.

Oggi, davanti ad un pubblico di circa 1.100 proveniente equamente sia da Firenze che da Padova, i neo Campioni d’Italia hanno saputo rimettere in carreggiata un match partito in salita, dopo il calcio piazzato di Del Bono al 2’ e la meta a freddo di Di Puccio al 4’, in bandierina per un’indecisione in ricezione di Raccanello.

Sul punteggio di 8-0 e con i toscani oltre il break a pochi minuti dall’inizio, il Petrarca muove una lenta risalita del campo e del punteggio cercando il gioco al largo evitando il pack biancorosso, molto pesante. Qualche sbavatura, una difesa gigliata difficile da superare e l’uso calibrato del gioco al piede di Del Bono costringono però il Petrarca a subire ancora per un buon quarto d’ora i pericolosi attacchi avversari. Il Petrarca muove il tabellino dopo il water break concesso dall’arbitro Vedovelli. Firenze è in attacco e sta spingendo con una maul potente, tuttavia Di Bartolomeo riesce ad impossessarsi del pallone e Fioriti di prepotenza si porta fuori dai propri 22. Palla per Ferrarin che spedisce l’ovale lungo l’out di destra dove la velocità di Raccanello fa la differenza per fiondarsi in meta, facendosi perdonare subito la distrazione precedente. Da posizione angolata Ferrarin non trasforma ma sull’ 5 a 8 il Petrarca è di nuovo in partita. I Medicei reagiscono e provano a farsi pericolosi ma una ricezione ritardata e la pressione del Petrarca costringe al fallo i Medicei con Ferrarin che piazza la punizione del pareggio.

Si riparte da zero, ma adesso è il Petrarca a comandare con Ferrarin che sposta il baricentro del gioco usando magistralmente il piede. I toscani soffrono la pressione e sono costretti al fallo con Del Bono che non rilascia Russo dopo il placcaggio. Facile centrare i pali per Ferrarin e Petrarca che chiude la prima frazione di gioco in vantaggio 11-8. Un parziale di 11-0 costruito minuto dopo minuto dal 15’ del primo tempo.

Breve il riposo per rifiatare e si riparte con il Petrarca costretto a rinunciare a Libero, colpito duro al collo. Al suo posto Baldo che in chiusa non fa rimpiangere l’uscita del compagno. La partita continua con ritmi alti e Petrarca che monopolizza il possesso e soffoca Firenze dentro ai propri 22. Grande il lavoro delle terze linee petrarchine Fioriti, Goldin e Marcellan che al 45’ riesce a scippare l’ovale e si fionda in meta sotto l’acca. Con la trasformazione il Petrarca va a +10, 18 a 8. Il Petrarca è padrone del match e trova un altro calcio di punizione per un fuori gioco toscano che comincia ad andare in debito di ossigeno. Ferrarin centra i pali per il 21 a 8.

Al 53’ grande azione personale di Baldo che agguanta un pallone sulla linea dei 10 metri dei Medicei e si lancia sino a quella dei 5 resistendo ad almeno tre tentativi di placcaggio e Petrarca che nel prosieguo dell’azione pasticcia un po’ e non riesce a finalizzare.

Dopo il water break i toscani si portano per la prima volta nei 22 del Petrarca che ha la possibilità di colpire in contropiede ma la corsa di Beltrame viene fermata dal fischio di Vedovelli per un precedente fuorigioco. I biancorossi provano a tenere il Petrarca nei propri 22 alla ricerca di punti per restare in partita, ma la difesa del Petrarca è impenetrabile. Sono tanti i tentativi bloccati puntualmente dai tuttoneri che restano anche in inferiorità numerica. È Marcellan a lasciare in anticipo il campo per ripetuti falli e Firenze ci prova in tutte le maniere ma trova un Petrarca col coltello tra i denti che non lascia passare nessun avversario.

Gli ultimi minuti sono un disperato assedio toscano, spesso sulla linea di meta ma, tuttavia, il punteggio non cambia sino al calcio fuori campo di Tognetti e il fischio finale di Vedovelli, con Ferrarin nominato Man Of The Match.

Vittoria meritatissima del Petrarca, che corona una stagione fantastica e consegna l’ennesimo tricolore nella già ricca bacheca della società della Guizza.
Festa grande e pacifica invasione di campo per le premiazioni.
Grande soddisfazione per i tecnici e i dirigenti accompagnatori del Petrarca. Presente anche il Presidente Alessandro Banzato che si è congratulato personalmente con i tecnici e i giocatori. Festa che è continuata poi sino a tardi al rientro della squadra e dei tifosi al Centro Sportivo “Memo Geremia”.
Il tabellino del match.

Reggio Emilia, Campo Crocetta Canalina – domenica 9 giugno 2019
Campionato Italiano Under 18, Finale
Toscana Aeroporti I Medicei v Argos Petrarca Rugby 8-21 (8–11)

Marcatori: p.t. 2’ cp. Del Bono 3-0; 4’ m. Di Puccio (8-0); 21’ m. Raccanello (8-5); 28’ cp. Ferrarin (8-8); 35’ cp Ferrarin (8-11); s.t.  45’ m. Marcellan tr. Ferrarin (8-18); 49’ cp. Ferrarin (8-21)

Toscana Aeroporti I Medicei: Nannini; Pesci, Di Puccio, Chiti, Fialà (49’ Campolucci); Del Bono, Biagini; Frangini, Mannelli, Sestini; Pracchia, Metti (cap.); Sassi (67’ Migliori), Sorrentino (67’ Ciampi), Krifi (48’ Bonaccorsi)
Allenatori: Giuseppe Sorrentino e Marco Falleri

Argos Petrarca Rugby: Lazzarin; Raccanello, Beltrame, Russo, Sottoriva (64’ Regazzo); Ferrarin, Tognetti; Goldin, Marcellan, Fioriti; Brevigliero (55’ Garbo), Longhin (cap.) (69’ Miolo); Libero (36’ Baldo), Di Bartolomeo (69’ Peggion), Gregori.
Allenatori: Giovanni Maistri e Michele Rizzo

Arbitro: Federico Vedovelli (Sondrio)
AA1 Gianluca Gnecchi (Brescia), AA2 Francesco Russo (Milano)
Quarto Uomo: Riccardo Salafia (Milano)
Cartellini: 64’ giallo a Marcellan (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Del Bono (Toscana Aeroporti I Medicei) 1/2; Ferrarin (Argos Petrarca Rugby) 4/6;
Note: parzialmente nuvoloso, circa 29°. Campo in ottime condizioni. Spettatori circa 1100. Water break 19’, 54’;
Man of the Match: Mattia Ferrarin (Argos Petrarca Rugby)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *