Arrivi e partenze: il nuovo Argos Petrarca inizia da Alberto Chillon

Confermate otto partenze, ma sono nove.

Jeremy Su’a (con Andrea Moretti) al suo primo allenamento col Petrarca nell’agosto del 2014 (ph Enrico Daniele)

di Enrico Daniele
(in copertina foto dal sito Rovigooggi.it)

È Alberto Chillon la prima e sola, per ora, conferma delle new entry per l’Argos Petrarca 2019-20. Già annunciato dalla Femi CZ Rovigo una decina di giorni or sono, oggi arriva l’ufficialità dell’ingaggio anche da parte del Petrarca.

Nel comunicato stampa odierno il DG Beppe Artuso annuncia anche otto (ndr: ma sono nove) partenze o, per meglio dire, non riconferme, alcune delle quali già ufficiosamente già note.

In stretto ordine alfabetico: Romulo Acosta, pilone argentino 1992, in cerca di un accomodamento in Italia (si parla di un possibile accordo col Piacenza neo-promosso); Giacomo Belluco, centro 1992, che probabilmente lascia per impegni lavorativi; Alberto Benettin, centro 1990, che si è accasato a Biella dove gli hanno offerto anche un posto di lavoro; Andrea Bettin, centro 1993, che sembra destinato all’altra neo promossa Colorno; Francesco Favaro, centro 1992, utilizzato pochissimo nell’ultima stagione e il cui lavoro non lascia spazio per i gravosi impegni del Top12; Enrico Francescato, mediano di mischia 1993, in cerca di una sistemazione come prima scelta nel ruolo che lo ha visto chiuso da Su’a; Andrea Menniti Ippolito, apertura-estremo 1992, lasciato libero di accasarsi alla Femi CZ Rovigo, cosa che ha fatto scalpore tra la tifoseria, più per il fatto che abbia lasciato il Petrarca dopo sette stagioni da protagonista che non quello di indossare la maglia rossoblù; Jeremy Jese Su’à, mediano di mischia 1988, tornato in patria dopo cinque stagioni in cabina di regia prima con Menniti Ippolito, poi con Nikora e nelle ultime due stagioni ancora con “Mister Drop” .

Il comunicato stampa non fa nessun riferimento a Michele Lamaro, terza linea 1998, peraltro già ufficializzato dalla Benetton Treviso da tempo, come del resto il club trevigiano ha messo sotto contratto quattro “permit player” che saranno disponibili per il Petrarca in caso non utilizzo a Treviso: Niccolò Cannone, Lodovico Manni, Michele Mancini Parri e Joaquin Riera.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *