Petrarca imbattuto, Rovigo a mille

Contro il Valorugby degli “ex” la squadra di Marcato e Jimenez mantiene l’imbattibilità stagionale.
Successo nr 1000 per Rovigo a Roma contro le Fiamme Oro.
Mogliano non gioca contro Viadana per casi di positività tra i mantovani.
I risultati e la classifica.

A Roma contro le Fiamme oro la vittoria nr 1000 in campionato per la FemiCZ Rovigo (ph Ufficio Stampa Rugby Rovigo)

di Enrico Daniele

Ultima giornata del girone di andata del TOP10, anche se con tante partite da recuperare, favorevole alle due venete in campo sabato.

Vittoria casalinga del Petrarca sul Valorugby per 19-13 e conferma dell’imbattibilità stagionale, mentre il Rovigo espugna il campo dell’Acqua Acetosa battendo le Fiamme Oro per 27-20 nella vittoria nr. 1000 in campionato per i bersaglieri.

Fermo ancora il Mogliano: niente trasferta a Viadana per positività di alcuni giocatori tra i mantovani.

PETRARCA IMBATTUTO
Nessuna sconfitta stagionale per l’Argos Petrarca (unica tra le squadre del TOP10) nel big match della nona giornata vinto contro il Valorugby dei tanti ex in campo (Gerosa, Conforti, Chillon e Leaupepe), dopo cinque incontri disputati e ancora quattro da recuperare.

Matteo Liperini: 100 direzioni di gara.

Passano pochi minuti dal centesimo fischio d’inizio del direttore di gara, Matteo Liperini, ed il Petrarca è sotto per un calcio piazzato di Farolini, oltre all’ inferiorità numerica per il giallo ad Andrea Bettin (egli stesso a 100 presenze in campionato). Ma l’Argos raddrizza subito il tiro andando a segno per tre volte consecutive: due i piazzati di Lyle (19’ per fallo in mischia e 26’ per placcaggio alto) e meta di Panunzi al 39’ (finta smarcante da mischia ordinata e meta in veronica per l’ex mediano di mischia del Valorugby), trasformata sempre dall’estremo inglese, autore ieri di un 100% al piede (5/5). Un rassicurante 13-3 a conclusione della prima frazione di gioco che, tuttavia, ha visto una buona propensione all’attacco degli ospiti tenuti a bada però da un’ottima difesa del Petrarca e da un pacchetto di mischia superiore con Federico Pavesi Player Of The Match al termine della gara.

Andrea Bettin: contro il Valorugby la 100a presenza in campionato.

Nella ripresa del gioco gli ospiti si avvicinano pericolosamente alla meta con un’azione partita dal limite dei propri 22. È Ruffolo a lanciare Amenta capace di arrivare a pochi passi dalla linea sfuggendo al placcaggio di Bettin, finendo però a terra nel contatto con Zini verso l’interno, invece di allargare all’esterno dove non avrebbe trovato nessun avversario. Commette poi un “in avanti” l’ex Fiamme Oro nel passaggio da terra per Chillon che schiaccia oltre la riga una meta non assegnata dall’arbitro Liperini.

Comunque, è il Valorugby a muovere il tabellino del secondo tempo al 56’ con una punizione di Farolini per un fuori gioco dell’Argos, apparso leggermente in difficoltà all’inizio del secondo tempo.

Tuttavia, saranno ancora i piedi di Lyle ad allungare dalla piazzola: al 59’ per fallo in mischia ordinata del Valorugby e al 77’ per “mani in ruck”, portando il parziale sul 19-6 (massimo vantaggio per l’Argos) a tre minuti dal termine del tempo regolamentare.

Utile per il punto di bonus difensivo per il Valorugby la meta a tempo scaduto di Bacchi (entrato da poco al posto di Chillon), in tuffo sul palo di destra dopo una serie di “pick & go”, trasformata da Farolini che fissa il punteggio finale sul 19-11 per l’Argos che conquista quattro punti nella generale fissando il terzo posto con ancora quattro gare da recuperare.

Il tabellino del match.
Padova, Argos Arena – Sabato 16 gennaio 2021
TOP10, IX giornata
Argos Petrarca v Valorugby Emilia 19-13 (13-3)
Marcatori: p.t. 13’ cp Farolini (0-3); 19’ cp Lyle (3-3); 26’ cp Lyle (6-3); 39’ m Panunzi tr Lyle (13-3); s.t. 56’ cp Farolini (13-6); 59’ cp Lyle (16-6); 77’ cp Lyle (19-6), 82’ m. Bacchi tr Farolini (19-13).
Argos Petrarca: Lyle; Coppo, Colitti, Broggin (73’ Faiva), Bettin; Zini, Panunzi (57’ Tebaldi); Trotta (cap.), Cannone, Nostran (v. cap.) (65’ Manni); Ghigo (68’ Bonfiglio), Galetto (57’ Beccaris); Pavesi (77’ Notariello), Carnio (68’ Cugini), Borean (61’ Franceschetto).
Allenatori: Andrea Marcato e Victor Jimenez
Valorugby Emilia: Farolini; Leaupepe, Bertaccini, Vaega, Falsaperla; Rodriguez, Chillon (79’ Bacchi); Amenta, Conforti (73’ Messori), Mordacci (cap.) (65’ Favaro); Ruffolo (79’ Conforti), Gerosa (51’ Balsemin); Randisi (61’ Mattioli), Luus (51’ Gatti), Sanavia (66’ Romano).
Allenatore: Roberto Manghi
Arbitro: Matteo Liperini (Livorno) alla 100esima direzione di gara
AA1 Marius Mitrea (Udine), AA2 Alberto Favaro (Venezia)
Quarto Uomo: Gianmarco Toneatto (Udine)
Cartellini: al 12’ giallo a Bettin (Argos Petrarca), al 37’ giallo a Mordacci (Valorugby).
Calciatori: Lyle (Argos Petrarca) 5/5; Farolini (Valorugby) 3/5
Note: giornata fredda e soleggiata. Match a porte chiuse.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca 4, Valorugby Emilia 1
Peroni Player of the Match: Federico Pavesi (Argos Petrarca)

ROVIGO, A ROMA LA VITTORIA NR. 1000 GRAZIE A MISTER DROP

Anche a Roma Andrea Menniti Ippolito si conferma “Mister Drop” con due calci di rimbalzo determinanti nella vittoria contro le Fiamme Oro (ph sito Rugby Rovigo)

Centra un bersaglio importante nella sua storia la Femi CZ Rovigo.

A Roma, vittoria nr. 1000 in un match piuttosto equilibrato per almeno 70’ nel campo dell’Acqua Acetosa contro le Fiamme Oro. Equilibrio di fatto rotto dal Player Of The Match, Andrea Menniti Ippolito, a segno per quattro volte nel secondo tempo, dopo la meta di Chianucci trasformata da Di Marco al 43’ che aveva fissato il parziale sul 20-15 a favore dei poliziotti. Dopo la punizione al 46’, “Mister Drop” centra di nuovo i pali due volte con altrettanti calci di rimbalzo (66’ e 70’) e mette a segno la punizione che al 77’ fissava il finale sul 27-20 per i bersaglieri.

Probabilmente il miglior match disputato dai cremisi in questa stagione che, tuttavia, hanno rimediato la quarta sconfitta in sei gare e tre da recuperare, con una classifica che li vede galleggiare appena sopra l’ultimo posto, con 10 punti.

Due mete per parte.
Quelle degli ospiti siglate da Canali nel primo tempo, entrambe derivate dalle pressioni del pack efficace nel trovare il varco nella difesa delle Fiamme Oro, sconfessando in parte la filosofia di gioco voluta da Casellato, più amante del gioco al largo.

Quelle dei poliziotti: la prima di Cornelli, dopo una rimessa laterale e quella di Chianucci dopo una maul avanzante.

Come all’inizio di stagione, la Femi CZ Rovigo torna nuovamente alla seconda vittoria consecutiva, senza però trovare ancora la giusta continuità nel gioco, come conferma il tecnico Casellato nel dopo match, che si augura anche una seconda parte di campionato da disputare con la presenza del pubblico.
Quattro i punti conquistati dal Rovigo che si conferma al primo posto della classifica provvisoria con ancora una gara da recuperare.
Un punto per le Fiamme Oro, penultime in classifica, ma con tre gare da recuperare.
Il tabellino del match.
Roma, CPO “Giulio Onesti” – sabato 16 gennaio 2021 ore 14
Peroni TOP10, IX giornata
Fiamme Oro Rugby v FEMI-CZ Rovigo (13-15) 20-27
Marcatori: p.t. 4’ Di Marco (3-0); 10’ cp Menniti-Ippolito (3-3); 17’ cp Di Marco (6-3); 27’ m. Canali (6-8); 32’ m Canali tr. Menniti-Ippolito (6-15); 38’ m Cornelli tr. Di Marco (13-15); s.t. 43’ m. Chianucci tr Di Marco (20-15); 46’ cp Menniti-Ippolito (20-18); 66’ drop Menniti-Ippolito (20-21); 70’ drop Menniti-Ippolito (20-24); 76’ cp Menniti-Ippolito (20-27).
Fiamme Oro Rugby: Spinelli; Guardiano (74’ Mba), Gabbianelli, Angelini, Forcucci; Di Marco (61’ Fusco), Marinaro (cap.) (78’ Masato), Cornelli, D’Onofrio, Chianucci (33’-37’ e dal 75’ Faccenna); Stoian, Fragnito (66’ Angelone); Nocera (70’ Iacob), Moriconi (56’ Kudin), Mariottini (61’ Iovenitti)
Allenatore: Craig Green
FEMI-CZ Rovigo: Cozzi (61’ Mastandrea); Cioffi, Coronel, Uncini (71’ Modena), Bacchetti; Menniti-Ippolito, Citton (78’ Trussardi); Greeff (46’ Sironi), Lubian, Ruggeri; Ferro (cap.), Canali (71’ Mantovani); Brandolini (41’ Swanepoel), Cadorini (41’ Nicotera), Rossi (41’ Leccioli)
Allenatore: Umberto Casellato
Arbitro: Vincenzo Schipani (Benevento)
AA1 Gabriel Chirnoaga (Roma) AA2 Dante D’Elia (Taranto)
Quarto uomo: Franco Rosella (Roma)
Calciatori: Di Marco (Fiamme Oro Rugby) 4/4; Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo) 4/6
Note: Giornata fredda e campo in perfette condizioni. Rovigo raggiunge le 1.000 vittorie.
Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 1; FEMI-CZ Rovigo 4
Peroni Player of the match: Andrea Menniti Ippolito (FEMI-CZ Rovigo)

NELLE ALTRE GARE
Già detto dello stop forzato del Mogliano contro Viadana, da segnalare il successo del Kawasaki Robot Calvisano al Beltrametti di Piacenza contro la Sitav Lyons per 24-16 e l’ennesimo stop della SS Lazio a Colorno contro l’HBS che ha vinto 27-16.
 
La classifica parziale al termine del girone d’andata.
26 Femi-CZ Rovigo*
23 Valorugby Emilia**
21 Argos Petrarca Rugby****
19 Kawasaki Robot Calvisano***
14 Mogliano Rugby 1969**
12 Sitav Rugby Lyons, HBS Colorno***
11 Rugby Viadana 1970**
10 Fiamme Oro Rugby***
0 Lazio Rugby 1927*****
*partite in meno
HBS Colorno 4 punti di penalizzazione

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *