Al Petrarca anche il derby con Mogliano

Rovigo sommerge di mete i Lyons.
Esordio di Clara Munarini nel TOP 10.
I risultati del 16° turno e la classifica aggiornata.

Una mischia ordinata tra Mogliano e Petrarca. Ieri nessun problema per il pack padovano che ha saputo ben contrastare quello di casa (ph Alfio Guarise)

di Enrico Daniele
(in copertina foto di Alfio Guarise)

Nella giornata dell’esordio di Clara Munarini, prima donna arbitro alla direzione del Top10 maschile, vincono tutte e quattro le squadre della zona play off.

Al Battaglini, la Sitav Lyons viene travolta da una sassaiola di mete dalla Femi CZ Rovigo che vince 73-6 e consolida la seconda piazza nella classifica generale.

Il derby veneto di giornata vede consolidarsi il primato e l’imbattibilità dell’Argos Petrarca che vince contro il Mogliano al Quaggia per 36-12.

Successo esterno del Calvisano a Roma contro la Lazio, sconfitta 56-26 e vittoria sofferta e di misura del Valorugby in casa contro le Fiamme Oro per 19-15.

ESORDIO NEL TOP10 DI CLARA MUNARINI
Allo Zaffanella, recupero e vittoria in extremis per 27-26 del Viadana sull’ HBS Colorno grazie ad un piazzato di Ceballos a tempo scaduto. La direzione del match è stata affidata a Clara Munarini, 31 anni originaria di Parma, laureata in economia, prima donna arbitro italiana a raggiungere un obiettivo storico, seconda solo all’irlandese Joy Neville che il 23 settembre 2017 aveva diretto Petrarca vs Lazio alla prima giornata del Campionato di Eccellenza. In effetti per la Munarini c’era stato un primo esordio già il 20 gennaio del 2018 quando, al Pacifici di San Donà, era stata chiamata a dirigere una gara del Trofeo Eccellenza tra la Lafert e il Mogliano (leggi qui l’intervista). Tuttavia, quella di ieri è stata la definitiva consacrazione che la mette a tutti gli effetti sullo stesso piano dei colleghi maschi, sorpassando in volata anche la collega Maria Beatrice Benvenuti, come lei arbitro internazionale. Una bella soddisfazione che mitiga in parte la delusione per non aver potuto esordire nel Sei Nazioni femminile, dove era stata designata a dirigere Inghilterra-Scozia, cui era stata costretta a rinunciare per una sospetta positività al Covid.

AL BATTAGLINI UNDICI METE, MA È IL MERCATO A FARE NOTIZIA
Con una sassaiola di undici mete la Femi CZ Rovigo sommerge la Sitav Lyons Piacenza che inizialmente aveva aperto le marcature con due calci piazzati al 4’ e al 7’ di Katz, prima dell’esplosione dei bersaglieri in meta con doppiette di Greef e Sironi, una a testa per Antl, Vian, Barion, Ruggeri, Uncini, Cadorini e del giovane esordiente Nicholas Bordin. Cinque punti, preventivati alla vigilia, e secondo posto confermato nella generale, anche se per essere certi di non dover incontrare il Petrarca nelle semifinali, Rovigo dovrà fare lo stesso anche negli ultimi due incontri contro Colorno e Fiamme Oro.
Il tabellino del match.
Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 10 aprile 2021 ore 14.30
Peroni TOP10, XVI giornata
FEMI-CZ Rovigo v Sitav Rugby Lyons 73-6 (35-6)
Marcatori: p.t. 4’ c.p. Katz (0-3), 7’ c.p. Katz (0-6), 12’ m. Greeff tr. Menniti-Ippolito (6-7), 16’ m. Antl tr. Menniti-Ippolito (14-6), 26’ m. Vian tr. Menniti-Ippolito (21-6), 29’ m. Sironi tr. Menniti-Ippolito (28-6), 36’ m. Sironi tr. Menniti-Ippolito (35-6); s.t. 50’ m. Greeff tr. Menniti-Ippolito (42-6), 55’ m. Barion tr. Menniti-Ippolito (49-6), 63’ m. Ruggeri tr. Menniti-Ippolito (56-6), 66’ m. Uncini (61-6), 69’ m. Cadorini tr. Menniti-Ippolito (68-6), 75’ m. Bordin (73-6)
FEMI-CZ Rovigo: Cozzi (42’ Bordin); Barion, Antl (55’ Moscardi), Uncini, Cioffi; Menniti-Ippolito, Citton (55’ Visentin); Greeff (70’Lubian), Ruggeri, Vian; Ferro (cap.) (48’ Steolo), Sironi; Swanepoel (48’ Brandolini), Momberg (48’ Cadorini), Lugato (48’ Rossi).
Allenatore: Umberto Casellato
Sitav Rugby Lyons: Biffi (59’ Borzone); Via G., Paz, Forte (53’ Perazzoli), Bruno (cap); Katz, Via A. (59’ Efori); Bottacci, Cissè (47’ Moretto), Bance; Salvetti (55’ Tedeschi), Cemicetti; Salerno, Borghi (47’ Rollero), Acosta (33’ Cafaro).
Allenatore: Gonzalo Garcia
Arbitro: Manuel Bottino (Roma)
AA1 Boraso (Rovigo), AA2 Favaro (Venezia)
Quarto uomo: Smussi (Brescia)
Cartellini: 61’ giallo a Cemicetti (Sitav Rugby Lyons)
Calciatori: Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo) 9/11; Katz (Sitav Rugby Lyons) 2/2
Note: giornata uggiosa, circa 18 gradi. Partita a porte chiuse.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Sitav Rugby Lyons 0
Peroni Player of the Match: Carel Greeff (FEMI-CZ Rovigo)

CASELLATO SALUTA, UN SUDAFRICANO IN PANCHINA A ROVIGO?
Mancano ancora due turni alla fine, tuttavia a Rovigo la discussione è già aperta sul mercato per la prossima stagione. È ai titoli di coda l’idillio tra Umberto Casellato e la direzione tecnica della squadra, ma il tecnico ha dichiarato che vorrebbe lasciare Rovigo con uno scudetto, dopo aver conquistato la Coppa Italia contro il Petrarca. Tuttavia, se le strade tra Casellato e Rovigo sono destinate a dividersi, quelle che portano alla panchina rossoblù sembrano essere sudafricane. Pare infatti che il presidente Francesco Zambelli sia intenzionato a proporre la direzione tecnica della squadra nientemeno che ad Allister Coetzee, ex head coach del Sudafrica.

Sul fronte giocatori si parla insistentemente delle partenze di Andrea Menniti Ippolito e Gianmarco Vian, con destinazione Fiamme Oro e dell’utility back Diego Antl, attirato dalle sirene del Valorugby.

INTANTO UN PETRARCA IN PALLA, VELEGGIA
Mentre a Rovigo pensano già al futuro, al Petrarca si godono il presente, fatto di sostanza. La squadra di Marcato e Jimenez ha vinto anche il derby veneto di ritorno contro il Mogliano, sconfitto al Quaggia 36-12.

Aldilà del risultato, raggiunto con relativa facilità (mete di Lyle, Tebaldi e Capraro con doppietta di Carnio, Player Of The Match), contro Mogliano si è vista una squadra in palla che ha saputo contrastare con relativa facilità la “temuta” prestanza fisica del pack biancoblù nelle mischie ordinate, surclassandola nelle rimesse laterali, dove Carnio sembra finalmente aver aggiustato i lanci, ma anche in fase di conquista su lancio avversario (dove vale la perizia di capitan Trotta), emergendo di fatto anche nelle situazioni di drive.

A due giornate dal termine della fase regolare (tre, se consideriamo la gara da recuperare il Primo Maggio in casa contro il Colorno), all’Argos mancano due punti per avere la matematica certezza di restare primo in classifica e, in tutta onestà, anche se le squadre da affrontare portano il nome delle corazzate Calvisano (in casa 17 aprile) e Valorugby (a Reggio 24 aprile) è difficile pensare che non lo si possa racimolare.

L’importante per il XV di Padova sarà arrivare alle semifinali in condizioni fisiche ottimali (per fortuna, sino a questo punto della stagione, non si sono registrati particolari infortuni e a Mogliano si è rivisto in campo anche Riccardo Michieletto) ma soprattutto mentali. Il rischio potrebbe essere quello di farsi inebriare dalla lunga serie di risultati utili conseguiti sino a questo momento, ma a quanto si vede sul campo, la lucidità mentale dei giocatori sembra essere inalterata e solida, con l’unica “falla” – se ci è consentito usare questo termine – nella gestione degli ultimi minuti di gara nella partita pareggiata a Calvisano.
Il tabellino del match.
Mogliano Veneto – Stadio Maurizio Quaggia – Sabato 10 aprile 2021 ore 16
Peroni TOP10, XVI giornata
Mogliano Rugby 1969 v Argos Petrarca Rugby 12-36 (0-24)
Marcatori: pt. 11′ m. Lyle tr. Lyle (0-7), 16′ m. Carnio tr. Lyle (0 -14), 20′ cp. Lyle (0-17), 24′ m. Carnio tr. Lyle (0-24); st. 46′ m. Drago tr. Ormson (7-24); 60′ m. Tebaldi tr. Lyle (7-31); 65′ m. Drago (12-31); 73′ m. Capraro (12-36)
Mogliano Rugby 1969: Guarducci (65′ Stella); D’Anna, Drago, Cerioni (74′ Pratichetti), Dal Zilio; Ormson, Garbisi (62′ Fabi); Derbyshire (74′ Zago), Corazzi (Cap.), Finotto; Lamanna, Sutto (62′ Bocchi); Ceccato N., Bonanni (74′ Pagotto), Ceccato A (62′ Michelini)
Allenatore: Salvatore Costanzo
Argos Petrarca Rugby: Lyle (67′ Ferrarin); Fadalti (21′-31’Pavesi), Colitti, Broggin, Scagnolari (59′ Capraro); Faiva, Tebaldi (v. cap.)( 62′ Panunzi); Trotta (Cap.), Catelan, Galetto; Beccaris (67′ Michieletto), Bonfiglio (62′ Cannone); Mancini Parri (67′ Pavesi), Carnio (62′ Cugini), Borean (41′ st, Braggié)
Allenatore: Andrea Marcato
Arbitro: Federico Vedovelli (Sondrio)
AA1 Piardi (Brescia), AA2 Russo Fi. (Treviso)
Quarto Uomo: Bruno (Udine)
Cartellini: Al18′ giallo a Mancini Parri (Argos Petrarca)
Calciatori: Ormson (Mogliano Rugby 1969) 1/2; Lyle (Argos Petrarca) 5/5, Fadalti (Argos Petrarca Padova) 0/1
Note: Pomeriggio variabile con discreto vento, temperatura 15° C, terreno di gioco in discrete condizioni, partita disputata a porte chiuse per emergenza Covid-19. Osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Leonardo Riccioni, Azzurro n. 121.
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 0; Argos Petrarca 5
Peroni Player of the match: Vittorio Carnio (Argos Petrarca)

CLASSIFICA
68 Argos Petrarca Rugby*
57 Femi-CZ Rovigo
54 Valorugby Emilia*
51 Kawasaki Robot Calvisano*
37 Rugby Viadana 1970
36 Mogliano Rugby 1969
29 Fiamme Oro Rugby*
27 Sitav Rugby Lyons
14 HBS Colorno**
5 Lazio Rugby 1927
*partite in meno
HBS Colorno 4 punti di penalizzazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *